Frasi celebri dal film Il cielo sopra Berlino

Acquista su Ibs.it   Dvd Il cielo sopra Berlino   Blu-Ray Il cielo sopra Berlino  
Un film di Wim Wenders. Con Bruno Ganz, Peter Falk, Solveig Dommartin, Otto Sander, Didier Flamand.
continua»
Titolo originale Der Himmel uber Berlin. Fantastico, Ratings: Kids+16, durata 130 min. - Germania 1987. - Nexo Digital uscita mercoledì 18 febbraio 2015. MYMONETRO Il cielo sopra Berlino * * * * - valutazione media: 4,02 su 45 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
Marion (Solveig Dommartin) e Damiel (Bruno Ganz)
primo piano
Sono stata tanto sola: anche non avendo mai vissuto da sola. Sai, quando ero con qualcuno spesso ero felice, ma comunque pensavo fosse del tutto casuale: questa gente erano i miei genitori, ma avrebbero potuto anche essere altri. Perché mio fratello era quello con gli occhi marroni e non invece quello con gli occhi verdi che stava sulla banchina di fronte? La figlia del tassista, ad esempio, era mia amica; ma avrei anche potuto passare il braccio intorno al collo di un cavallo: sarebbe stato lo stesso. Stavo con un uomo, ero innamorata. Ma avrei anche potuto piantarlo e andarmene via con quel tizio sconosciuto che avevamo incontrato per la strada.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
 Altre citazioni dal film Il cielo sopra Berlino 
Marion (Solveig Dommartin)
Il tempo guarirà tutto... Ma che succede, se il tempo stesso è una malattia?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Homer (Curt Bois)
Nominami gli uomini e le donne e i bambini che cercheranno me: il loro narratore, cantore e corifeo. Perché essi hanno bisogno di me più di ogni altra cosa al mondo: siamo tutti sulla stessa barca.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Damiel (Bruno Ganz) e Cassiel (Otto Sander)
Sì è magnifico vivere di solo spirito, e giorno dopo giorno testimoniare alla gente, per l'eternità, soltanto ciò che è spirituale. Ma a volte la mia eterna esistenza spirituale mi pesa. E allora non vorrei più fluttuare così, in eterno: vorrei sentire un peso dentro di me, che mi levi questa infinitezza legandomi in qualche modo alla terra, a ogni passo, a ogni colpo di vento. Vorrei poter dire: "ora", "ora", e "ora". E non più "da sempre", "in eterno". Per esempio... non so... sedersi al tavolo da gioco, ed essere salutato... Anche solo con un cenno... Ogni volta che noi abbiamo fatto qualcosa, era solo per finta. Ci siamo lussati l'anca facendo la lotta, di notte, con uno di quelli: sempre per finta. E ancora per finta abbiamo preso un pesce, per finta ci siamo seduti a un tavolo, abbiamo bevuto, mangiato. Per finta ci siamo fatti arrostire l'agnello e abbiamo chiesto il vino: per finta. Sotto le tende, nel deserto: solo per finta. Non che io voglia generare subito un bambino, o piantare un albero. Ma in fondo sarebbe già qualcosa ritornare a casa dopo un lungo giorno, dar da mangiare al gatto come Philip Marlowe, avere la febbre, le dita nere per aver letto il giornale; non entusiasmarsi solo per lo spirito, ma finalmente anche per un pranzo, per la linea di una nuca, per un orecchio; mentire, e spudoratamente; e camminando sentire che le ossa camminano con te; supporre, magari, invece di sapere sempre tutto... "Ah!", "oh!", "ahi!": poterlo dire, finalmente, invece di "sì" e "amen".
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marion (Solveig Dommartin) e Damiel (Bruno Ganz)
Bisognerà finirla, prima o poi, con il caso. Non so se ci sia un fine, ma so che ci dev'essere una decisione.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marion (Solveig Dommartin)
Non potrei dire chi sono, non ne ho la minima idea! Sono qualcuno che non ha origini, né storia, né paese e ci tengo! Sto qui, sono libera, posso immaginarmi tutto. Tutto é possibile. Non ho che da alzare gli occhi e ridivento il mondo
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Un angelo (Didier Flamand)
....Come fui sul monte e arrivai al sole
dalla nebbia della valle.
Il fuoco ai bordi del pascolo.
Le patate nella cenere.
Il capannone delle barche sul lago.
La Croce del Sud; l'Oriente lontano.
Il grande Nord; l'Ovest selvaggio.
Il grande lago dell'Orso.
Le isole Tristan da Cunha.
Il delta del Mississippi.
Stromboli.
Le vecchie case di Charlottenburg.
Albert Camus.
La luce del mattino.
Lo sguardo del bambino.
Andare ad abbeverarsi alla cascata.
Le macchie delle prime gocce di pioggia.
Il sole.
Il pane e il vino.
Il saltello.
Pasqua.
Le venature dei fogli di carta.
L'erba che si muove.
I colori delle pietre.
I ciottoli sul letto del ruscello.
La tovaglia bianca all'aria aperta.
Il sogno della casa nella casa.
Il vicino che dorme nell'appartamento accanto.
La quiete della domenica.
L'orizzonte.
La luce della stanza nel giardino.
Volare di notte.
Andare in bici senza mani.
La bella sconosciuta.
Mio padre.
Mia madre.
Mia moglie.
Mio figlio....
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Damiel (Bruno Ganz)
..io ora so ciò che nessun angelo sa
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Homer (Curt Bois)
I miei eroi non sono pju guerrieri e re, ma i fatti di pace. Uno vale l'altro. Le cipolle, messe a essiccare, buone come il tronco d'albero che porta attraverso la palude. Ma ancora nessuno è riuscito a cantare un epos di pace. Cosa c'è nella pace che alla lunga non entusiasma e che non si presta al racconto? Devo darmi per vinto, ora? Se mi dò per vinto, allora l'umanità perderà il suo cantore: e quando l'umanità avrà perso il suo cantore, avrà perso anche l'infanzia.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marion (Solveig Dommartin) e Damiel (Bruno Ganz)
Non Sono mai stata solitària: né da sola né con qualcun altro. Ma mi sarebbe piaciuto, in fondo, essere solitària. Solitudine significa: finalmente sono tutto.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Homer (Curt Bois)
Col tempo quelli che mi ascoltavano sono diventati miei lettori e non siedono più in circolo, ma ognuno per sé, e nessuno sa nulla dell'altro...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Damiel (Bruno Ganz) e Cassiel (Otto Sander)
Risalirò il fiume. È una vecchia massima umana, sentita spesso, ma che capisco solo oggi: ora o mai. E l'attimo del guado. Ma non ci sarà un'altra riva: c'è solo il guado, finché stiamo dentro il fiume. Avanti: nel guado del tempo, il guado della morte. Noi che non siamo ancora nati, scendiamo dalla torretta: guardare non è guardare dall'alto, ma ad altezza d'occhi. Innanzitutto farò un bagno...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marion (Solveig Dommartin)
La maggior parte del tempo sono troppo cosciente per essere triste.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Damiel (Bruno Ganz) e Cassiel (Otto Sander)
Ti ricordi come una mattina il vivere, l'essere a nostra immagine da tanto tempo atteso, è uscito dalla savana, l'erba incollata alla fronte? E come la sua prima parola fosse un grido? Disse "ah!"; o "aaah!"; oppure "oh!". O fu semplicemente un gemito. Di quest'uomo abbiamo potuto ridere, finalmente: per la prima volta. E dal suo grido, e dal modo con cui chiamava i suoi successori, abbiamo imparato a parlare.
Una lunga storia: il sole, i lampi, il tuono su nel cielo, e sotto, sulla terra, i falò, i salti in aria, le danze circolari, i segni, la scrittura. Poi all'improvviso uno uscì dal cerchio: si mise a correre dritto, e intanto che correva sempre dritto (curvando, qualche volta, per baldanza) sembrò libero. E noi allora potemmo ridere con lui. Ma poi cambiò di colpo: si mise a correre a zig zag, le pietre volavano... Con la sua fuga iniziava un'altra storia: la storia delle guerre, che ancora dura. Ma anche la prima, quella dell'erba, del sole, dei salti in aria e delle grida, dura ancora...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marion (Solveig Dommartin) e Damiel (Bruno Ganz)
Non c'e storia più grande della nostra: quella mia e tua, dell'uomo e della donna. Sarà una storia di giganti: invisibili, riproducibili. Sarà una storia di nuovi progenitori.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marion (Solveig Dommartin)
"So così poco forse perché sono sempre curiosa. Talvolta penso in modo così sbagliato perché penso come se parlassi contemporaneamente a qualcun altro".
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marion (Solveig Dommartin) e Damiel (Bruno Ganz)
Credo che oggi sia luna nuova. Non c'è notte più tranquilla: in tutta la città non scorrerà sangue.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase »
Il cielo sopra Berlino | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | mister d
  2° | dario adamo
  3° | fedeleto
  4° | lucaguar
  5° | sires
  6° | mr.619
  7° | alejazz
  8° | stefanocapasso
  9° | luca scialò
10° | aldo19621@mini
Rassegna stampa
Stefano Reggiani
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 18 febbraio 2015
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità