Troy

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Troy   Dvd Troy   Blu-Ray Troy  
Un film di Wolfgang Petersen. Con Brad Pitt, Orlando Bloom, Diane Kruger, Eric Bana, Sean Bean.
continua»
Mitologico, durata 163 min. - USA 2004. MYMONETRO Troy * * 1/2 - - valutazione media: 2,95 su 261 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Kolossal epico ma neanche di grande pregio Valutazione 3 stelle su cinque

di Tony Montana


Feedback: 0
venerdý 24 dicembre 2010


Dopo decenni di ostilità fra Sparta e Troia, i nobili rappresentanti delle due città stanno finalmente per suggellare l’intesa raggiunta. Ma Paride, principe di Troia e fratello di Ettore, commette l’errore di invaghirsi della bellissima Elena, moglie del Re di Sparta, e vistosi ricambiato la persuade a seguirlo a Troia…
“Film epico”. Vi è forse una definizione più calzante da associare a questa pellicola? In essa vi è tutto ciò che sarebbe lecito attendersi da Troy, libera trasposizione della parola di Omero, corposa ma scevra da fastidiose ridondanze narrative: un aspetto, questo, che è sempre un bene sottolineare. Ma non è neppure un prodotto di particolare pregio, quest’ultima, costosissima creazione assemblata da Wolfgang Petersen. Al regista tedesco va sicuramente ascritto il merito di non aver voluto strafare, di non essersi impuntato in una dissennata rincorsa a trovate visive inutilmente vistose e di aver piuttosto provato a “raccontare”; ma complessivamente non gli è riuscito di dotare questa pellicola di personalità, di un’anima propria, distintiva e distinguibile. L’ideale classico che sublima le gesta eroiche in quanto destinate a riecheggiare nei secoli è alla base del personaggio di Achille, «il più grande guerriero mai esistito», e viene più volte sottolineato a chiare lettere, per bocca dei personaggi, sin dai primissimi minuti. Un concetto, questo, che continuerà a vivere entro i confini della storia quivi narrata, ma che probabilmente non trarrà ulteriore spinta dal medesimo supporto filmico. Perchè la sensazione è che l’eco di Troy non si propagherà nei decenni a venire. Se l’impronta registica non è forte quanto il mito di Ettore e Achille, anche la sceneggiatura partorita da David Benioff non è ispirata, pur se complessivamente coesa. Il pur dotato screenwriter de La 25° ora si prende molte libertà rispetto al millenario testo di riferimento – come è giusto che sia quando la parola scritta si trasforma in immagine, la materia cartacea in celluloide – dedicandosi soprattutto alla coralità della vicenda, con il grande demerito, però, di non essere riuscito a dare corpo al personaggio di Ettore – fondamentale in Omero –, interpretato da un Eric Bana un po’ troppo monocorde.
A dire il vero, è l’intero sistema di personaggi a soffrire di una sostanziale carenza di analiticità e viene alla lunga completamente oscurato dalla magnificenza di Achille, un personaggio, quest’ultimo, al contrario perfettamente compiuto e ben sorretto dall’interpretazione di Brad Pitt. Si riscontrano alcuni dialoghi efficaci, disseminati soprattutto nella seconda porzione di film (che si lascia preferire a quella iniziale), ma anche troppe battute cinematograficamente logore, che coinvolgono sia gli accesi e frequenti scontri verbali, sia – soprattutto – le iniziali, fastidiose, effusioni amorose fra Paride ed Elena. Incostanti anche le musiche, buone nel finale ma troppo insistite nell’utilizzo della consueta e qui monotona voce liricheggiante, ormai un must per questa tipologia di film. Valide, invece, le coreografie che supportano gli innumerevoli duelli, così come valido (anche se tecnicamente imperfetto) è il taglio registico fornito agli stessi da Petersen, specie quando si tratta di mostrare la valenza tecnica di Achille negli scontri fisici ravvicinati. In tale ottica, particolarmente apprezzabile da un punto di vista prettamente visivo il primo di questi, allorché lo stesso Achille è chiamato a battersi con il corpulento guerriero rappresentante di quell’esercito tessalico che Agamennone intende piegare al proprio volere. Neanche a dirlo, è il luccicante Achille il fulcro di questo film, e Brad Pitt ne è l’adeguato manifesto vivente. La riuscita del personaggio, unitamente al look quanto mai accattivante dell’attore, coincidono con la parziale riuscita del film stesso, che memorabile non è ma che se non altro non lesina quel genere di intrattenimento che il pubblico si attende da pellicole di questo stampo. Anche se Il Gladiatore è tutt’altra cosa.

[+] lascia un commento a tony montana »
Sei d'accordo con la recensione di Tony Montana?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
100%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Troy | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità