Le ali della libertà

Acquista su Ibs.it   Dvd Le ali della libertà   Blu-Ray Le ali della libertà  
Un film di Frank Darabont. Con Tim Robbins, Morgan Freeman, Bob Gunton, William Sadler, Clancy Brown.
continua»
Titolo originale The Shawshank Redemption. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 139 min. - USA 1994. - Penta Distribuzione uscita venerdì 10 febbraio 1995. MYMONETRO Le ali della libertà * * * * - valutazione media: 4,22 su 99 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
drako mercoledì 8 giugno 2005
speranza,libertà e coraggio=immenso Valutazione 5 stelle su cinque
96%
No
4%

Personalmente è il film che più di tutti ho amato per intensità, recitazione e per la storia geniale del grande stephen king che fa da cornice. un film immenso appunto che però inspiegabilmente nonostante abbia collezionato solo nomination, ben 7, nn ha vinto nessun oscar. Tanti piccoli insegnamenti sono arrivati da questo film, ma in particolare ci ha voluto far capire che per ogni cosa bisogna sempre lottare e sperare fino alla fine di ottenerla e di raggiungere gli obiettivi che erano stati prefissati! Per questo dobbiamo ricordarci sempre che" la speranza è una cosa buona, forse la migliore delle cose, e le cose buone non muoiono mai".

[+] magnifico film (di giok)
[+] lascia un commento a drako »
d'accordo?
dr. antonio lucia martedì 7 agosto 2012
il film della mia vita. Valutazione 5 stelle su cinque
92%
No
8%

Le ali della libertà rimarrà per chi vi scrive il film più bello della sua vita. Peccato solo che malgrado le nomination non gli abbiano riconosciuto il vero valore che merita. Credo che questo capolavoro assoluto avrebbe meritato almeno 5 statuette, ai due attori Freeman e Robbins, al regista (che non dimentichiamo è lo stesso de Il miglio verde, altro capolavoro), al miglior film e alla sceneggiatura. Tra le tante bellissime frasi due le porterò quotidianamente nella mia mente, un altro giorno la stessa merda, e o fai di tutto per vivere o fai di tutto per morire, credo che rachiudano molteplici significati delle vite che viviamo ogni giorno, da una parte rassegnazione e dall'altra forza di continuare ad andare avanti e a non arrendersi. [+]

[+] il film più bello in assoluto! (di salva66)
[+] lascia un commento a dr. antonio lucia »
d'accordo?
nello mercoledì 31 gennaio 2007
immenso Valutazione 5 stelle su cinque
68%
No
32%

Film veramente da amare, da riguardare e riammirare all'infinito... Mai una pellicola aveva dato un significato tanto diretto e tangibile alla libertà. A una libertà che non ha niente di fisico, ma alberga totalmente negli strati più profondi dell'animo umano. Seneca sosteneva che un uomo può essere libero sul trono o in catene, e Frank Darabont sembra cercare di dimostrare tale tesi, proponendo un Tim Robbins, espressivo quanto straordinariamente misurato, cultore di buoni sentimenti anche all'interno dell'inferno che è la prigione. Paradossalmente egli esce molto migliorato da quel luogo, quando la quasi totalità degli individui suoi pari ne escono disastrosamente peggiorati. In effetti è vero che niente permette di capire il valore delle cose quanto la privazione di esse. [+]

[+] il film più bello in assoluto... (di salva66)
[+] lascia un commento a nello »
d'accordo?
gianca'85 lunedì 21 marzo 2005
quando il cinema ti insegna a vivere Valutazione 5 stelle su cinque
69%
No
31%

Visto questo film la prima sensazione che si proverà sarà quella di non sentirsi più la stessa persona. Il banchiere Andy Dufresne, magistralmente interpretato da Tim Robbins, viene accusato e punito con l'ergasolo per il presunto omicidio di sua moglie e del suo amante. Verrà mandato nel carcere di Shawshank, di cui è direttore Norton, la cui corruzione sfocia nell'utilizzo degli ergastolani per potersi arricchire. In questo carcere, molto simile ad un inferno, Andy troverà come sostegno Red, Morgan Freeman nella sua migliore interpretazione che però gli valse solo una nomination all'oscar. Nasce così una forte amicizia tra i due, tanto che, per il perseguitato Andy, Red diviene come un'isola felice in un mare di pescecani che si approfittano di lui. [+]

[+] lascia un commento a gianca'85 »
d'accordo?
filippo catani domenica 15 maggio 2011
per chi osa ancora sperare Valutazione 5 stelle su cinque
84%
No
16%

Le Ali della libertà è quello che senza tema di essere smentiti si può e si deve giudicare come un film meraviglioso e poetico; un film che in poche parole arriva direttamente al cuore. Il film (tratto da un racconto di S. King) narra la vicenda di un impiegato di banca che viene accusato dell'omicidio della moglie e del suo amante e viene per questo condannato a due ergastoli da scontare nella famigerata prigione di Shawshank. Una volta in prigione si troverà ad affrontare prove fisiche e mentali di inaudita durezza aiutato dalla speciale amicizia che lo lega a uno dei detenuti. Questo film è un capolavoro che si inserisce sul sentiero di altri film sul tema quali ad esempio Fuga da Alcatraz o Fuga di mezzanotte ma c'è qualcosa di più. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
dufresne67 giovedì 10 aprile 2008
la speranza è una cosa buona.... Valutazione 5 stelle su cinque
90%
No
10%

Nato da un racconto di Stephen King "The Shawshank Redemption"(e tratto da:Le stagioni diverse)ed adattato per il cinema non a caso da un ottimo sceneggiatore che risponde al nome di Frank Darabont, e che nella fattispecie si cimenta nel ruolo di regista,il film si rivela essere tra i più grandi "Prison Movie" mai girati.Eppure "catalogarlo" nel genere "carcerario" pur rievocandone più volte gli stereotipi potrebbe risultare riduttivo,in quanto anche grazie alla durata (circa 140 min.)riesce ad abbracciare tematiche sociali,sviluppare licenze poetiche e letterarie, per poi assurgere ad una vera e propria elegia dell'amicizia e della libertà,...quest'ultima sublimata in almeno due scene da antologia : la prima quando Andy Dufresne(il bancario accusato ingiustamente dell'omicidio della moglie e interpretato da uno straordinario e astratto Tim Robbins) con uno stratagemma elude il controllo delle guardie e con un vecchio grammofono fa ascoltare a tutti i prigionieri usciti per l'ora d'aria "Le Nozze di Figaro" di Mozart,. [+]

[+] lascia un commento a dufresne67 »
d'accordo?
taniamarina domenica 26 aprile 2009
che musica quelle parole... Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

"Che cosa volete sapere: se mi dispiace per quello che ho fatto? Non passa un solo giorno senza che io provi rimorso. Non perché sono chiuso qui dentro o perché pensate che dovrei. Mi guardo indietro e mi vedo come ero allora: un giovane, stupido ragazzo che ha commesso un crimine terribile. Vorrei parlare con lui, farlo ragionare, spiegargli come stanno le cose. Ma non posso. Quel ragazzo se n'è andato da tanto e questo vecchio è tutto quello che rimane. E nessuno può farci niente. Se mi sento riabilitato? Non significa un cazzo. Quindi scriva pure quello che vuole nelle sue scartoffie, figliolo, e non mi faccia perdere altro tempo. Perché a dirle la verità, non me ne frega niente". La voce fuori campo (tratta dalle splendide parole di King)è una carezza che racconta il dolore, mentre il film vanta tre citazioni elegantissime di film indimenticabili. [+]

[+] lascia un commento a taniamarina »
d'accordo?
mikelangelo mercoledì 19 agosto 2009
la speranza è sempre l'ultima a morire Valutazione 5 stelle su cinque
88%
No
12%

Da un racconto del re dell'horror Stephen King “Rita Hayworth and the Shawshank Redemption”, è nato uno dei capolavori più belli è sottovalutati della storia del cinema, solo adesso vi è stata una parziale rivalutazione in quanto è diventato da pochi mesi il primo nella classifica Internet Movie Database, con una media del 9,2, scalzando una pietra miliare come il Padrino, in testa ormai da alcuni anni. Tutto comincia quando un bancario dallo sguardo di ghiaccio, colto e molto intelligente (Tim Robbins in una performance da Oscar) viene condannato a due ergastoli per aver ucciso a revolverate sua moglie e l'amante di lei. Si troverà così a vivere il resto dei suoi giorni nella prigione di Shawshank, lì dove il tempo è sinonimo di una lenta e crudele tortura che aiuta a rimuginare sui propri peccati, e dove i veri cattivi sono quelli che agiscono sotto la luce di Dio e la guida della bibbia, come la subdola figura del direttore. [+]

[+] lascia un commento a mikelangelo »
d'accordo?
mikelangelo sabato 15 agosto 2009
la speranza è sempre l'ultima a morire Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Da un racconto del re dell'horror Stephen King “Rita Hayworth and the Shawshank Redemption”, è nato uno dei capolavori più belli è sottovalutati della storia del cinema, solo adesso vi è stata una parziale rivalutazione in quanto è diventato da pochi mesi il primo nella classifica Internet Movie Database, con una media del 9,2, scalzando una pietra miliare come il Padrino, in testa ormai da alcuni anni. Tutto comincia quando un bancario dallo sguardo di ghiaccio, colto e molto intelligente (Tim Robbins in una performance da Oscar) viene condannato a due ergastoli per aver ucciso a revolverate sua moglie e l'amante di lei. Si troverà così a vivere il resto dei suoi giorni nella prigione di Shawshank, lì dove il tempo è sinonimo di una lenta e crudele tortura che aiuta a rimuginare sui propri peccati, e dove i veri cattivi sono quelli che agiscono sotto la luce di Dio e la guida della bibbia, come la subdola figura del direttore. [+]

[+] lascia un commento a mikelangelo »
d'accordo?
fighter martedì 10 marzo 2009
le ali...che fanno volare Valutazione 4 stelle su cinque
77%
No
23%

Un uomo messo in carcere per errore, un uomo costretto a sopportare le torture più tremende per molti anni ad opera sia dei secondini che degli altri detenuti. Costretto ad essere complice delle truffe del direttore del carcere per evitare spiacevoli trattamenti, decide che è il momento di scappare via, di andare incontro a quella libertà che da troppi anni sogna e teme di non vedere più. Grazie a tunnel scavato per vent'anni riesce a fuggire, fuggire da un mondo fatto solo di speranze e nessuna libertà. Ma è proprio la sua speranza che genera in lui la forza di andare avanti, di vedere il mondo e la vita da una prospettiva del tutto nuova: quella di un foglio bianco in cui ognuno può scrivere la poesia che più gradisce. [+]

[+] lascia un commento a fighter »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Le ali della libertà | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | drako
  2° | dr. antonio lucia
  3° | nello
  4° | gianca'85
  5° | filippo catani
  6° | dufresne67
  7° | taniamarina
  8° | mikelangelo
  9° | mikelangelo
10° | fighter
11° | laurence316
12° | mystic
13° | nigatto
14° | fabio1957
15° | piernelweb
16° | aristoteles
17° | alejazz
18° | andrea zagano
19° | cinefilos
20° | jack le zaninì
Rassegna stampa
Alessandra Levantesi
SAG Awards (2)
Premio Oscar (10)
Golden Globes (2)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 10 febbraio 1995
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità