Quello che so sull'amore

Acquista su Ibs.it   Dvd Quello che so sull'amore   Blu-Ray Quello che so sull'amore  
Un film di Gabriele Muccino. Con Gerard Butler, Jessica Biel, Dennis Quaid, Uma Thurman, Catherine Zeta-Jones.
continua»
Titolo originale Playing for Keeps. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - USA 2013. - Medusa uscita giovedì 10 gennaio 2013. MYMONETRO Quello che so sull'amore * 1/2 - - - valutazione media: 1,97 su 67 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
giovamixer86 domenica 13 gennaio 2013
tutti ad ascoltare gli americani Valutazione 4 stelle su cinque
79%
No
21%

Sono appena tornato dal cinema. Avevo pessime aspettative riguardo questo film, proprio grazie alla "demolizione" che la maggior parte della critica ha messo in atto nei confronti di questa pellicola. Ma siccome la mia fidanzata voleva vederlo: "ok, perchè no!".
Ora a caldo, la mia impressione è che molti cosiddetti "critici di film" non riescono a vedere oltre quello che la confezione gli propone. In america non riescono a catalogarlo in nessuna categoria, e allora si mettono tutti daccordo per distruggere il film. In italia (ovviamente) i nostri critici fanno la stessa cosa, perchè i mitici giornalisti americani è impossibile che esagerino un pochettino, nooo. [+]

[+] d'accordo (di sergiolino63)
[+] lascia un commento a giovamixer86 »
d'accordo?
tricky05 domenica 13 gennaio 2013
un film da vedere...senza pregiudizi! Valutazione 3 stelle su cinque
68%
No
32%

Seppur non sono un fan di Muccino, sono andato a vedere questo film in quanto incuriosito sul come un regista italiano avesse diretto attori holliwoodiani di grande fama. Ho deciso quindi di vedere il film senza pregiudizi e cercando di non lasciarmi condizionare dalle critiche negative che lo stesso ha ricevuto soprattutto negli USA. Il risultato è stato sorprendente! La storia, pur si una commedia, non è trattata in modo banale. Gli attori sono veramente bravi, su tutti il protagonista Gerard Butler seguito dalla bellissima Jessica Biel. Ottima, a mio avviso, anche l'interpretazione di Noah Lomax nei panni del piccolo Lewis. Quello che mi ha davvero colpito è la spiccata caratterizzazione dei personaggi. [+]

[+] lascia un commento a tricky05 »
d'accordo?
renato volpone domenica 13 gennaio 2013
quello che non sa sul matrimonio Valutazione 1 stelle su cinque
55%
No
45%

Questo film ci parla di genitori separati e figli, ma siamo molto lontano dalla realtà descritta ne "gli equilibristi": siamo negli Stati Uniti a casa di un ex giocatore di calcio che ha sperperato un patrimonio ed è rimasto "in mutande". Muccino c'è lo descrive come un buono, come un uomo redento, che però distrugge un matrimonio sicuro della ex moglie, di cui è perdutamente innamorato, per farla tornare con lui. Un film tutto amore e bontà, ma la sceneggiatura fa acqua da tutte le parti a partire dal figlio di 10 anni che si comporta e disegna come se ne avesse 4. Non parliamo poi del contorno, donne frustrate e vogliose di sesso che non hanno la benché minima dignità, esempio meraviglioso di donna oggetto. [+]

[+] nuoce gravemente alla salute (di annalisa battistini)
[+] povera grammatica (di nicole82)
[+] lascia un commento a renato volpone »
d'accordo?
raeza24 sabato 12 gennaio 2013
film scontato ma piacevole Valutazione 3 stelle su cinque
68%
No
32%

Nonostante Muccino, in veste di regista "made in USA", abbia portato nelle sale mondiali due pellicole di assoluto valore come "La ricerca della felicità" e "Sette anime", questo film risulta estremamente diverso dalle due precedenti esperienze statunitensi. Innanzitutto il genere: commedia semplice, senza picchi né eclatanti colpi di scena, dal finale abbastanza scontato. In secondo luogo, la sua "leggerezza", ben diversa dai drammi raccontati in precedenza dal regista, che rende la commedia piacevole (anche simpatica a tratti, soprattutto con Gerard Butler, per le sue innumerevoli conquiste, Uma Thurman e Judy Greer nelle vesti di due stravaganti corteggiatrici in preda alle paranoie post-tradimenti del marito - Dennis Quaid - e conseguenze della lunga astinenza nei rapporti di coppia) per una serata tranquilla, nella quale vedere film un po' troppo impegnativi potrebbe farvi arrovellare il cervello come un cubo di Rubik. [+]

[+] lascia un commento a raeza24 »
d'accordo?
mitzy venerdì 25 gennaio 2013
un clichè non clichè Valutazione 1 stelle su cinque
60%
No
40%

Impossibile scorgere il regista de “La ricerca della felicità” in questo film malriuscito. La storia è piatta e non ha neppure il sapore della commediola sentimentale trita e ritrita, alla quale, a quanto sembra, voleva conformarsi. Non cattura l’interesse dello spettatore in nessun punto, per la maggior parte si alternano la noia e il nervosismo per il biglietto sprecato, il finale è terribilmente prevedibile, buonista e scontato e le storie a latere senza alcun senso, non si capisce dove vogliano condurre l’attenzione di chi guarda, sono vuote e prive di importanza nell’economia della storia principale, l’unica cosa che salta all’occhio è una Catherine Zeta-Jones irriconoscibile in conseguenza del troppo tempo passato dal chirurgo plastico. [+]

[+] lascia un commento a mitzy »
d'accordo?
daniele frantellizzi lunedì 21 gennaio 2013
peccato... Valutazione 2 stelle su cinque
56%
No
44%

Una profonda delusione, unita ad un senso di già visto, accompagnano la visione dell’ultimo prodotto di Mr. Muccino. Un film dallo spiccato taglio Hollywoodiano, molto più evidente del lato autoriale che sarebbe stato lecito aspettarsi da un regista che vorrebbe abbandonare la terra dei mestieranti per ascendere all’olimpo degli Autori. Il canovaccio di base è più che mai classico (per non dire trito e ritrito): un’ex gloria sportiva - un atleta bello, ricco e famoso (e ovviamente dannato, tanto per rispettare tutti i luoghi comuni) - che, a causa della sua scelleratezza e superficialità, ha sperperato tutto, soldi ed affetti, fino a ritrovarsi nell’umiliante condizione di non disporre nemmeno di pochi dollari, decide di riconquistare (ex) moglie e figlio a suon di calci ad un pallone ed improvvisa maturità acquisita. [+]

[+] lascia un commento a daniele frantellizzi »
d'accordo?
alfiosquillaci sabato 19 gennaio 2013
lasciamo stare il contesto e vediamo il film Valutazione 3 stelle su cinque
64%
No
36%

  A volte a rimuginare un po' troppo sui contesti produttivi di un film di intonazione italiana piegato alle regole della “Macchina dei sogni” di Hollywood, rischia di farci vedere la foresta e perdere di vista l'albero: il film. Che è di una linearità non scontata. Raccontare già una storia d'amore senza scadere nel moccismo (da Moccia) ossia sapere  schivare situazioni da perversi sentimentali è già - nella condizione media dell'"educazione sentimentale" di tutti noi - un rassicurante segno di stabilità stilistica. Dal punto di vista strutturale, poi, sbobinare  questa storia secondo la standardizzazione consueta hollywoodiana non è neanche questa una procedura  narrativa da vedere  come un cedimento a chissà quale Spectre stilistica, anzi è proprio  il limite stringente  del genere standardizzato  hollywoodiano che può pungere meglio l'estro del regista ambizioso e stabilizzargli in qualche modo  la mano. [+]

[+] lascia un commento a alfiosquillaci »
d'accordo?
onufrio lunedì 10 giugno 2013
muccino si piega all'america Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Sceneggiatura standardizzata dai consueti canoni che pretende la commedia all'americana classica dove il lieto fine e l'amore trionfa su tutto. Che s'ha dà fà pè campà caro Muccino, impelagato tra copioni a stelle e strisce mutando il proprio istinto naturale, le proprie caratteristiche. Tutto sommato la commedia rimane piacevole, il cast è di tutto rispetto e Butler interpreta il personaggio con degna maestria. Questa è la storia di George:un tempo famoso calciatore che ha militato in squadre come Celtic e Liverpool, un brutto infortunio nel campionato americano gli nega il proseguimento della carriera ad un età comunque già elevata per il mondo del calcio, ovvero 36 anni. [+]

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
donni romani mercoledì 23 gennaio 2013
retorica sentimentale e poco più Valutazione 1 stelle su cinque
44%
No
56%

Retorica sentimentale affidata ad una sceneggiatura vista già troppe volte, con protagonisti stereotipati ed emozioni talmente flebili da non arrivare mai allo stomaco. Gerard Butler è George Dryer, ex campione di calcio europeo che dopo aver lasciato la carriera per un infortunio ha difficoltà economiche -  va in giro con un Duetto ma non sa come pagare l'affitto - e familiari -  dopo una latitanza fatta di tradimenti ed assenze si è messo in testa di riconquistare il figlio e la moglie in procinto di risposarsi. [+]

[+] lascia un commento a donni romani »
d'accordo?
derriev martedì 22 gennaio 2013
gradevole, ma inutile Valutazione 1 stelle su cinque
38%
No
63%

 Un film che scorre come una nuvola: la vedi ma non lascia nessuna traccia.

La trama:  ex star del calcio, si trasferisce negli USA per stare vicino al figlio, cercare un lavoro e rifarsi una vita, mentre la sua ex moglie è in procinto di sposarsi. La vicinanza con la sua vecchia famiglia lo convincerà che è quella che realmente vuole.

Il difetto principale del film è quello di oscillare tra commedia e dramma, manca una scelta di registro; inoltre come commedia è debole, come dramma è molto retorico. [+]

[+] lascia un commento a derriev »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Quello che so sull'amore | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 10 gennaio 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità