ProprietÓ privata

Acquista su Ibs.it   Dvd ProprietÓ privata   Blu-Ray ProprietÓ privata  
Un film di Joachim LaFosse. Con Isabelle Huppert, JÚrÚmie Renier, Yannick Renier, Patrick Descamps, Kris Cuppens.
continua»
Titolo originale Nue PropriÚtÚ. Drammatico, durata 92 min. - Belgio, Lussemburgo, Francia 2006. - Bim Distribuzione uscita venerdý 16 marzo 2007. MYMONETRO ProprietÓ privata * * * - - valutazione media: 3,08 su 22 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

La necessitÓ di spezzare i vincoli famigliari Valutazione 3 stelle su cinque

di stefano capasso


Feedback: 32603 | altri commenti e recensioni di stefano capasso
sabato 7 settembre 2019

In una casa della campagna del nord della Francia vivono Pascale e i suoi due figli gemelli Thierry e Francois, gemelli eterozigoti. I tre vivono in un mondo a parte, caratterizzato da un forte legame, a tratti morboso, che li mantiene tutti in uno stato di adolescenza, nonostante i due ragazzi abbiano venti anni. Ogni tanto appare il padre, verso il quale Pascale, ormai divorziata da tempo, nutre ancora una forte animosità. Le cose cambiano quando la donna si innamora di un vicino e progetta di vendere la casa.
Joachim Lafosse sceglie di mantenere la sua macchina da presa immobile sulle scene che si succedono per almeno due terzi del film; è l’immobilità che rappresenta la situazione del nucleo famigliare, incapace di evolvere e separarsi per fare emergere le singole individualità. Il rapporto tra i tre protagonisti è caratterizzato da una certa ambiguità di fondo che ha la funzione di mantenere tutti perennemente legati tra loro. L’elemento nuovo che arriva a rompere l’equilibrio è l’innamoramento della madre che la porta a cercare qualcosa di diverso. Spezzato in modo drammatico l’equilibrio, ognuno dovrà fare i conti con se stesso, a cominciare dalla coppia dei genitori che simbolicamente si ritrova a raccogliere i cocci di quello che è stato il fallimento del loro matrimonio. La macchina da presa riprende a muoversi a accompagni i protagonisti nell’espressione di nuovi bisogni. Un film che è quasi un Kammerspiel, in cui il regista, gemello anch’egli, ricostruisce e trasmette il senso di oppressione misto ad incoscienza giovanile che genera una situazione così strettamente vincolante

[+] lascia un commento a stefano capasso »
Sei d'accordo con la recensione di stefano capasso?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di stefano capasso:

Vedi tutti i commenti di stefano capasso »
ProprietÓ privata | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdý 16 marzo 2007
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità