La febbre del sabato sera

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La febbre del sabato sera  
Un film di John Badham. Con Barry Miller, John Travolta, Karen Lynn Gorney, Joseph Cali, Fran Drescher.
continua»
Titolo originale Saturday Night Fever. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 119 min. - USA 1977. - Cineteca di Bologna uscita lunedì 4 dicembre 2017. - VM 14 - MYMONETRO La febbre del sabato sera * * * 1/2 - valutazione media: 3,75 su 47 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
paolo ciarpaglini martedì 13 febbraio 2007
l'america. Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Un film a bassissimo costo che come Rocky, ha scritto la storia del cinema. Non tanto qualitativamente, ma per l'impatto avuto su di una generazione intera. La mia. Correva l'anno 1977, quando Travolta dà vita a Tony Manero, ed all'impatto indelebile nell'immaginario collettivo giovanile. Figlio di immigrati Italiani, vive in famiglia nel quatriere di Brooklin, dove ogni momento è buono, per scontrarsi con etnie diverse. Lavora tutta la settimana, con una sola cosa fissa in mente; giungere al 'sabato sera', per andare con gli amici al 2001, dove è ben conosciuto. Tony ed il suo gruppo, non sono teppisti veri e propri, ma rappresentano certamente il prodotto di una gioventù emarginata. Dove non c'è modo di emergere, e sei relegato irrimediabilmente ai margini. [+]

[+] lascia un commento a paolo ciarpaglini »
d'accordo?
brucemyhero mercoledì 6 ottobre 2010
un film, un'epoca. Valutazione 4 stelle su cinque
92%
No
8%

Come ancora, ma di rado accade, 'La febbre del sabato sera' non è semplicemente un film, ma l'immagine in diretta, senza filtri mentali, di un decennio; gli anni '70. Quelli dove ancora ci si poteva, anzi, voleva riflettere, in qualcosa o qualcuno. Tony Manero è il tramite, attraverso cui il regista descrive con profonda, disarmante ma grande empatia, 'quelle sere', quella musica in cui tutti noi, nati nei primi anni '60, continueremo a specchiarci. Un film che dimostra quanto i budget ultramiliardari odierni, poco contano, anzi,  rendono tutti partecipi di grandi video-game dal dubbio senso. Dopo 32 anni da quando appena 13enne, lo vidi nel piccolo cinema di paese, rivisto, è ancora 'tremendamente' attuale. [+]

[+] lascia un commento a brucemyhero »
d'accordo?
gianni lucini martedì 11 ottobre 2011
una svolta nella carriera dei bee gees Valutazione 3 stelle su cinque
85%
No
15%

Il 12 marzo 1977 i fratelli Gibb, meglio conosciuti come i Bee Gees sono in Francia per i fatti loro. Non è un bel momento per la carriera del gruppo che cerca di sopravvivere come può alla crisi del pop melodico. Inaspettata arriva la svolta sotto forma di una telefonata. Nel corso della giornata, infatti, vengono raggiunti dal produttore Robert Stigwood che chiede loro alcuni brani fortemente ritmati per la colonna sonora di un film di cui racconta sommariamente la trama. Si tratta di “Saturday night fever” interpretato dall’emergente John Travolta. Senza neppure leggere la sceneggiatura i tre musicisti si mettono al lavoro negli Chateau d’Heronville Studios in Francia e in breve tempo realizzano i brani richiesti. [+]

[+] lascia un commento a gianni lucini »
d'accordo?
dario lunedì 10 dicembre 2007
solitudine metropolitana Valutazione 4 stelle su cinque
69%
No
31%

Probabilmente il miglior film sulla danza (e non solo) mai fatto in epoca moderna! Travolta è riuscito a creare attorno a sè un'icona con questo ruolo e a ripetere tale grandezza solo col ruolo datogli da Tarantino in "Pulp fiction" . Peccato che il doppiaggio della pellicola sia stato trascurato notevolmente, infatti la si gusta meglio nella sua versione originale. Film inevitabile, un "must" per i cinefili, che seppur poco attratti dalla cultura disco anni '70 (come me), dovrebbero capire che con questo film si è fatta la storia. Notevole anche il malinteso intrinseco del film, ossia che viene fatto passare per commedia, quando in realtà per gran parte della durata del film si sta davvero male da quanto forte e autentico è il ritratto di questa solitudine metropolitana di Tony Manero, il quale riesce a trovare unico conforto nella danza e nella partner in pista interpretata altrettanto bene da Karen Lynn Gorney, nel ruolo di Stephanie Mangano. [+]

[+] lascia un commento a dario »
d'accordo?
aristoteles venerdì 31 luglio 2015
the king tony manero Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

La simpatia e la semplicita' di Tony entrano nel cuore dello spettatore fin dai primi minuti per non uscirne piu'.
Un ragazzone umile, con il dono del ballo, che tiene appesi nella stanzetta i poster di  Rocky e Al Pacino ,con la forza e l'incoscienza di tutti i suoi venti anni,conquista tutti.
Ognuno di noi avrebbe voluto ,almeno una volta,entrare nella "propria" Odissea 2001 per sentirsi Tony Manero ,il Re della pista.
Ogni cosa ha il suo tempo e anche l'incosciente ballerino lo capira'.
Attuale e immortale ,con un Jhon Travolta superlativo.
Costumi e musiche da oscar.

[+] lascia un commento a aristoteles »
d'accordo?
daniela macherelli mercoledì 17 giugno 2015
la febbre del sabato sera : storia di un riscatto Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

La febbre del sabato sera : storia di un possibile riscatto

 

New York è la vera protagonista di questo film, presenza affascinante ed imprescindibile nella

quale si dipanano le vicende di Tony, Stephanie e i loro amici, emblemi tragicamente eloquenti del

malessere metropolitano. [+]

[+] lascia un commento a daniela macherelli »
d'accordo?
alex41 domenica 7 marzo 2010
la febbre degli anni settanta! Valutazione 5 stelle su cinque
63%
No
38%

Affascinante, strepitoso, scatenato, cinico, è un ribelle della sua stessa città, ha una cura maniacale in ogni dettaglio sui passi del ballo che adora più di ogni altra cosa, ha talento, carattere, è masochista, balla i Bee Gees, ama pettinarsi i capelli, vive in una onesta cittadina dove la sua vera "casa" è la discoteca Odissea 2001, dove ogni Sabato sera mostra tutto il suo fascino alle persone riuscendo sempre nell'impresa. Frequenta amici non molto affidabili, ma che lo aiutano a distrarsi dai soliti problemi famigliari (i genitori lo odiano perchè non è come suo fratello che invece è un prete), dal posto di lavoro (dove guadagna pochi spiccioli) e dal rapporto con Stephanie, la ballerina di musica classica che finirà per conquistare il suo cuore. [+]

[+] lascia un commento a alex41 »
d'accordo?
onufrio martedì 17 febbraio 2015
il re delle discoteche Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Film culto che ha segnato un intera generazione, Tony Manero il sabato sera si trasforma in pista diventando un formidabile ballerino, apprezzato da tutti, soprattutto donne, tante donne. Il Sabato diventa lo sfogo del giovane 19enne, e come lui tanti altri ragazzi si divertono fra eccessi di alcool e rischi di gioventù, un salto generazionale ci porta al confronto James Dean/John Travolta, in una "gioventù bruciata" di fine anni 70.

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
rinella luigi sabato 31 gennaio 2009
il travoltismo. Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Con La Febbre del Sabato del Sera nasce il Travoltismo. Film che ha avuto senza alcun dubbio un grande impatto sulla societa' mondiale e non mi riferisco solo ai dettagli tipicamente legati alla moda, dal taglio dei capelli ai pantaloni a zampa di elefante, ma precisamente all'evolversi dei sentimenti e della personalita' di gente comune che grazie alle sinergie create dalla Disco ha potuto esprimere liberamente tutte le sue ponzialita'. Film che ha lanciato in senso assoluto la cultura della vita in discoteca, l'endonismo come medicina contro i risvolti sociali che caratterizzano in pieno il passaggio dall'eta' della giovinezza a quella della maturita'. Senza trascurare il fascino tipico della societa' di fine anni settanta, stufa delle battaglie politiche legata al rock e che finalmente attraverso questi suoni spensierati poteva manifestarsi in svariegate forme di bellezza. [+]

[+] lascia un commento a rinella luigi »
d'accordo?
La febbre del sabato sera | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | paolo ciarpaglini
  2° | brucemyhero
  3° | gianni lucini
  4° | dario
  5° | aristoteles
  6° | daniela macherelli
  7° | alex41
  8° | onufrio
  9° | rinella luigi
Rassegna stampa
Stephanie Zacharek
Premio Oscar (1)
Golden Globes (8)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità