8 ½

Acquista su Ibs.it   Soundtrack 8 ½   Dvd 8 ½   Blu-Ray 8 ½  
   
   
   

Il mestiere di chi campa sulla propria fantasia. Valutazione 5 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 66594 | altri commenti e recensioni di Great Steven
giovedì 2 gennaio 2020

8½ (IT/FR, 1963) diretto da FEDERICO FELLINI. Interpretato da MARCELLO MASTROIANNI, ANOUK AIMéE, SANDRA MILO, CLAUDIA CARDINALE, ROSSELLA FALK, BARBARA STEELE, GUIDO ALBERTI, MARIO PISU, CATERINA BORATTO, ANNIBALE NINCHI, EDRA GALE, GIUDITTA RISSONE, POLIDOR
In crisi esistenziale e professionale, alle prese con un film da girare, un regista cinematografico fa una mobilitazione generale di emozioni, affetti, ricordi, sogni, complessi, bugie. Tutto ciò che lo circonda si ricopre di una languida stanchezza. I suoi rapporti interpersonali si fanno sempre più complessi, le sue esigenze richiedono soddisfacimenti molto arzigogolati e l’ispirazione si fa sentire a singhiozzo facendogli rincorrere un’idea dopo l’altra senza un materiale interessamento. Fa costruire un’immensa impalcatura che forse servirà per le riprese di un film di fantascienza, ma nemmeno lui sa per che cosa l’abbia fatta edificare. In rotta sia con la moglie che con l’amante, incontra un vecchio amico anch’egli accompagnato da un’amante (per altro di trent’anni più giovane), allontana l’addetto agli effetti speciali della sua crew che da tempo strisciava ai suoi piedi per un po’ di considerazione, ascolta svogliatamente coloro che gli propongono nuovi improbabili sceneggiature, vede attrici anziane in attesa di tornare alla ribalta per un ultimo colpo di coda e, accanto a loro, soubrette d’avanspettacolo che bramano visibilità, discute coi tecnici che urlano, parla con un critico che gli smonta le ambizioni registiche con un linguaggio infidamente ermetico… cerca consolazione presso un cardinale che, in risposta ai suoi dubbi, gli porta all’attenzione i cardellini. Continuamente in bilico fra realtà e immaginazione, la mente gli riporta le memorie del passato: il padre che incontra in uno scenario sepolcrale; le prime trasgressioni ai tempi delle scuole elementari; la maga che gli legge il futuro con la formula "Asa nisi masa"; la prima terra oramai sepolta nella profondità dei sogni. I timori, i misteri, le curiosità e le afflizioni proseguono fino al girotondo finale, scevro dalle preoccupazioni solo in apparenza e comunque pregno della vivacità di una galleria di personaggi che non si possono dimenticare. Dino Buzzati lo definì la masturbazione di un genio. Fellini racconta la sua vita eliminando alla radice i problemi rappresentativi e la vergogna e si fa cantore nonché esecutore di un rivoluzionario modo espressivo che influenzò il cinema mondiale degli anni ’50 e ’60, rinnovamento cominciato già con La dolce vita. In molti lo ritengono la sua più alta espressione artistica, il capolavoro massimo di un estro creativo dai confini non rintracciabili perché sconfinati. Vale senza ombra di dubbio per la sua importanza stilistica nella rottura della drammaturgia tradizionale, che permette di adocchiare un sistema narrativo che si muove per scorci e confusioni, attingendo ai contributi tecnici e artistici in maniera polivalente. Con un Mastroianni qui più che mai alter ego di Fellini, questo film s’ammanta di una pesantezza greve ottimamente compensata da una carrellata di interpretazioni sui generis che, facendosi promotrici di un messaggio ben preciso, esplorano gli ambiti reconditi della sessualità, dell’amore, della pazienza e del tradimento. Il pessimismo di fondo non c’è, poiché, se anche 81/2 non propone certo un discorso dai risvolti positivi, il tema della memoria necessaria al recupero di un equilibrio interiore si riscatta da sé con l’auto-aiuto dei sogni: vivere contribuisce a sognare. Il sogno è alimentato e arricchito dalla vita, e ne viene evocato a ogni piè sospinto. È inutile drammatizzare sul grande palcoscenico dell’esistenza. Qui tutto si compie, tutti i misteri vengono identificati. Il mondo del regista sale di dimensione per assurgere al panismo. Si evolve nella sua prima persona, come una sorta di inferno e paradiso onnicomprensivi, efficacissimi: il cinema felliniano è complice e intrigante, ruffiano, blasfemo e religioso, sottaniere e creante disagio, eroico e vigliacco, uomo e donna, qualunquista, apolitico, periferico, olimpico, provinciale. Ma la soglia di fantasia, magia e sortilegio è altissima, conquistabile solo da Fellini. Lui lo descrisse come un misto fra una sgangherata seduta psicoanalitica e un disordinato esame di coscienza in un’atmosfera da limbo. Una tappa avanzata nella storia della forma romanzesca. Una costruzione in abisso a tre stadi. Un Ben-Hur del cinema d’avanguardia. «L’enfer c’est les autres», affermò Jean-Paul Sartre. Fellini ribalta la sentenza: la vita – e il cinema – sono gli altri, i vivi e i morti, gli esseri reali e le creature fantastiche. Bisogna accettarli tutti con amore, gratitudine, solidarietà. 2 Premi Oscar: costumi (Pietro Gherardi), miglior film straniero. 7 Nastri d’Argento: film, produttore, soggetto, sceneggiatura, S. Milo, musiche (Nino Rota), fotografia (Gianni Di Venanzo). Diario di bordo di un autore che diventa anche il tentativo di un autoritratto con l’ausilio della fantasia e il rapporto su un ingorgo esistenziale.

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
8 ½ | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | roberto
  2° | veronick
  3° | paolo 67
  4° | gianni lucini
  5° | paolo 67
  6° | paolo 67
  7° | il cinefilo
  8° | lucaguar
  9° | jacopo b98
10° | parsifal
11° | angelino67
12° | jekyll
13° | luca scial�
14° | great steven
15° | no_data
16° | biancaritacataldi
17° | catullo
18° | frdb82
19° | noia1
20° | stefanocapasso
21° | giulio andreetta
22° | paolo 67
23° | cineamatore
24° | joker 91
Premio Oscar (10)
Nastri d'Argento (22)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 25 novembre
High Life
Galveston
martedì 17 novembre
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledì 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedì 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledì 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledì 28 ottobre
La partita
mercoledì 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità