Giulietta e Romeo

Un film di Renato Castellani. Con Laurence Harvey, Flora Robson, Susan Shentall, Enzo Fiermonte, Nietta Zocchi, Sebastian Cabot.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 140 min. - Italia 1954.
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Laurence Harvey Flora Robson
Flora Robson 28 Marzo 1902 Interpreta La nutrice
Susan Shentall
Susan Shentall (87 anni) 21 Maggio 1934 Interpreta Giulietta
Enzo Fiermonte
Enzo Fiermonte 17 Luglio 1908 Interpreta Tibaldo
Nietta Zocchi
Nietta Zocchi 10 Luglio 1909 Interpreta Donna Montecchi
Sebastian Cabot
Sebastian Cabot 6 Luglio 1918 Interpreta Il Capuleti
Per la sua versione della tragedia Castellani ha voluto che i protagonisti fossero il più possibile aderenti agli originali: due adolescenti alle pres...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
Piero Di Domenico     * * * - -
Locandina Giulietta e Romeo

Furono necessari ben 6 anni e una lavorazione maniacale per realizzare quella che resta una delle più famose versioni della tragedia shakespeariana ambientata a Verona, firmata da Renato Castellani e capace di aggiudicarsi il Leone d'oro alla Mostra di Venezia del 1954, quando fu preferita a Senso di Visconti. La celebre vicenda dei due amanti e delle loro famiglie acerrime nemiche, i Montecchi e i Capuleti, viene ripercorsa seguendo molto puntualmente la trama shakespeariana, dalle nozze segrete alla morte di entrambi, con la collocazione nei suggestivi luoghi originari in cui la storia era ambientata e con una certosina attenzione per gli aspetti figurativi, capaci di rimandare alla grande pittura quattrocentesca italiana, da Paolo Uccello a Sandro Botticelli.

Stampa in PDF

Premi e nomination Giulietta e Romeo

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Giulietta e Romeo adesso. »

di Mario Gromo La Stampa

In Inghilterra, come era facilmente prevedibile, si sono scandalizzati, di questa «riduzione». Hanno riconosciuto a Castellani molti meriti, ma non sono riusciti ad accettare i suoi criteri nei confronti del testo e della recitazione. Lassù la tradizione shakespeariana rasenta il culto, soltanto scalfirla può apparire a molti quasi un sacrilegio. E Castellani l'ha certo più che scalfita. Risalito alle origini delle origini, trovò in un autore del cinquecento, Luigi Da Porto, un racconto, Storia di due nobili amanti, con la loro morte pietosa, che avvenne nella città di Verona al tempo del Signor Bartolomeo Scala. »

di Gian Piero dell'Acqua

È la tragedia omonima di William Shakespeare. Versione” italianizzata” e indebolita della tragedia, con prevalenza accordata agli elementi paesaggistici e scenografici, curati con grande perizia calligrafica: i personaggi apparvero, per contro, volutamente desoggettivati ed esangui. Fra gli interpreti, nella parte di Bartolomeo della Scala, lo scrittore Elio Vittorini. »

di Guido Aristarco

I grandi film shakespeariami di Olivier - l'Amleto e sopra tutto l'Enrico V e anche il barbarico Macbeth di Welles hanno chiarito a suo tempo alla critica cinematografica non poche questioni estetiche e culturali: hanno per esempio stabilito l'artisticità non solo delle interpretazioni di testi teatrali, ma anche delle "traduzioni". Accantonati dunque questi problemi generali, e la "novità" nei termini di un Olivier, di fronte a Giulietta e Romeo di Renato Castellani rimane da vedere tutto un complesso di fenomeni particolari. »

di Giuseppe Marotta

Non oso, figuriamoci, raccontarvi Giulietta e Romeo. È la storia delle storie d'amore, la conoscono pure i sassi, aleggia dovunque una coppia sospira o inveisce al cielo. Su ogni passione, il romanzo di Giulietta e Romeo splende malinconico e remoto come la luna. Anch'io l'adoro: perché è un dramma gentile e perché, sovrattutto, non lascia vedovi. Una gara di completa dedizione e di completo annullamento viene ingaggiata, ed entrambi i leggiadri competitori la perdono e la vincono. Ciò succede in una cripta, elimina vorrei dire superfluità e dispersioni, qua le carte e qua la posta di un giuoco terribile ma semplicissimo, in pochi minuti la partita è chiusa e nemmeno ci saranno cortei funebri. »

Giulietta e Romeo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Rassegna stampa
Mario Gromo
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità