Parlami d'amore

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Parlami d'amore   Dvd Parlami d'amore   Blu-Ray Parlami d'amore  
Un film di Silvio Muccino. Con Silvio Muccino, Aitana Sánchez-Gijón, Carolina Crescentini, Andrea Renzi, Flavio Parenti.
continua»
Commedia, durata 115 min. - Italia 2008. - 01 Distribution uscita giovedì 14 febbraio 2008. MYMONETRO Parlami d'amore * * - - - valutazione media: 2,03 su 421 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
nino p. domenica 1 marzo 2009
un buon esordio di muccino regista. Valutazione 4 stelle su cinque
74%
No
26%

Da almeno 10 anni ogni volta che esco dalla sala cinematografica dopo aver visto, in genere, un film italiano sia comico che drammatico, l'impressione che mi resta è quello di definirlo discreto anche se in me non percepisco un particolare entusiasmo. Questo film di Muccino non solo mi è piaciuto ma l'ho pure aggiunto alla mia collezione di DVD. Bravo Silvio nel non imbastire la sola commediola amorosa, ma bensì una trama che pur essendo prevalentemente di genere sentimentale racchiude elementi riflessivi squisitamente originali e ben rappresentati. La trama infatti ha come argomentazione problematiche giovanili messe in evidenza senza nessuna pretesa intellettuale ma di genuino realismo ed il tutto ambientato nella eterogenea metropoli della capitale romana nella quale evidentemente c'è posto per una serie infinita di situazioni e personaggi; bravo Muccino, ottima prova di regista e mi raccomando continua con questo stile. [+]

[+] lascia un commento a nino p. »
d'accordo?
pennysilvian84 martedì 19 febbraio 2008
l'esordio di muccino jr Valutazione 3 stelle su cinque
53%
No
47%

Sensuale, penetrante, emozionante. Ecco in tre parole il primo film di Silvio Muccino, uscito nelle sale il 14 febbraio scorso. Muccino fa della sua opera prima un sunto di simbolismi e di richiami a registi e musicisti che hanno segnato la sua carica vita di ventiseienne. Figlio del cinema moderno, Muccino riesce a conciliare il tormento giovanile per un amore apparentemente immacolato con la possibilità di rinascita in una società scoppiata e segnata a sangue dalle frenesie dei giovani bene calati nello scenario di una Roma da sniffare e da vivere all’estremo. Non c’è nulla del qualunquismo e del banale in questo film, che profuma d’amore e di erotismo. Laddove il dialogo langue si lascia spazio ai virtuosismi della cinepresa che scava nell’intimità, che mostra sfacciatamente la debolezza del protagonista Sasha (Silvio Muccino) asfissiato da una vita e dal passato, che si attacca morbosamente all’elegante Nicole (Aitana Sanchez-Gijòn) che gli insegna l’arte della seduzione e del vivere, insegnamenti dei quali non sa nulla lei stessa. [+]

[+] ahahaahah...è la produzione che ti paga!? (di zeroide)
[+] il tuo è un puro esercizio di retorica (di mik)
[+] incredibile la freddezza retorica. ma chi vi paga? (di anjelinajoliemifanapippa)
[+] :) muccino fa della sua opera prima un sunto... (di al77)
[+] orrendo (di annoiato)
[+] ridicolo (di glory day)
[+] un film stupendo (di luce)
[+] una boiata tremenda.... (di gra)
[+] un film schifoso!inguardabile! (di dhedo)
[+] lascia un commento a pennysilvian84 »
d'accordo?
maryluu lunedì 18 febbraio 2008
l'esordio di silvio muccino Valutazione 3 stelle su cinque
52%
No
48%

Devo dire che Silvio Muccino ha sorpreso tutti con questo suo primo esordio da regista. Avendo letto il libro ero già preparata sull'interessante trama ma non credevo che la ricostruzione in certe parti potesse essere migliore dello stesso libro. La storia è molto emozionante. Non è una banale storiella d'amore ma una storia valida, coinvolgente, reale. Una storia che tocca temi sociali attuali e drammatici, soprattutto il fragile mondo dei tossicodipendenti. Un grande applauso va a Aitana Sánchez-Gijón, vero fulcro del film e a Carolina Crescentini, che dimostra grande talento e anche versatilità vista la capacità di rappresentare nella sua carriera cinematografica ruoli molto diversi. Ho trovato un eccellente Muccino-attore anche se talvolta troppo forzato, poco vero. [+]

[+] eh si! (di chiaretta)
[+] commenti eccessivi (di maryluu)
[+] non daccordo (di madai)
[+] assolutamente ragione (di parlami d'amore xs)
[+] lascia un commento a maryluu »
d'accordo?
evitigna domenica 2 marzo 2008
la "leggerezza" è una conquista dell'età... Valutazione 1 stelle su cinque
51%
No
49%

Che noia i vent'anni tronfi e pesanti di Silvio Muccino! Ci si sente costretti dalla seconda mezz'ora fino alla fine del film a sfogliare un album di citazioni cinematografiche mal riproposte, ridondanti e pretestuose. Il tutto condito da una sfilza di dialoghi nasali scontati e ovvi come l'effetto dell'alcol a stomaco vuoto. Pathos non pervenuto, nonostante lo sforzo di una recitazione esasperata e inutilmente fuori dalle righe. Interni ed esterni di una Roma inesistente e in perenne sdoppiamento di identità, quando gotica, quando barocca, quando boh... feste in maschera che manco Eyes Wide Shut, perle di saggezza femminile prive di riscontri reali tipo "Guarda che quando lo levi (il trucco) bucia". [+]

[+] evitigna sei grande (di roberto)
[+] xfetto! (di ludo)
[+] bello da morire (di parlami d'amore xs)
[+] lascia un commento a evitigna »
d'accordo?
lupius mercoledì 19 gennaio 2011
vergogna Valutazione 1 stelle su cinque
48%
No
52%

Il film di Muccino Jr. è carente sotto ogni punto di vista. A prescindere dalle molte scene di sesso, che non sfiorano mai la sensualità e la poesia restando semplicemente voyeristiche, le situazioni sono costruite con tale semplicismo da non riuscire mai a capire le vere ragioni delle scelte dei personaggi. Spesso urla, respiri affannati e scatti d'ira non hanno una spiegazione; la regola di azione e reazione è quasi sempre ignorata e così sembra che le conseguenze di un gesto siano prive di eco nello sviluppo della scena. Tutto è talmente costruito intorno alla macrostoria della moltitudine di sofferenze da non lasciare spazio a ciò che ogni singola scena racconta, rendendone alcune completamente inutili. [+]

[+] lascia un commento a lupius »
d'accordo?
nico domenica 17 febbraio 2008
senza alibi Valutazione 1 stelle su cinque
47%
No
53%

il film va avanti per percorsi narrativi scollegati tra di loro alla facile ricerca di universi giovanili di carta fatti di mondi e personaggi alla deriva..cose già viste e ancora in maniera pessima in come tu mi vuoi..gli attori non sanno recitare e la cosa mi stupisce e non con ironia..speravo k la crescentini fosse più dell'asia argento bionda k vuole essere all'estremo a tutti i costi e muccino tranne k in manuale d'amore dove sembrava un impacciato pieraccioni (ank x via di veronesi) pensavo fosse un discreto attore..troppo presto per una prova da buon attore (la prossemica in scena era degna dei teatri da scuola media) e ancora di più da buon regista (come sempre applausi per muccino fratello). [+]

[+] l'ignoranza... (di sary)
[+] leggi bene (di maurizio o saverio)
[+] sempre io (di saverio o maurizio)
[+] x sary (di madai)
[+] concordo (di fabrizio)
[+] ignoranza (di kalibardo)
[+] e chi sn i bravi ? (di lorelai)
[+] i bravi..... (di tarantola)
[+] wonderful (di wendy)
[+] x saverio e maurizio (di susy)
[+] - (di pa)
[+] x lorelai (di roberto)
[+] ----- (di fede)
[+] lascia un commento a nico »
d'accordo?
il caimano domenica 10 febbraio 2008
facile distruggerlo.... Valutazione 2 stelle su cinque
48%
No
52%

Si tratta del film d'esordio di Silvio Muccino, tratto dal suo omonimo libro scritto insieme a Carla Vangelista, qui in veste di sceneggiatrice insieme allo stesso Muccino). La storia è lineare: il ventenne Sasha (Silvio Muccino) reduce da un passato di abbandoni e sofferenza, incontra per caso la bella quarantenne Nicole (Aitana Sanchez Gijon), con la quale nasce una bella amicizia: grazie ai suoi consigli Sasha vorrebbe un giorno sedurre Benedetta (Carolina Crescentini), una giovane ragazza ricca e viziata, una gran baldracca. Il film è meno peggio di quanto ci si aspetterebbe. Punti di forza: 1) un gusto non comune per un esordiente per l'eleganza delle immagini, patinate, ma con stile (vedi la scena del rave in maschera); 2) la fotografia, si richiama ovviamente a quanto detto poco fa, impeccabile; 3) la recitazione dei protagonisti: Silvio Muccinosi sforza, Aitana è brava ma non mi comunica granchè, mentre la Crescentini, bella e spontanea; 4) i dialoghi: banali solo a tratti; 5) musica facile facile, ma bella Punti di debolezza: 1) la storia è risaputa e telefonata; 2) Muccino dovrebbe fare un corso di umiltà in dispese: presente dall'inizio alla fine, non c'è una sequenza dove non compaia, e tra l'altro spesso lo fa nudo/seminudo, con un asciugamano per fa vedere la mercanzia (ci scommetterei: tutta farina del sacco degli steroridi. [+]

[+] be careful (di frank)
[+] stupendo (di fan)
[+] il caimano rispone a frank (di il caimano)
[+] anita non brava... bravissima (di francesco)
[+] aitana scusate :p (di francesco)
[+] ok, non è orson welles però... (di orione)
[+] quasi d'accordo cn te (di micetta3000)
[+] rispondo a qll che hai risposto a frank (di micetta3000)
[+] ma che libri leggete? (di mik)
[+] leggggggggggggiiiiiiiiiiiiii (di pipparolen)
[+] lascia un commento a il caimano »
d'accordo?
francesco cerminara lunedì 13 agosto 2007
l' inizio di un successo Valutazione 5 stelle su cinque
46%
No
54%

Silvio Muccino è una delle figure di maggior talento del cinema italiano di oggi. Intelligente, colto, scaltro. Come attore ha saputo raccontare, sotto l' abile regia del fratello, i problemi, le speranze dei giovani oggi, senza cadere nella banalità. Ha interpretato personaggi complessi dal punto di vista psicologico, mai ruoli semplici. E' potuto così crescere l' artista che si celava sotto i capelli arruffati e un accenno di baffi. Fare il regista è diverso. E' un mestiere ricco di stimoli e di responsabilità.Bisogna essere in simbiosi con altri competenti in diversi campi. Silvio è pronto, non ha paura.

[+] sei suo cugino? (di piro)
[+] beh...sei dell'ufficio stampa, vero? (di federico fellini)
[+] santa maria (di san tossiko vero)
[+] ho visto il film (di eros)
[+] parioli dark (di silvia)
[+] ma meglio rambo... (di anonimo522811)
[+] eh????? (di shakespeare nella tomba..)
[+] raginate con calma! (di marquise)
[+] non andate a cinema!!! (di madai)
[+] hauhauhauha (di crack)
[+] colonizzati culturalmente rambo fa schifo (di anonimo561075)
[+] che pena (di ele)
[+] commento (di frank)
[+] frank sei un ignorante (di madai)
[+] ahahahahahahahah (di il cinema zero)
[+] allora... (di gaietta91)
[+] permettimi di dirti che c'hai capito poco (di paioco89)
[+] pazzia assoluta (di whitemary)
[+] dovrebbe averne di paura (di giulia)
[+] peccato (di salvoroma)
[+] silvio ma sei proprio tu? (di stefano)
[+] per anonimo anticinemaamericano (di frankwest)
[+] ................leggi.......... (di pipparolen)
[+] talento? maturo ? pronto? (di fabrizio)
[+] cultura neorealista (di frank)
[+] ironico (di dissident)
[+] lascia un commento a francesco cerminara »
d'accordo?
Parlami d'amore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (3)
David di Donatello (8)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità