Durante la Tormenta

   
   
   

Melensaggini spazio-temporali Valutazione 2 stelle su cinque

di laurence316


Feedback: 27050 | altri commenti e recensioni di laurence316
martedì 9 aprile 2019

A quanto pare incapace di concepire un qualunque altro meccanismo narrativo che non sia quello im­plicante la risoluzione di un (apparentemente cervellotico) mistero, in altre parole caduto in una sorta di sindrome à la Shyamalan, lo in parte ancora promettente Paulo si cimenta nel suo terzo “thriller” di se­guito con sorpresa finale. “Thriller” tra virgolette per­ché, al contrario dei suoi due precedenti exploit (El cuerpo e Contrattempo), questo suo nuovo film pur­troppo fallisce proprio dove gli altri al contrario eccel­levano: ovvero, creare suspense.

Si dilunga troppo, è troppo espositivo, scivola talvolta nel ridicolo (quanto­meno nella scena con protagonista la scrittrice/profes­soressa comicamente disinformata sui fatti, capace solo di
pronunciare paroloni a vanvera), ma soprattut­to non è tanto intelligente quanto crede di essere.

Per­ché a risultare ancora più grave è il fatto che la suppo­sta “sorpresa finale” sia invece quanto di più prevedi­bile, e melenso, si possa immaginare (in altri termini, colui il quale
la protagonista così affannosamente cer­ca è esattamente chi si potrebbe arrivare a sospettare a primo acchito).
Venendo meno la rivelazione principa­le, del tutto telefonata, il fatto che poi il film nell’ulti­mo quarto d’ora si cimenti in un’ardita “sotto-rivela­zione”, o meglio in un’ardita e affrettata e frettolosa soluzione dell’intera faccenda (che ingenera non pochi problemi di plausibilità, come del resto altre parti del film, ad esempio l’ossessione maniacale di un certo personaggio ai limiti della psicopatia), non sortisce or­mai il ben che minimo interesse e il tutto finisce per afflosciarsi in un dimenticabile lieto fine.

Il sentimen­tale, man mano che si procede, finisce per prevalere sul thriller, e a farne le spese, oltre alla tenuta spet­tacolare del film, è anche e soprattutto il suo impianto narrativo.
Comunque già seriamente compro­messo sin dai primi minuti da un’ostentata e totale inesplicabilità di qualsiasi evento per cui evidente­mente non si sia riusciti a trovare una qualche spiegazione originale o ragionevole; oltreché
dal com­portamento sinceramente improbabile di taluni personaggi (giusto per fare un esempio: in quale acci­denti di mondo un ragazzino, in casa da solo, sentendo i vicini urlare e litigare violentemente, invece di chiamare aiuto si intrufolerebbe nel cuore della notte nella loro casa per vedere che succede?).

Inutile dilungarsi oltre: il primo film del regista realizzato per Netflix è anche il suo primo passo falso. Un film poco riuscito che non ha nulla a che vedere con i suoi due precedenti lungometraggi, in entrambi i quali la sorpresa finale risultava essere precisamente questo: una sorpresa.

[+] lascia un commento a laurence316 »
Sei d'accordo con la recensione di laurence316?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
96%
No
4%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di laurence316:

Vedi tutti i commenti di laurence316 »
Durante la Tormenta | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | laurence316
Scheda | Cast | News | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità