La città ideale

Acquista su Ibs.it   Dvd La città ideale   Blu-Ray La città ideale  
Un film di Luigi Lo Cascio. Con Luigi Lo Cascio, Catrinel Marlon, Luigi Maria Burruano, Massimo Foschi, Alfonso Santagata.
continua»
Drammatico, durata 105 min. - Italia 2012. - Cinecittà Luce uscita giovedì 11 aprile 2013. MYMONETRO La città ideale * * * - - valutazione media: 3,13 su 30 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
omero sala venerdì 17 maggio 2013
l'alieno Valutazione 4 stelle su cinque
85%
No
15%

Michele (Luigi Lo Cascio) è un giovane architetto siciliano che ha scelto di abitare a Siena, città ideale, a misura d’uomo, nella quale è possibile convivere in armonia con la natura. Da ecologista convinto (con qualche tratto maniacale) e con accorgimenti creativi (talvolta sconcertanti) tenta di trascorrere un anno alternativo ad impatto zero: non consuma energia elettrica (anzi, la produce, pedalando), recupera ed utilizza l’acqua piovana; si sposta a piedi o in bicicletta; combatte con spirito missionario una sua personale battaglia contro gli sprechi, il fumo, l’inciviltà, il pressapochismo ed il consumismo superficiale.
Un piccolo incidente stradale lo mette in una situazione un po’ intricata nella quale s’impegola sempre più a causa della sua cristallina trasparenza, dell’incapacità ad accettare compromessi, della repulsione intransigente verso scappatoie. [+]

[+] lascia un commento a omero sala »
d'accordo?
flyanto lunedì 15 aprile 2013
come di colpo si viene disillusi Valutazione 4 stelle su cinque
65%
No
35%

 Film in cui si narra di un architetto ecologista siciliano, ormai trapiantato da circa 20 anni nella città di Siena, che una sera soccorre un uomo accasciato sul marciapiede, ormai praticamente in fin di vita. Da questo momento per Luigi Lo Cascio, appunto l'architetto in questione, inizierà un calvario psicologico e non per aver adempiuto il proprio dovere in quanto altamente sospettato di avere lui stesso investito e conseguentemente ucciso l'uomo, che si rivelerà pure un importante esponente della società senese. Nonostante l'onesto architetto si adoperi, anche tramite un importante avvocato del luogo, di dimostrare la propria innocenza, verrà sempre di meno creduto e maggiori sospetti e inimicizie si creeranno intorno a lui, portandolo anche alla perdita del proprio lavoro. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
filippo catani martedì 13 agosto 2013
e' possibile essere diversi? Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Siena. Un architetto vive la sua vita all'insegna del più convinto e rigido ecologismo: niente macchina, poca luce, doccia con l'acqua piovana e raccolta dei rifiuti per strada o dei mozziconi di sigaretta. Una sera, alla guida di una macchina rigorosamente elettrica, si imbatte in qualcosa di strano per strada e urta una macchina; in un primo momento, dopo aver lasciato i suoi dati, riparte poi torna indietro per vedere cosa ci fosse in mezzo alla strada ma trova un uomo accasciato sul ciglio della strada. L'uomo gli presterà i primi soccorsi ma la sua storia non convincerà la polizia stradale che lo indagherà.
E' possibile essere diversi dalla massa nel nostro paese?. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
homer52 domenica 4 gennaio 2015
la città ideale non è siena ma palermo Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Più che un film pare una rappresentazione teatrale con un grande Lo Cascio attorniato da altrettanti bravi attori. I dialoghi sono intensi, talora poetici e la trama ricalca gli angosciosi e surreali racconti kafkiani. In realtà la storia è alquanto realistica se si pensa a quanti fatti di cronaca nera si siano dipanati con analoghe caratteristiche nelle claustrofobiche aule dei nostri tribunali. Le paure e le suggestioni del personaggio si mescolano quindi alle ansie e alle miserie della nostra vita reale creando un groviglio di sensazioni angosciose che solo la figura dell'avvocato palermitano, saggio e grande conoscitore della nostra giustizia, riesce ad attenuare e a trasformare in un beffardo sorriso come quello di Lo Cascio nell'ultima scena del film. [+]

[+] lascia un commento a homer52 »
d'accordo?
eugenio martedì 5 novembre 2013
kafka a siena Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Anche le città apparentemente placide e tranquille nascondono inquietanti segreti e torbide ingiustizie, questa non è una novità. Lo è che un attore teatrale decida coraggiosamente di mostrarne gli assurdi meccanismi giudiziari in una vicenda dal sapore kafkiano.E’ il caso di “La città ideale” film d’esordio del palermitano Lo Cascio  qui nei panni dell’architetto Michele Grassadonia emigrato a Siena allo scopo di ricercare quella tranquillità psicologica che da degno sostenitore delle cause ecologiste trova difficile applicazione nelle metropoli urbane. Siena- in questo senso- diviene il luogo a cui l’architetto desidera appartenere: amenità e soprattutto umanità (malgrado qualche titubanza dei colleghi che reputano Michele un’ecologista sui generis in quanto particolare sostenitore delle energie alternative) contraddistinguono il sito finchè eventi inaspettati muteranno quel mondo ovattato in un labirinto dalla difficile uscita. [+]

[+] lascia un commento a eugenio »
d'accordo?
gianleo67 lunedì 5 maggio 2014
gli incubi polanskiani dell'esordiente lo cascio Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

Giovane architetto di origini palermitane trasferitosi a Siena per lavoro, conduce una vita semplice e scandita da piccole manie ecologiste: dalla raccolta dell'acqua piovana per la doccia ad un'ossessiva attenzione per il risparmio energetico. Coinvolto suo malgrado in un banale incidente d'auto, si ritrova ingiustamente accusato di omicidio colposo, iniziando un piccolo calvario fatto di ristrettezze economiche, discredito pubblico e requisitorie giudiziarie.
Scritto, diretto e interpretato dall'autore, questo inconsueto e bizzarro giallo metropolitano rappresenta l'esordio del bravo Luigi Lo Cascio sulle tracce di un'ispirazione polanskiana che traduce una suggestiva matrice letteraria (dalle immaginifiche e provocatorie contraddizioni delle 'città invisibili' di Calvino ai paradossi sociologici dei personaggi di Franz Kafka) nelle forme consuete (almeno per il cinema nostrano) del grottesco e dell'apologo morale, seguendo il suo personaggio lungo un percorso accidentato dove si fa stridente e insostenibile la contraddizione tra le aspirazioni della ragione (la città ideale appunto) e le imprevedibili trappole del caso e di una realtà sfuggente e ingannevole. [+]

[+] lascia un commento a gianleo67 »
d'accordo?
pensierocivile sabato 3 agosto 2013
kafka e sorrentino Valutazione 3 stelle su cinque
29%
No
71%

Michele vive a Siena, la città ideale per un candido, inadatto all'aggressività sociale quotidiana, fuggito da Palermo per incompatibilità, col pallino dell'ecologismo esasperato e sperimentale. Lo Cascio disegna alla perfezione un personaggio tanto distante dalla realtà, da divenire persino perfido nella sua persecuzione su colleghi e amici che tendono a non rispettare le regole del vivere civile. Quando però la situazione si ribalta, Michele rivela tutta la propria inadeguatezza alla "lotta" per la sopravvivenza; Lo Cascio invece trae forze nuove dai confronti tra il suo personaggio e un mondo sconosciuto, quello della giustizia, del sospetto, del gioco delle parti, conduce il protagonista ad una esasperazione controllata e sembra poter concludere al meglio l'impresa di una grande opera prima. [+]

[+] lascia un commento a pensierocivile »
d'accordo?
zummone mercoledì 19 giugno 2013
passo falso di lo cascio... peccato! Valutazione 2 stelle su cinque
40%
No
60%

Michele Grassadonia vive a Siena (L. Lo Cascio) ed è un ambientalista convinto, un ecologista rigido e severo, non usa l'auto, va in bici, risparmia l'acqua piovana per usarla in casa, promuove iniziative di riduzione dei consumi. E' la spina nel fianco dei colleghi, cui rimprovera sprechi di energia o violazioni delle regole, come fumare dove è vietato. Una sera, sotto un diluvio torrenziale, guidando un'auto elettrica che gli ha prestato un amico, urta qualcosa che gli danneggia la carrozzeria e poi soccorre un uomo, accasciato a ciglio strada. [+]

[+] lascia un commento a zummone »
d'accordo?
La città ideale | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | omero sala
  2° | flyanto
  3° | filippo catani
  4° | homer52
  5° | eugenio
  6° | gianleo67
  7° | pensierocivile
  8° | zummone
Nastri d'Argento (1)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 11 aprile 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità