Mi chiamo Sam

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Mi chiamo Sam  
Un film di Jessie Nelson. Con Sean Penn, Michelle Pfeiffer, Dianne Wiest, Dakota Fanning, Laura Dern.
continua»
Titolo originale I am Sam. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 132 min. - USA 2001. MYMONETRO Mi chiamo Sam * * * - - valutazione media: 3,25 su 43 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
fabio cerullo lunedì 25 marzo 2002
un'altra recensione ridicola... Valutazione 4 stelle su cinque
88%
No
12%

Invito chiunque legga a rendersi conto più o meno di quale sia la percentuale di film ai quali vengono assegnate 3 stelle su questo sito. Cito solo alcuni titoli come "Il favoloso mondo di Amelie" e "A beautiful mind". In un panorama cinematografico in cui i bei film sono sempre più rari non dovrebbe essere così difficile riconoscerli, e invece... Andate a vedere questo film. Non sarà originalissimo ma è veramente emozionante e Sean Penn è un mostro di bravura. Non appiattitevi sui giudizi superficiali del sito. Ciao.

[+] sono d'accordo (di area)
[+] concordo con te (di dan92)
[+] è vero!!! (di levo95)
[+] vero, si generalizza dando 3 stelle ad ogni film (di giuliarossi)
[+] lascia un commento a fabio cerullo »
d'accordo?
patrick mercoledì 1 febbraio 2006
bello e istruttivo!!! Valutazione 4 stelle su cinque
84%
No
16%

Non concordo pienamente con la recensione, anche se sotto l'aspetto sociale nella vita reale casi come questi non verrebbero neanche considerati, perche muniti gia di una semplice e scontata soluzione futura per il bene del soggetto in questione. ma il regista è cosciente di tutto questo, perciò vuole mettere in risalto e far vedere al pubblico quello che si prova in quella determinata situazione, sentimento,emozioni,amore, la possibilità di vedere la propria filgia crescere nel modo migliore avvelendosi, non dell'inteligenza non della malizia dell'arroganza di sapere cio che è bene e cio che è male ma di trasmettere un amore paterno che da dell'incredibile se ci si pensa. Capitolo attori, per chi ancora aveva dei dubbi sulla bravura di sean penn deve ricredersi,una prova di alta scuola, a mio parere non sarebbe scoppiata la guerra se gli avrebbero dato l'oscar sarebbe stato strameritato!!! che dire della pfeiffer,rischio di essere banale e scontato ma è oltre a essere attrice di una bravura fuori dal comune visto le altre sue colleghe!! è di una bellezza spaventosa abbina il suo carisma e il suo modo di essere donna, che fanno di lei una delle donne piu sensuali del cinema contemporaneo!!!!!!! ciao vedetelo. [+]

[+] lascia un commento a patrick »
d'accordo?
anorak domenica 5 gennaio 2003
semplicità, spontaneità, dolcezza. Valutazione 3 stelle su cinque
78%
No
22%

E' quanto ha suscitato in me questo film. Mi ha da subito colpito il modo di realizzare le inquadrature, la luce e la musica: si, un bel mix che produce un bellissimo effetto visivo. Poi il film scorre. Un toccante Sean Penn. Una bella bambina che a tratti rischia di essere "troppo brava" per essere credibile. Una Michelle Pfeiffer nei panni dell'avvocato in carriera che scopre di avere un cuore, ma spesso la sceneggiatura gli mette in bocca delle battute scontate, che spingono il film verso la retorica. Per fortuna, gli amici di Sam (Sean Penn)danno un tocco di leggerezza e sinceritò al film, con battute sempre divertenti. Dolce il finale, ma non scontato. Mi rimangono in mente alcune immgini molto belle, in tutti i sensi, come la bambina sull'altalena o Sam che metodicamente ordina le bustine del thè.

[+] lascia un commento a anorak »
d'accordo?
levo95 lunedì 6 giugno 2011
penn & fanning esplosivi!!! Valutazione 5 stelle su cinque
85%
No
15%

E' stato più volte criticato  di essere l'ennesima prova del down di un grande attore. Beh che c'è di male? Penn  si dimostra migliore dei predecessori Tom Hanks e Dustin Hoffman e, anche se il migliore rimarrà sempre Forrest Gump, Sam è un personaggio più realistico e simpatico. Il tema, invece, si è già visto in Kramer contro Kramer, ma per metterlo in lingua Hoffmaniana, chi l'avrebbe mai immaginato un misto tra Kramer contro Kramer e Rain Man? Il risultato è "Mi chiamo Sam", un film che affronta in chiave divertente e commovente ma mai ruffiana (Forrest Gump, Rain Man), la storia di Sam (Sean Penn) padre ritardato di Lucy (Dakota Fanning), che gli viene portata via perchè non è ritenuto all'altezza del compito di crescerla. [+]

[+] lascia un commento a levo95 »
d'accordo?
m.romita lunedì 18 giugno 2012
prevenuto si ricrede Valutazione 2 stelle su cinque
62%
No
38%

Come promesso ecco il mio commento dopo aver visto il film, passato l'altro giorno su LA7 ( scrivo il 18 giugno 2012 ).
Il film ha una impostazione sentimentale ; la classifica di My Movies come  "drammatico"  è sbagliata .  Non può avere pretese di critica sociale perchè
è tutto all'acqua di rose ;  i personaggi che interpretano i servizi sociali , nei loro diversi ruoli non sono nè insensibili, nè freddi, nè antipatici, anzi .
 'E vero invece  che le basi su cui poggia il film sono fragilissime,  la situazione dalla quale nasce una bambina è a dir poco incongrua e confusa , poco credibile
e forse anche ridicola. [+]

[+] lascia un commento a m.romita »
d'accordo?
giorpost venerdì 18 marzo 2016
fortunati (o poveri) noi che ancora ci emozioniamo Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Sam ha quarant'anni, è padre single e soffre di un'importante disabilità dello sviluppo psichico. La sua complicata vita è scandita da abitudini consolidate che cadenzano le sue ricche giornate, ha un onesto lavoro nella caffetteria principale del paese, è circondato da un gruppo di amici che lo adorano ed ha tante passioni, tra le quali spiccano quelle per i Beatles e i collage tridimensionali. Ma, sopra ogni cosa, Sam ama incondizionatamente la sua piccola Lucy Diamond (nome scelto in onore della canzone dei Fab Four), avuta 7 anni prima da una donna senza fissa dimora che ha sin da subito abbandonato entrambi al proprio destino. [+]

[+] lascia un commento a giorpost »
d'accordo?
jervo martedì 23 ottobre 2012
eccezionale sena penn in un dramma non scontato Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Il tema del dramma, diretto da Jessie Nelson, è quello non scontato della lotta di un padre disabile mentale per l'affido della figlia, temporaneamente allontanata da lui dai servizi sociali.
Sebbene il film scada in alcuni punti in uno stucchevole sentimentalismo tipicamente hollywoodiano, l'istrionico Sean Penn dà mirabile prova delle sue capacità interpretative, fornendo una più che credibile umanità e complessità al personaggio di Sam, padre disabile con un'età mentale di sette anni. Non a caso l'attore-regista-produttore di Santa Monica è stato candidato all'Oscar come Miglior Attore Protagonista nel 2001, pur non riuscendo nell'impresa di vincerlo per la prima volta (si sarebbe rifatto nel 2004 e nel 2009). [+]

[+] lascia un commento a jervo »
d'accordo?
andrea levorato venerdì 9 settembre 2011
tenera fiaba sul riscatto umano Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Mi chiamo Sam ***1/2
Produzione: USA 2001
Genere: Drammatico, Commedia
Regia: Jessie Nelson
Attori principali: Sean Penn, Dakota Fanning, Michelle Pfeiffer
Trama:
Sam (Penn) vive con la figlia Lucy (Fanning), la cresce da solo con l’amore. Non può darle altro perché il suo Q.I. è quello di un bambino. Quando Lucy è ritenuta più intelligente del padre i servizi sociali decidono di allontanarla da casa.
Mini recensione:
Pieno di colori e pervaso da un’allegria, che Sam, da solo, riesce a passare allo spettatore tra una canzone dei Beatles e l’altra. [+]

[+] lascia un commento a andrea levorato »
d'accordo?
diego campari sabato 13 agosto 2011
basta un poco di zucchero Valutazione 2 stelle su cinque
25%
No
75%

Ebbene sì, siamo ancora caduti nel sentimentalismo strappalacrime, a lucrare sulle emozioni indotte agli spettatori. Il tutto impreziosito, si fa per dire, da lezioni sui diritti civili degne del peggior legal drama.
Obiezione vostro onore(ma qualcuno scrive ancora battute del genere?!), il film ha anche un respiro di critica sociale.
Respinta, non c'è nulla che possa poggiare su una qualsiasi realtà oggettiva e razionale, si calca sugli stereotipi senza poter trovare una chiave di lettura che possa avere un briciolo di spessore.
Tutto si riduce all'amore struggente di un padre per la figlia, aggiungiamo che è un ritardato e, boom, il polpettone buonista infarcito di zucchero è servito. [+]

[+] lascia un commento a diego campari »
d'accordo?
Mi chiamo Sam | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | fabio cerullo
  2° | patrick
  3° | anorak
  4° | levo95
  5° | m.romita
  6° | giorpost
  7° | jervo
  8° | andrea levorato
  9° | diego campari
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità