Black Hawk Down

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Black Hawk Down   Dvd Black Hawk Down   Blu-Ray Black Hawk Down  
Un film di Ridley Scott. Con Josh Hartnett, Tom Sizemore, Ewan McGregor, Sam Shepard, Jason Isaacs.
continua»
Titolo originale Black Hawk Down. Guerra, b/n durata 144 min. - USA 2001. MYMONETRO Black Hawk Down * * * - - valutazione media: 3,27 su 40 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
johnny d. mercoledì 14 febbraio 2007
il blitz usa in somalia nel 1993 Valutazione 5 stelle su cinque
87%
No
13%

Nel 1992 anni di lotta tra clan rivali causano una carestia di proporzioni bibliche e più di tre milioni di civili perdono la vita per gli stenti. Aidid, uno dei più potenti signori della guerra controlla la capitale: Mogasiscio. La fame è la sua arma. Il mondo risponde: 20000 marines americani distribuiscono gli aiuti umanitari e ristabiliscono l'ordine. Aprile 1993, Aidid attende il ritiro delle truppe per poi cominciare a prendere di mira il personale americano. Giugno 1993, durante un imboscata 24 soldati ONU pakistani vengono fatti a pezzi dalle milizie di Aidid. Agosto 1993, vengono inviati dei reparti dpeciali americani per ristabilire l'ordine a Mogadiscio: le Delta Force, i Ranger e i 160th SOAR. [+]

[+] lascia un commento a johnny d. »
d'accordo?
igz7319 giovedì 2 aprile 2009
perchè lo facciamo Valutazione 0 stelle su cinque
96%
No
4%

quando ti fischia il primo proiettile sopra la testa, tutto svanisce... la politica i discorsi... e pensi alla tua vita... le guerre sono terribili... non esiste un buono o un cattivo, esistono solo interessi economici... finchè esisterà il danaro esisteranno interessi... chi ci va di mezzo è la popolazione del paese occupato, i soldati di entrambi le parti, le famiglie dei soldati... grazie a lui ho scoperto cosa accadeva nel mondo, in quegli anni mentre crescevo sereno e tranquillo, magari a giocare con i soldatini, purtroppo nello stesso mondo esisteva un bambino con la mia stessa età, che magari sparava... e sapeva quanto era dura la vita. Ottimo film, c'è una sorta di rievocazione del più importante film di guerra, Apocalipse Now.

[+] lascia un commento a igz7319 »
d'accordo?
time_traveler lunedì 23 maggio 2011
qualcosa che va oltre al semplice scontro armato Valutazione 4 stelle su cinque
91%
No
9%

Black Hawk down rientra perfettamente nei film catalogabili come Film di Guerra, eppure se si riesce a non farsi catturare quasi completamente dalla potenza delle immagini e dei suoni, ci si renderà conto che BHD è anche un film con tratti di pura drammaticità. Questi tratti sono apprezzabili quando viene proposto il sacrificio di alcuni soldati intenti a salvare la vita ai compagni abbattuti dal nemico. La storia racconta questo, racconta della guerra civile somala degli anni '90 dell'intervento dei caschi blu e ovviamente degli Stati Uniti,che con un blitz super-segreto, cercano di catturare il signore della guerra di turno. Basato su fatti realmente accaduti, e portando sullo schermo nomi e divise di uomini realmente esistiti e caduti sul campo, il film riesce a conquistare ben presto: Le scene sono stupende, dallo sbarco aereo alle incursioni cittadine, fino ad arrivare alla strenua resistenza di alcuni piloti di un elicottero (Black Hawk per l'appunto) abbattuto da un lanciamissili ostile. [+]

[+] lascia un commento a time_traveler »
d'accordo?
muttley72 giovedì 8 novembre 2012
guerriglia urbana a mogadiscio Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Nel 1986 cade il regime di Siad Barre in Somalia (ex colonia italiana), le lotte tra clan rivali che seguono alla caduta generano una crisi umanitaria e l'ONU vota quindi a favore di un intervento in loco nel 1992. La capitale Mogadiscio è nelle mani di uno degli ex collaboratori di Barre, il generale Mohamed Farah Aidid  (il soprannome "Aidid" significa "Vittorioso") che è a capo di una tribu e controlla una propria milizia armata. Egli morirà poi nel 1996 ucciso da una tribu rivale.
Dopo la Prima Guerrra del Golfo del 1991 (condizionata da forti interessi per il petrolio presente nei territori contesi) c'è una nuova polemica per l'intervento militare USA (nell'ambito della forza ONU) in Somalia, ma stavolta gli unici interessi economici che agli Stati Uniti possono attribuirsi sono solo  le banane (con la "Dole") e la concessione di gran parte del territorio somalo per i possibili gacimenti di petrolio (mai trovato in abbondanza e quindi considerabile solo come un interesse teorico), dunque ben poco per giustificare l'invio di un contingente militare. [+]

[+] p.s. precisazione alla mia recensione (di muttley72)
[+] lascia un commento a muttley72 »
d'accordo?
rmarci 05 giovedì 2 maggio 2019
un film duro e realistico quanto patriottico Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

La straordinaria abilità tecnica del regista Ridley Scott (Alien, Il Gladiatore) è messa a disposizione del produttore Jerry Bruckheimer (Top Gun, Pearl Harbor): il risultato è una pellicola il cui obiettivo principale è rappresentare in maniera quanto più realistica si possa fare il caos e la brutalità della guerra in tutte le sue carneficine, attraverso un montaggio frenetico, un sonoro eccellente, una fotografia dai colori caldi come le fiamme causate dalle disastrose esplosioni e delle riprese a spalla delle scene di combattimento assai realistiche e magistrali. Purtroppo il film in alcune scene scade nel solito ed insopportabile patriottismo tipico degli americani, colpa attribuibile non tanto al regista britannico ma al produttore, senza neanche approfondire molto i personaggi. [+]

[+] lascia un commento a rmarci 05 »
d'accordo?
jacopo b98 giovedì 3 luglio 2014
un film duro e realistico, ma c'è troppa battaglia Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

 Il 3 1993, le truppe statunitensi fanno un blitz per catturare il più potente signore della guerra somalo: Mohamed Farrah Aidid. Quella che doveva essere un’operazione rapida, veloce (mezz’oretta), e senza eccessivi spargimenti di sangue, si trasforma, quando due elicotteri Black Hawk vengono colpiti ed abbattuti, in una sanguinosa battaglia per le strade di Mogadiscio. Nella mattinata del 4 ottobre, dopo un pomeriggio e una notte di combattimenti senza tregua, la battaglia avrà fine. La sceneggiatura di Ken Nolan si basa su un romanzo del giornalista Mark Bowden, che era stato in Somalia durante i giorni della tristemente famosa battaglia di Mogadiscio. Scott ha perciò diretto questo war-movie su una delle guerre più sporche e spietate della Storia. [+]

[+] lascia un commento a jacopo b98 »
d'accordo?
kronos giovedì 15 dicembre 2016
cinema di propaganda Valutazione 2 stelle su cinque
55%
No
45%

Film bellico adrenalinico, di alto profilo tecnico, soprattutto in rapporto all'epoca di produzione. Ma dal regista di "Blade Runner" ci si aspetta, anzi si PRETENDE, quacosa più del solito film di propaganda stelle e strisce. Certo, apparentemente un soggetto in cui una ventina di bistecconi yankee vengono macellati da un pugno di terzomondiali potrebbe apparire come qualcosa d'innovativo e poco patriottico. Ma l'apparenza inganna e lo si scopre quasi subito: i combattenti somali diventano la versione terrestre dei mostri proteiformi di "Alien": esseri ostili a prescindere, privi di qualunque attributo umano o psicologico riconoscibile. Al centro dello schermo eroici e tutti d'un pezzo (beh, alla fine qualche pezzo mancherà) abbiamo i soliti guerrieri americani senza macchia e senza paura, nella realtà esercito invasore, contrapposti al male assoluto e innominabile: i partigiani somali. [+]

[+] lascia un commento a kronos »
d'accordo?
mario fagotto domenica 24 febbraio 2002
fazioso e riuscito Valutazione 3 stelle su cinque
20%
No
80%

Film certo fazioso sul piano della rappresentazione del conflitto politico (tanto che alcune associazioni somale avrebbero protestato per alcune scene particolarmente forti), il film si inserisce in quella che si potrebbe chiamare una lunga escursione nei generi cinematografici a cui Scott sembra ci voglia abituare. Della sua 'poetica' rimangono la lotta fra bene e male, la costruzione di scenari storico/urbani dove si mescolano l'arcaico e il post-moderno, una certa cosapevolezza metalinguistica in grado di ricondurre lo spettatore di fronte all' evidenza della fiction (il generale/regista che dirige l'intera azione bellica su cui, praticamente, si incentra il film, segue lo svolgersi della operazione attraverso monitor, collegamenti radio e immagini via satellite, strumenti che segnano il nuovo conflitto di classe della nostra epoca, quello fra chi vede e subisce l'azione e quello di chi la determina e la dirige).

[+] io avevo pensato (di francesco2)
[+] lascia un commento a mario fagotto »
d'accordo?
Black Hawk Down | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Pino Farinotti
Pubblico (per gradimento)
  1° | johnny d.
  2° | igz7319
  3° | time_traveler
  4° | muttley72
  5° | jacopo b98
  6° | rmarci 05
  7° | kronos
  8° | mario fagotto
Rassegna stampa
Emanuela Martini
Premio Oscar (10)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità