Il suo nome è Tsotsi

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il suo nome è Tsotsi   Dvd Il suo nome è Tsotsi   Blu-Ray Il suo nome è Tsotsi  
Un film di Gavin Hood. Con Presley Chweneyagae, Mothusi Magano, Israel Makoe, Percy Matsemela, Jerry Mofokeng.
continua»
Titolo originale Tsotsi. Drammatico, durata 91 min. - Gran Bretagna, Sudafrica 2005. uscita venerdì 3 marzo 2006. MYMONETRO Il suo nome è Tsotsi * * * - - valutazione media: 3,15 su 19 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
g_andrini mercoledì 2 marzo 2016
surreale Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

E' una pellicola particolare, di buona qualità, con scelte espositive ben riuscite. E' difficile da comprendere, a mio parere, perché è molto sottile riguardo quanto vuole trasmettere, mai banale.

[+] lascia un commento a g_andrini »
d'accordo?
kimkiduk lunedì 1 luglio 2013
grande film Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Tutti si nasce uguali quello che ci cambia è dove si vive e con chi. Qualsiasi cosa può scatenare una belva ed una piccola cosa può uccidere la belva. Questo film ce lo fa capire e ci dice che dentro di noi il male ed il bene vivono accanto. Un bambino che rappresenta se stesso cambia la vita a Tsotsi. Lui emarginato per primo dal padre rinasce e chiede scusa a tutti soprattutto a se stesso cercando di dare quello che non ha avuto. Piccolo film ma grande film giustamente premiato. Sceneggiatura semplice che non sbava in niente. Reale nella sua semplicità. Recitato da attori non professionisti meglio di attori navigati. Quello che un pò stona è la bontà/pietà della società bene e della polizia, molto probabilmente più spietata nella difesa del "bene" che sociale nella correzione/comprensione di commette il "male". [+]

[+] lascia un commento a kimkiduk »
d'accordo?
dario lunedì 23 agosto 2010
interessante Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Tutto merito della regia e dell'interpretazione. La storia, una redenzione improvvisa e imprevista, è un po' tirata per i capelli, ma regge grazie ad un'ottima secchezza narrativa e ad un impianto scenico di prim'ordine. C'è fatica nel passare dalla violenza al pentimento, tuttavia i continui richiami all'ingiustizia sociale puntellano bene il primo fenomeno, mentre cenni umanitari di fondo in qualunque individuo fanno ancor meglio nei confronti del secondo. Il pretesto, tutto sommato banale, a sostegno della redenzione non convince del tutto, anche se l'interprete vive la sorpresa con impegno non indifferente.  Qualche eccesso sentimentale non riesce a rovinare lo spettacolo. [+]

[+] lascia un commento a dario »
d'accordo?
heyjoe sabato 28 giugno 2008
cult Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Si chiama Tsotsi e vive in Sudafrica, appare come un criminale disposto a tutto per guadagnare e nessuno ha più fiducia in lui dopo che picchia un suo compare e poi ne uccide un altro. Solo la madre lo aiutava ma purtroppo è morta di AIDS e in più il padre abusava di lui. Ignaro del vero carattere di Tsotsi lo spettatore vede in lui un Gangster , ma si sbaglia, è un ragazzo che nasconde la sua bontà dietro alle apparenze ed è frutto di un ambiente che lo ha traumatizzato. D'obbligo il finale, molto simbolico.

[+] lascia un commento a heyjoe »
d'accordo?
marik mercoledì 28 novembre 2007
tsotsisti!!!! Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

sn andata a vedere qst film cn la scuola e ho pensato "sarà il solito film noioso dove stai tutto il tempo a dormire sulle comode poltrone del cinema"...e invece....nn è stato per niente così..infatti mi sn appasionata e alla fine ho anke pianto perchè è molto bello la trasformazione di tsotsi...da criminale a ragazzo cn un cuore e capace di dare affetto!!! ve lo consiglio..

[+] lascia un commento a marik »
d'accordo?
tritacarne automatico venerdì 30 marzo 2007
real cinema. Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

Nel Mare Magnum dei "film per il sociale" prodotti da Hollywood e non, sono molte le pellicole di spicco, piene di grandi nomi e grandi mezzi; si potrebbe ricordare "Bordertown", appena uscito nelle sale, esempio lampante di quanto suddetto. Pellicola, a dirla tutta, assai "stonate": i grandi vip immersi nella povertà sanno troppo di artificiale, diciamocela tutta. Ecco perché un film come "Il suo nome è Tsotsi", realizzato con attori debuttanti, risulta fresco e degno della dicitura "cinema per il sociale": sono pochi ma incisivi momenti in cui le contraddizioni dell'Africa si mostrano in maniera lampante. Oltre ad essere "film per il sociale", però le disavventure di Tsotsi permettono anche al regista di tessere un arazzo di emozioni, ben bene confezionate per commuovere il pubblico. [+]

[+] lascia un commento a tritacarne automatico »
d'accordo?
mami venerdì 12 maggio 2006
cambiare si può anche se con dolore Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

originale, intenso, compassionevole.

[+] lascia un commento a mami »
d'accordo?
andrea lade giovedì 6 aprile 2006
più che discreto Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Avrei preferito una sceneggiatura molto più complessa per un background sociale così distante dal mio. Non mi basta vedere gli occhi seppur profondi del protagonista ed assistere ad una storia dall'evolversi un po' fiabesco. I caratteria mio avviso non sono molto studiati e le interazioni comunicative sono improvvisate. Il rapporto tra Tsotsi e la donna-balia è troppo veloce e superficiale il rapporto tra gli amici della gang rimane acerbo , e necessiterebbe maggiore approfondimento,soprattutto in vista del fratricidio imminente. Suggestivo comunque nel complesso anche grazie alla fotografia,alla colonna sonora e alla crudezza di alcune scene non stemperate dall'esteriorità occidentale. Un po' sopravvalutato

[+] lascia un commento a andrea lade »
d'accordo?
lou mercoledì 29 marzo 2006
more than the oscar Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

For those of us who grew up in South Africa, Tsotsi is the very real story of very real people. All the desperation and hoplessness of the shanty town popultion with no real family or homes is brought startlingly to life in this film. The film certainly deserved an Oscar but the young actor deserved far more for his burning sincerity in the role as Tsotsi. Not since the movies of Marlon brando has a young man held such a total hold on an audience.

[+] lascia un commento a lou »
d'accordo?
salvo mercoledì 22 marzo 2006
redenzione Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

il film, che ricorda vagamente city of god, è un inno alla redenzione, anche quando sembra impossibile che ciò avvenga. Il messaggio di speranza si mischia ai contrasti tra la baraccopoli immennsa e le luci solo accennate di qualsiasi sud del mondo. Ottima la colonna sonora. Solo paradise now poteva togliere l'oscar come miglior film straniero.

[+] lascia un commento a salvo »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Il suo nome è Tsotsi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (2)
Golden Globes (1)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità