I due volti di Gennaio

Acquista su Ibs.it   Dvd I due volti di Gennaio   Blu-Ray I due volti di Gennaio  
Un film di Hossein Amini. Con Viggo Mortensen, Kirsten Dunst, Oscar Isaac, Daisy Bevan, David Warshofsky.
continua»
Titolo originale The Two Faces of January. Thriller, durata 96 min. - Gran Bretagna, USA, Francia 2014. - Videa uscita giovedì 9 ottobre 2014. MYMONETRO I due volti di Gennaio * * 1/2 - - valutazione media: 2,78 su 41 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Una Tragedia Greca Moderna (o quasi) Valutazione 2 stelle su cinque

di jaylee


Feedback: 13032 | altri commenti e recensioni di jaylee
domenica 12 ottobre 2014

Prima regia di Hossein Amini, iraniano di origine e già sceneggiatore di Drive e Biancaneve e il Cacciatore, I Due Volti di Gennaio è basato sul libro di Patricia Highsmith, già tradotta sullo schermo per la trilogia di Mr Ripley. Ambientato ad Atene nel 1962, il film racconta della giovane guida Rydal (Oscar Isaac), ex studente di Yale in fuga dal suo passato e dal suo futuro già scritto, che si trova invischiato nelle vicende della facoltosa coppia McFarland, lui Chester (Viggo Mortensen), investitore finanziario quasi cinquantenne, lei Colette (Kirsten Dunst) poco più che ventenne: a seguito di un incidente, Chester dovrà sfuggire alla polizia e sarà Rydal a farsi carico, in cambio di denaro, di portare sia lui che la moglie fuori dalla Grecia… ma non sarà una passeggiata di salute, complice l’attrazione che si instaura tra lui e Colette, e il rapporto padre-figlio che si crea con Chester. Non casualmente, più di una volta le immagini fanno riferimento ad un affresco della tauromachia, dove due toreri sfidano mortalmente il toro (mortalmente per tutti i 3), un gioco che si traduce nella realtà di 3 personaggi, dove però i ruoli di toreri e toro si intercambiano continuamente. Come dicevamo, prima regia per Amini, che in qualche modo decide di affondare a piene mani nel patrimonio visuale di Mr. Ripley, ed ecco le atmosfere retro e luminosissime dell’Italia anni ’60 si trasferiscono in Grecia, anche qui caratterizzate da un presagio malevolo, un sentore che qualcosa andrà di male in peggio; a differenza di Mr. Ripley, è evidente come il focus sia su due personaggi, Rydal, tipico ex studente USA ansioso di perdersi nella vita, e Chester, truffatore all'imbocco del viale del tramonto. Entrambi in una fase di transizione, ma, come suggerisce il titolo, insieme sono un Giano (nume che dà il nome a Gennaio, il mese di passaggio tra il vecchio anno ed il nuovo) bifronte, uno che guarda al futuro, l’altro al passato. Non casualmente, tra i due emerge un rapporto filiale, laddove il padre alla fine non potrà fare a meno di scusarsi per aver deluso il figlio, tema ricorrente nei romanzi di formazione, più che nei thriller. Di positivo ne I Due Volti Di Gennaio, emerge la buona fotografia, complice i fantastici scorci della Grecia e Creta in primis, e le buone interpretazioni dei protagonisti, soprattutto Viggo Mortensen che riesce a caratterizzare il suo Chester con un misto di affascinante, misterioso, ma anche maldestro e meschino. Il suo destino è segnato già all’inizio, il finale sarà per lui una specie di catarsi dagli spettri del passato, remoto e recente. Cosa invece non funziona è in definitiva, il senso di dejavu dell’opera, con il gusto retro e un po’ stereotipato della Highsmith (Italia o Grecia, il risultato non cambia) ormai già visto sullo schermo e di fatto molto prevedibile, che in un thriller certo non aiuta: la sensazione che qualcosa di sorprendente succederà, viene delusa, con una parte iniziale molto promettente (che ricorderà per certi versi Cortesie per Gli Ospiti, di qualche anno fa), una parte centrale discontinua e venti minuti finali che sono forse la parte debole del film. Ben altro potenziale sarebbe potuto essere espresso con una diversa narrazione. I due Volti di Gennaio in definitiva e per ironia, finisce col dimostrare nei fatti quello che avrebbe voluto raccontare del rapporto padre-figlio: irrisolto.(www.versionekowalski.it)

[+] lascia un commento a jaylee »
Sei d'accordo con la recensione di jaylee?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
50%
No
50%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
zarar venerdì 24 ottobre 2014
del tutto d'accordo!
100%
No
0%

Di questa esercitazione patinata in cui simboli, echi, allusioni, implicazioni psicanalitiche sono puri stereotipi senza profondità, e i colpi di scena arrivano con la precisione non particolarmente eccitante di un orologio svizzero, resta solo l'eleganza retro dei protagonisti e la luce pervasiva di un'abbacinante atmosfera mediterranea.

[+] lascia un commento a zarar »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di jaylee:

Vedi tutti i commenti di jaylee »
I due volti di Gennaio | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Rudy Salvagnini
Pubblico (per gradimento)
  1° | luigi chierico
  2° | cristina t. chiochia
  3° | filippo catani
  4° | ashtray_bliss
  5° | j kudo
  6° | eugenio
  7° | gianleo67
  8° | alexander 1986
  9° | rescart
10° | toty bottalla
11° | sabrina lanzillotti
12° | lucinda
13° | andrea alesci
14° | jaylee
15° | ely57
16° | krant
17° | romifran
18° | melvin ii
19° | veritasxxx
20° | elgatoloco
21° | flyanto
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 9 ottobre 2014
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità