Viuulentemente... mia

Acquista su Ibs.it   Dvd Viuulentemente... mia   Blu-Ray Viuulentemente... mia  
Un film di Carlo Vanzina. Con Laura Antonelli, Diego Abatantuono, Roberto Della Casa, Eolo Capritti.
continua»
Commedia, durata 105 min. - Italia 1982. MYMONETRO Viuulentemente... mia * * 1/2 - - valutazione media: 2,84 su 6 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

La deriva di un poliziotto zelante ma un po' scemo Valutazione 2 stelle su cinque

di GreatSteven


Feedback: 55370 | altri commenti e recensioni di GreatSteven
lunedì 23 luglio 2018

VIUUULENTEMENTE MIA! (IT, 1982) di CARLO VANZINA. Con DIEGO ABATANTUONO, LAURA ANTONELLI, CHRISTIAN DE SICA, SANDRO GHIANI, GUIDO NICHELI, ENIO DROVANDI, ISAAC GEORGE, DIEGO CAPPUCCIO, GUIDO CERNIGLIA, ROBERTO DELLA CASA
Achille Cotone è un poliziotto del sud che sogna di fare carriera a Roma, ma il suo superiore finisce puntualmente per svilire le sue ambizioni perché lo considera sprovveduto. Una notte, mentre è ospite della sorella che lavora come cameriera in una villa signorile appartenente ad un facoltoso avvocato, il destino gli offre un’occasione imperdibile: scopre che Anna Tassotti Maloni, ricca finanziera spregiudicata nonché continua evasora fiscale, è stata spinta dai genitori a fuggire in Spagna per mettere al sicuro i capitali rubati e là è stata arrestata per lo smarrimento dei documenti. Il capo di Cotone, il sovrintendente Manghera, ottiene l’estradizione della donna e col sottoposto parte per Ibiza per riportarla in Italia. Dapprima la Maloni riesce a mettere fuori combattimento Manghera grazie all’aiuto di Juan, un amico spagnolo proprietario di un ristorante che somministra all’insaputa del sovrintendente un lassativo nel cibo che i tre mangiano a pranzo, ma non ha fatto i conti con l’integerrimo agente Cotone, un po’ tocco ma pronto a qualunque sacrificio pur di ottenere la tanto agognata promozione. Fra peripezie innumerevoli e viaggi improvvisati e imprevisti fra Ibiza, Corsica e Maremma, il poliziotto riuscirà a consegnare la donna nelle mani della giustizia, ma durante lo spericolato viaggio lungo il Mediterraneo fra i due è scoccata una scintilla amorosa che farà rivedere ad entrambi, almeno in parte, i piani iniziali. Supportato da una costruzione ben congegnata (soggetto di Mario Amendola e Bruno Corbucci e sceneggiatura del regista col fratello Enrico, coadiuvati da Cesare Frugoni), l’Abatantuono prima maniera riesce ad essere, rispetto ai precedenti film sempre incentrati sul personaggio del terrunciello, meno la macchietta di sé stesso e dà l’aria di divertirsi alquanto recitando, tra funambolismi verbali, volute storpiature comiche ed esilaranti sequenze d’azione in puro stile slapstick. Ma la commedia trova il suo turbo soltanto in lui: Antonelli non è poi tanto diversa dai personaggi che interpretava nel decennio precedente nelle commedie sexy all’italiana, anzi, qui appare addirittura più stinta e fuori fase; gli attori in parti secondarie fanno più che altro cammei poco azzeccati (il marito divorziato di Nicheli cui Abatantuono ruba la barca, dal forte e saccente accento milanese; il commissario di Ghiani che non si lascia sfuggire un’opportunità per denigrare il suo dipendente e che scompare dopo mezz’ora di film per un problema intestinale dovuto alle ragioni menzionate sopra; e specialmente De Sica, per nulla in parte nei panni del ristoratore sessualmente ambiguo che parla un brutto grammelot italo-ispanico, carattere che non rende giustizia al suo talento e lo fa sprofondare nel ridicolo involontario). Le gag che funzionano non mancano e sono anche concatenate secondo un ordine piuttosto preciso ed efficiente – lo spasimante anglofono che crede che Cotone sia il fratello della finanziera; l’aereo che viene colpito da un fulmine e precipita nel bosco in piena notte; il pagamento in natura a bordo del peschereccio marocchino affinché i due protagonisti possano sbarcare sulle coste italiche –, ma Vanzina, regista impersonale e incolore che ha comunque firmato la maggior parte dei film comici italiani di miglior successo al box office fra gli anni ’80 e i primi 2000 e la cui recente scomparsa ha in effetti lasciato un vuoto rattristante nel cinema nostrano, sbaglia a puntare sul loro effetto matematico ed estemporaneo, e dunque, privilegiando la durata a discapito della storia in sé, non si va al di là di qualche risata, perlopiù strappata a forza benché i momenti spassosi non si contino certo sulla punta delle dita.

[+] lascia un commento a greatsteven »
Sei d'accordo con la recensione di GreatSteven?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di GreatSteven:

Vedi tutti i commenti di GreatSteven »
Viuulentemente... mia | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | lorenzomnt
  2° | greatsteven
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità