Barry Lyndon

Acquista su Ibs.it   Dvd Barry Lyndon   Blu-Ray Barry Lyndon  
Un film di Stanley Kubrick. Con Ryan O'Neal, Marisa Berenson, Patrick Magee, Hardy Krüger, Steven Berkoff.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 184 min. - Gran Bretagna 1975. uscita lunedì 12 gennaio 2015. MYMONETRO Barry Lyndon * * * * - valutazione media: 4,18 su 87 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Ovvero il trionfo dell'ambiguità Valutazione 5 stelle su cinque

di goldy


Feedback: 9817 | altri commenti e recensioni di goldy
domenica 18 gennaio 2015

Barry Kyndon è “bello” perché ogni scena è un quadro suggerita dalle più belle tele dell’epoca e per la scelta dei bei brani musicali che ne fanno un film di grande suggestione visiva e uditiva. Al pubblico di oggi, magari forse no, ma alla sua uscita 40 anni fa, quasi nessun critico seppe cogliere la profondità. Gli fu rimproverato un eccesso di rigore formale caratterizzato da una “lentezza” che tradisce mancanza di ispirazione. In realtà è un film che obbliga a pensare, a ribaltare il senso delle comunicazione immediata, a sfuggire all’inganno della prima facile interpretazione superficiale per scoprire realtà molto più profonde e ricche di significato. A differenza delle intenzioni di W:M Thackeray autore del romanzo omonimo da cui Kubrick ha tratto la sceneggiatura, Kubrick no ha nessuna intenzione di riflettere sui rapporti sociali imposti dalla borghesia imperante delle nuova realtà produttiva. A Kubrick interessa fare un film sulla Storia con la S maiuscola. Il contesto storico è quello di un mondo che deve fare la rivoluzione: quella francese o quella industriale, non c’è molta differenza dal punto di vista della trasformazione radicale dei rapporti sociali. La borghesia che intraprende e produce ricchezza incalza e spazzerà via una aristocrazia parassitaria che campa di privilegi. Straordinarie in quest’ottica le lunghe sequenze di cambiali da pagare, segno di una ricchezza che si sperpera e si consuma ma non produce, non crea valore aggiunto oppure quel denaro che corre sui tavoli da gioco, anche questo denaro “morto”. Barry tenta la sua scalata sociale. Numerose le avventure che dovrà affrontare attraverso i rituali dell’epoca:i duelli,il gioco, l’amore. Interni di sensualità, di inganni, di ipocrisie e di corruzione ed esterni di guerra e violenza,. I critici parlarono di “rigore geometrico” che domina la prima parte. Nella seconda riaffiorano i sentimenti, quelli veri impossibili da reprimere come il sistema vorrebbe. L’amore e il matrimonio con Lady Lyndon sono chiaramente strumentali ma l’amore per il figlio è “vero” così come “veri” sono lo strazio per la sua perdita e l’odio del figliastro nei suoi confronti. Punta di svolta nel film è la scena in cui mentre viene eseguito il “Concerto per due clavicembali e orchestra” di J.S. Bach il figlioletto irrompe nella sala calzando scarpe troppo grandi del fratellastro Lord Bullington. La scena con forte valore simbolico denuncia la fine di una trasgressione. Per Barry non c’è possibilità di successo perché dentro quel mondo non si fuoriesce dalla condizione che ti è stata assegnata, oppure si resta comunque esclusi dall’appartenenza. Si è detto che l’elemento visivo è una cifra stilistica rilevante del film. I quieti paesaggi di Constable, Watteu e gli interni di Hogarth e Gainsborough comunicano un senso di ordine, di grazia, di equilibrio, sotto il quale si cela un secolo che qualcuno ha definito come “demoniaco, sudicio, cinico, empio, insostenibile e turbolento”. E’ cos’ che il regista vuol far cogliere l’AMBIGUITA’ del secolo coadiuvato dalla voce fuori campo sempre pronta a cogliere l’ironia, il contrasto tra ciò che appare e ciò che è.

[+] lascia un commento a goldy »
Sei d'accordo con la recensione di goldy?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di goldy:

Vedi tutti i commenti di goldy »
Barry Lyndon | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Adriano De Carlo
Pubblico (per gradimento)
  1° | albsorge@yahoo.it
  2° | armilio
  3° | paco
  4° | weach
  5° | bomber89
  6° | catullo
  7° | weach
  8° | weach
  9° | cosimuzzo
10° | anna cinzia
11° | filippo catani
12° | jacopo b98
13° | shiningeyes
14° | immanuel
15° | donata
16° | bomber89
17° | paolo 67
18° | fabiofeli
19° | goldy
20° | oscar15781
21° | chriss
22° | angelino67
23° | luigi chierico
24° | jekyll
25° | frdb82
26° | francesco di benedetto
27° | frdb82
28° | trudy
Rassegna stampa
Alberto Crespi
Premio Oscar (17)
Golden Globes (2)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
lunedì 12 gennaio 2015
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità