Alla ricerca di Nemo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Alla ricerca di Nemo   Dvd Alla ricerca di Nemo   Blu-Ray Alla ricerca di Nemo  
   
   
   

Luca Raffaelli

La Repubblica

Alla ricerca di Nemo, l’ultimo nato di casa Disney a lanciare la classica sfida di Natale fra cartoon, viene da molto più lontano. È il 1993, giusto dieci anni fa, quando Andrew Stanton, papà del piccolo Ben, di appena un anno, porta il bambino ad ammirare quel tunnel con i pesci che nuotano nei grande acquario di San Francisco. “Doveva ancora uscire Toy Story, e ancora nell’ambiente ci si domandava se la gente avrebbe apprezzato un film realizzato con il computer” racconta Stanton. “Ma io pensai subito che quell’affascinante mondo marino sarebbe stato perfetto per uno dei suoi film”.
La seconda intuizioni di papà Andrew arriva quattro anni dopo, nel 1998, quando, sempre, con Ben, il regista sta facendo una lunga passeggiata. Ben è felice, vuole correre e sgambettare. Ma Andrew, invece di divertirsi con il figlio, passa il tempo a frenare il suo entusiasmo: “Non toccare il... Attento... stai lontano dalle macchine”, eccetera eccetera, come ogni genitore sa bene. L’istinto protettivo, insomma, non gli permette di godersi quelle ore di libertà. Così Andrew arriva a una conclusione: “La paura nega a un buon padre la possibilità di essere un buon padre”. E in quel momento una bellissima favola comincia a prendere forma... Qualche tempo dopo, Andrew Stanton prende coraggio e va da John Lasseter. Lasseter è il grande capo della Pixar, la casa di produzione che, con ToyStorv uno e due, A Bug’s Lifee Monsters & Co., ha conquistato il pubblico dei cartoni animati con l’insegna del marchio Disney. Per un’ora Stanton gli racconta quell’affascinante, divertente, entusiasmante storia di pesciolini di cui sono protagonisti il pesce pagliaccio Nemo e suo padre Marlin. Gli racconta di come, per colpa di uno squalo, Nemo sia rimasto orfano di madre, e delle apprensioni di Marlin quando il figlio la mattina va a scuola da solo. Di come Nemo risponda a queste apprensioni avvicinandosi troppo a una barca, della sua cattura da parte di due sub. Infine, di come il piccolo finisca nell’acquario di un dentista, e dell’odissea vissuta da Marlin e dalla sua irresistibile Dory per riuscire a rintracciarlo. Alla fine del racconto, dopo qualche secondo di silenzio, Stanton ha il coraggio cli chiedere: “Allora John, che ne pensi?”. E la risposta: “Lo vuoi sapere? Mi hai conquistato alla parola pesce”.
Così è nato questo blockbuster che deve gran parte del suo successo proprio alla capacità dl coinvolgere grandi e piccoli. Alla ricerca di Nemo ha conquistato il pubblico americano sbaragliando la concorrenza degli altri cartoon di Natale. Sarà perché il mare che racconta è, in realtà, un circo pieno di umanità: dal pesce palla al granchio, dalle balene ai pellicani, è tutto uno spettacolo fatto di personaggi strambi quanto veri.
Del resto, già l’aneddoto su come Stanton abbia raccontato a Lasseter la trama del film ricorda quello che fece Disney con i suoi animatori, narrando loro la storia di Biancaneve più o meno 80 anni fa. Ma per chi avesse ancora qualche sospetto di fronte alle manie del computer, vale la pena soffermarsi su quanto sia stata tradizionale buona parte della lavorazione.
Seguendo il lavoro di ricerca grafica dei personaggi e della scrittura, non si sa a che fare solo con penne, pastelli, acquarelli, matite, carta. Nel libro di più di 150 pagine The Art of Finding Nemo che racconta come il film abbia preso forma, non c’è una sola immagine computerizzata, e perfino la sceneggiatura, corretta con la matita rossa, sembra battuta con la macchina da scrivere. Sono continui i riferimenti ai classici Disney: per lo stile degli sfondi ci si è rifatti a quelli di Eyvind Earle della Bella addormentata nel bosco, per il realismo degli ambienti al mondo di Bambi. La parola d’ordine è stata: “Non replicare la realtà, ma studiarla per renderla divertente”. È molto redditizia.
Da Il Venerdì di Repubblica, 28 novembre 2003


di Luca Raffaelli, 28 novembre 2003

Sei d'accordo con la recensione di Luca Raffaelli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Richiedi la data del prossimo passaggio in tv del film Alla ricerca di Nemo.
(Riceverai le informazioni pochi giorni prima del passaggio in tv. Il servizio è gratuito)

inserisci qui la tua email
Alla ricerca di Nemo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (8)
Golden Globes (1)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Immagini
1 | 2 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Vulnerabili
mercoledì 30 settembre
Gli spostati
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità