Up

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Up   Dvd Up   Blu-Ray Up  
Un film di Pete Docter, Bob Peterson. Con Edward Asner, Christopher Plummer, Jordan Nagai, Bob Peterson, Delroy Lindo, Jerome Ranft.
continua»
Animazione, Ratings: Kids, durata 104 min. - USA 2009. - Walt Disney uscita giovedý 15 ottobre 2009. MYMONETRO Up * * * 1/2 - valutazione media: 3,63 su 152 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

L'insostenibile peso del passato e del ricordo Valutazione 4 stelle su cinque

di andrejuve


Feedback: 5008 | altri commenti e recensioni di andrejuve
martedý 19 aprile 2016

“Up” è un film del 2009 diretto da Pete Docter e Bob Peterson. Carl Fredicksen è un bambino  affascinato e pervaso da un forte desiderio di scoprire il mondo spinto e motivato dalla sua grandissima ammirazione nei confronti dell’esploratore Charles Muntz. Carl casualmente all’interno di una casa abbandonata nota la presenza di una bambina di nome Ellie, la quale in quel luogo ha creato una sorta di “quartier generale” per organizzare le missioni esplorative. Carl scopre che è accomunato ad Ellie dalla stessa passione e quest’ultima nutre il desiderio di riuscire a raggiungere un giorno le Cascate del Paradiso in Venezuela, luogo in cui Charles Muntz si è recato, al fine di stabilire la loro dimora e scoprire i segreti del luogo. La ragazza chiede a Carl di prometterle di portarla in quelle cascate una volta nell’arco della sua vita e quest’ultimo giura di mantenere la propria parola data. Carl ed Ellie si innamorano, si sposano e conducono felicemente la loro esistenza grazie ad un legame tra loro indissolubile. La perdita del bambino nel grembo di Ellie sarà uno dei momenti di maggiore difficoltà che però, grazie all’amore e all’affetto di Carl, i due riescono a superare. Ellie è sempre più intenta a realizzare il suo sogno e allora la coppia decide di racimolare del denaro per intraprendere il viaggio. Quando ormai i due sono anziani Carl acquista due biglietti per raggiungere il Venezuela ma purtroppo Ellie si ammala e dopo poco tempo muore. Carl dopo questo tragico evento è diventato un uomo solitario, irascibile, scontroso e scorbutico. Il tutto viene accentuato dal fatto che vicino alla sua casa vengono svolti dei lavori pubblici e gli è stata proposta l’espropriazione del terreno di sua proprietà in cambio di un equo indennizzo. Ma Carl si oppone fermamente a queste richieste perché non vuole abbandonare la casa nella quale ha vissuto con la moglie Ellie. Una mattina un giovane ragazzino boyscout di nome Russell si presenta in casa di Carl chiedendogli se avesse bisogno di assistenza al fine di ottenere la qualifica di piccolo esploratore in caso di risposta positiva. Carl però allontana maleducatamente il giovane. Un giorno durante i lavori viene accidentalmente fatta cadere la cassetta delle lettere di Carl il quale reagisce violentemente contro uno degli operai ferendolo alla testa. L’operaio denuncia Carl il quale, a seguito di un’ordinanza del tribunale, è costretto ad abbandonare la sua dimora per trasferirsi in una casa di riposo. Carl non accetta questa situazione e vuole a tutti i costi mantenere la promessa fatta alla moglie e allora, grazie ad una miriade di palloncini attaccati al tetto della casa, riesce a volare in cielo con destinazione Venezuela. Quando è sospeso in cielo sente bussare alla porta e scopre che Russell era rimasto nel pianerottolo della sua casa. Carl è costretto a intraprendere la sua missione con questo estroverso, impacciato e simpatico bambino. I due arrivano in Venezuela e devono trascinare la casa fino alla Cascata del Paradiso. Durante la camminata si imbattono in un particolare animale di grandi dimensioni, appartenente al genere dei volatili e, nonostante le opposizioni di Carl, Russell decide di portarlo con sé. Successivamente incontrano un gruppo di cani che, grazie ad un innovativo marchingegno tecnologico, riescono a parlare e hanno ricevuto l’ordine, da parte di un misterioso padrone, di catturare il volatile. Carl e Russell scoprono che il padrone è l’esploratore Charles Muntz, il quale cerca da tantissimi anni proprio quel raro esemplare di uccello al fine di catturarlo e ucciderlo. Carl sarà diviso tra la volontà di raggiungere, trascinando  la sua casa, la Cascata del Paradiso e quella di salvare il povero animale che, se venisse ingabbiato, non potrebbe più rivedere i suoi piccoli figli.
 Attraverso questa pellicola di animazione vengono affrontate differenti tematiche. Innanzitutto viene esaltato l’amore, incarnato pienamente dall’indissolubile legame tra Carl e Ellie i quali per tutta la vita sono riusciti a creare e a coltivare una fortissima unione grazie all’immenso e infinito affetto reciproco e alle continue dimostrazioni di tenerezza e dolcezza. E’ bello poter vivere accanto ad una persona nei confronti della quale può essere riposta una totale fiducia e con la quale possono essere condivise le proprie passioni come, per l’appunto, quella dell’esplorazione. Quando un legame sentimentale è onesto e sincero è meno difficoltoso affrontare le problematiche e gli ostacoli che la vita pone nel cammino che ognuno di noi intraprende. L’amore riesce ad essere anche più forte della morte e la volontà di rendere reale il sogno di Ellie è un modo per mantenere vivo ed eterno il suo ricordo. E’ proprio il “ricordo” il filo conduttore del film in quanto, a mio avviso, viene metaforizzato attraverso la figura della casa trainata da Carl. Il ricordo, in particolare quello legato ad una persona a noi cara, è giusto che sia coltivato costantemente e nutrito quotidianamente. Questo perché grazie alla reminiscenza di momenti felici del passato si riesce, anche solo per un attimo, a riportare in vita nella nostra mente la persona che ci manca sperando che in un ipotetico mondo parallelo possa vivere serenamente e senza timori. Ma quando il ricordo di una persona è molto intenso il rischio è quello di condurre una vita ancorata esclusivamente al passato, rimpiangendo tutti gli avvenimenti e le azioni che lo caratterizzano. Cosi facendo risulta impossibile riuscire a ripartire, a rialzarsi e a ricostruirsi una nuova esistenza che crei uno strappo col passato. In questa situazione è impossibile reagire perché i rimorsi e i rimpianti prendono il sopravvento dando un pieno e irrefrenabile sfogo allo sconforto e alla rassegnazione. La casa di Carl rappresenta la gioia e la felicità, perché riconduce la mente di Carl ad Ellie, ma allo stesso tempo costituisce un fardello e un macigno pesantissimo perché Carl, dopo la morte della moglie, ha subito un radicale cambiamento interiore che è frutto di questo senso di malinconia e depressione. Carl ha creato un distacco con la realtà circostante diventando un uomo egoista, maleducato e arrogante. Ma grazie all’incontro con Russell e al viaggio intrapreso riscopre valori quali l’altruismo, la solidarietà e l’amicizia, che hanno sempre caratterizzato la sua personalità, ma che aveva costantemente perduto nel tempo. Russell, un ragazzo eccessivamente trascurato dai genitori, può rappresentare per Carl quel figlio che ha sempre desiderato ma non ha potuto avere. Ellie ha sempre voluto vivere questa avventura, ma in realtà la vera avventura è rappresentata dalla vita stessa e dalle scelte che ognuno di noi decide di effettuare. Il viaggio di Carl diventa un mezzo per comprendere che la sua nuova avventura debba essere quella di vivere a pieno la sua esistenza e di avere la forza e il coraggio di iniziare un nuovo cammino, anche se quest’ultimo può intimorire e risultare altamente difficoltoso in quanto costituisce un’incognita. Dimostrare benevolenza nei confronti del prossimo anche attraverso semplici gesti costituisce il punto di partenza per attuare un cambiamento, riuscendo cosi a godere della bellezza della vita. Inoltre si prende cognizione del fatto che ogni persona deve quotidianamente affrontare difficoltà che non devono essere sottovalutate. Non bisogna avere la presunzione di pensare che i nostri problemi siano gli unici e che siano più importanti di tutti quelli che attanagliano le altre persone. Quando si prende atto di questa realtà è un dovere aiutare chi ha bisogno, perché mettere per un attimo da parte le proprie problematiche serve a far capire che tutto ciò che ci spaventa o ci tormenta è irrilevante se rapportata ad altre situazioni a dir poco complesse. Ovviamente il passato non può e non deve essere scordato e deve rappresentare una forte motivazione per avere fiducia nel futuro e per assaporare pienamente tutte le sfaccettature dell’esistenza, dalle gioie ai dolori, dalle delusioni ai successi. Il ricordo deve essere rispettato ma anche superato gradualmente affinché non costituisca l’unico filo conduttore di una vita che diventerebbe priva di senso, monotona e triste. In fondo ognuno di noi è un esploratore e vuole scoprire ogni aspetto della realtà che ci circonda avendo l’audacia di rischiare e tentare per non dover vivere di soli rimpianti o rimorsi. A mio avviso questo film è bellissimo in quanto grazie alla leggerezza e alla spensieratezza dell’animazione riesce a smuovere le coscienze degli spettatori, portandoli a riflessioni profonde. I registi riescono a raccontare una storia che, pur se fantasiosa, risulta credibile e realista grazie anche ad un’approfondita analisi psicologica dei personaggi, con particolare riferimento al protagonista Carl. Possiamo tranquillamente immedesimarci in ognuno di loro in quanto sono pervasi da dubbi, inquietudini, timori, paure e incertezze tipiche dell’essere umano. Il film ricevette cinque nomination ai Premi Oscar del 2010 vincendo due statuette come miglior film d’animazione e come migliore colonna sonora. E’ singolare che il film ricevette addirittura la candidatura come miglior film, a dimostrazione della bellezza di questa pellicola originale, efficace, brillante e visibile a qualsiasi età perché riesce a trasmettere forti e variegate emozioni. Un film assolutamente da vedere.

[+] lascia un commento a andrejuve »
Sei d'accordo con la recensione di andrejuve?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di andrejuve:

Vedi tutti i commenti di andrejuve »
Up | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (9)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (4)
Critics Choice Award (6)
BAFTA (9)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 3 | 21 | 22 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 | 108 | 109 | 110 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 22 giugno
Cosa sarÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità