The Lady in the Van

Acquista su Ibs.it   Soundtrack The Lady in the Van   Dvd The Lady in the Van   Blu-Ray The Lady in the Van  
Un film di Nicholas Hytner. Con Maggie Smith, Dominic Cooper, James Corden, Jim Broadbent, Frances de la Tour.
continua»
Titolo originale The Lady in the Van. Biografico, Ratings: Kids+13, durata 104 min. - Gran Bretagna 2015. MYMONETRO The Lady in the Van * * * - - valutazione media: 3,00 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

la difficile sintesi tra commedia e dramma Valutazione 3 stelle su cinque

di Zarar


Feedback: 13464 | altri commenti e recensioni di Zarar
martedì 23 febbraio 2016

Un disgraziato incidente stradale che ha come vittima un giovane motociclista  è il big bang iniziale che introduce lo spettatore alla storia 'per la maggior parte vera' raccontata dallo scrittore Alan Bennet e interpretata dai coprotagonisti principali Alex Jennings (nei panni di un Bennet sdoppiato, narratore e attore) e Maggie Smith, una barbona che vive precariamente in un vecchio furgoncino. L'anziana Mary/Margaret, con un passato inquieto culminato nello shock dell'incidente di cui è stata l'altra protagonista e di cui si ritiene a torto responsabile, ha scelto di vivere al margine, ma con il piglio e la dignità e  di chi tiene in mano la sua vita e non si fa imporre niente da nessuno e con la stravaganza e l'ironia che sono il suo lusso e la sua difesa sia dalle anime caritatevoli, sia  dall' apatia buracratica del social service.  E così, impavida,  in un quartiere della Londra al margine tra il borghese e l'alternativo, impone  la  sua presenza scomoda, stracciona e puzzolente e il  suo furgoncino oltraggiosamente verniciato di giallo al piccolo mondo tranquillo  di una tranquilla, inglesissima  via dalle inglesissime casette a schiera,  e poi 'temporaneamente', cioè per 15 anni, in quella stessa via, ma nel vialetto di accesso alla casa di uno scrittore, Alan Bennet, icona di un certo tipo di gentlemen al margine tra middle class e  bohème intellettuale, elegante e discreto, ironico e imperturbabile,  infinatamente tollerante per natura e stile senza essere condiscendente, lui stesso sorpreso ma non sopraffatto da questa strana 'convivenza',  in parte subita, in parte accettata. E se da una parte Bennet deve continuamente confrontarsi con spiacevoli problemi pratici che la situazione presenta, dall'altra parte il suo doppio, il narratore di storie, è  incuriosito e sollecitato a raccontare la donna e se stesso con humour, ironia e autoironia, mentre sotto traccia lo spettatore coglie (con una certa fatica, a dire il vero...) una sotterranea corrente di simpatia e comprensione che - senza essere mai esplicitata - unisce due diverse solitudini. Per esprimere le sfaccettature di questo strano rapporto, il  film ( che ha alle spalle un romanzo e una pièce teatrale), gioca le carte di diversi livelli e piani di racconto, in cui dovrebbero fondersi ironia e sentimento, reale e  surreale, comico e drammatico. Non è un'ambizione da poco, e il risultato, anche se offre un bel po' di momenti divertenti e alcuni momenti intensi, lascia la sensazione che nell'insieme non tutto funzioni. Il problema più grosso è che il film disegna, più che persone in relazione tra loro, tipi, ciascuno impegnato a recitare se stesso. Inoltre è difficile coniugare una  Maggie Smith che riempie quasi completamente la scena con la inalterabile e geniale 'sfrontatezza'  che l'ha resa celebre come personaggio televisivo della upper class,  e che non esce sostanzialmente da quel personaggio, con  un tema più complesso e con più sottili sfumature e risvolti drammatici che il contesto narrativo richiederebbe.  Manca una reale fusione di toni e una dinamica reale nei rapporti tra i protagonisti: dovrebbe essere Bennet narratore l'elemento unificante a livello emotivo e interpretativo, ma per la maggior parte del tempo sembra piuttosto un entomologo che osservi con interesse i suoi esemplari , sicché il film, anche se nel complesso gradevole,  non conquista fino in fondo.  Tra 2 e 3 stelle.   

[+] lascia un commento a zarar »
Sei d'accordo con la recensione di Zarar?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
25%
No
75%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Zarar:

Vedi tutti i commenti di Zarar »
The Lady in the Van | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Pubblico (per gradimento)
  1° | elgatoloco
  2° | zarar
Golden Globes (1)
BAFTA (1)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità