Turistas

Acquista su Ibs.it   Dvd Turistas  
Un film di John Stockwell. Con Josh Duhamel, Melissa George, Olivia Wilde, Desmond Askew, Beau Garrett.
continua»
Horror, durata 89 min. - USA 2006. uscita venerdì 1 giugno 2007. MYMONETRO Turistas * * - - - valutazione media: 2,48 su 86 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,48/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * - - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Un gruppo di giovani in vacanza si trova a lottare contro un oscuro segreto.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Poco splatter e alta tensione per un thriller teso e sconvolgente sulle fobie umane
Gabriele Niola     * * * * -

Un gruppo di turisti provenienti dal mondo ricco (Australia, Stati Uniti e Inghilterra), messi insieme da un incidente con il bus che li porta attraverso il Brasile, finiscono su una spiaggia dove bevono e ballano fino al mattino, quando, risvegliati da un sonno innaturale, si accorgono di essere stati drogati e derubati. Da qui inizia il loro inferno personale nella giungla brasiliana dove capiranno ben presto che non c'è via d'uscita e nella quale rischiano di essere preda di un trafficante di organi che li espianta a turisti ricchi per donarli a bambini poveri.
Con poco gusto per il gore e lo splatter (presente solo a tratti) e una decisamente più spiccata propensione alla costruzione della tensione, John Stockwell confeziona novanta minuti tirati nei quali l'umido scenario dei paradisi brasiliani diventa da subito (fin dal problematico viaggio in bus) un inferno, facendo leva sapientemente su molte delle paure inconsce dei turisti.
Se l'idea del gruppo di persone impossibilitate a sfuggire ad aguzzini che operano nel loro territorio al di fuori della legge è uno spunto classico, Turistas lo declina in una dimensione inedita, il turismo di massa, e con molta intelligenza e sapiente uso dei propri mezzi. Anche le scene migliori (come il bellissimo inseguimento mozzafiato sott'acqua) non giungono mai gratuitamente e fini a se stessi, ma si inseriscono in un preciso meccanismo. In più la fotografia sgranata, la macchina da presa poco mobile e molto invisibile, l'uso del sonoro e infine la miscelazione dei colori che si adatta di scena in scena, fanno fare un deciso salto in avanti al film che da una struttura di serie B (asciutta, rapida e senza preamboli o lunghe code finali ma incentrata unicamente sugli avvenimenti fondamentali) tira fuori una bella divagazione sulle fobie umane al pari di altri film cult in materia come The Hitcher, Detour o Cuba Libre.
Il film è stato molto osteggiato dal governo brasiliano, per nulla contento dell'immagine che emerge del suo paese (anche se il finale riserva una concessione ai buoni brasiliani anche un po' fuori luogo), criticando uno degli aspetti invece più interessanti dell'opera cioè il voler mostrare (senza crearsi problemi o limitazioni) una realtà senza scampo e dove le motivazioni sociali (il medico espianta organi ai turisti come contrappasso per il commercio illegale che i loro paesi fanno di organi dei poveri brasiliani) sono marginali e non costituiscono nemmeno una parziale giustificazione.

Stampa in PDF

Premi e nomination Turistas MYmovies
il MORANDINI
Incassi Turistas
Primo Weekend Italia: € 291.000
Incasso Totale* Italia: € 606.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 24 giugno 2007
Primo Weekend Usa: $ 3.540.000
Incasso Totale* Usa: $ 6.947.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 31 dicembre 2006
Sei d'accordo con la recensione di Gabriele Niola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
41%
No
59%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Quanto è facile far schifo

sabato 5 gennaio 2008 di Medz

Il torture porn è un genere che non mi ha mai appassionato, ma sentendo alcune recensioni positive su questo film, ho deciso di tentare un avvicinamento alla materia. Film orribile, non tanto per i contenuti, ma per tutto ciò che vi sta intorno; poco splatter, è vero, ma quando c'è il regista abbonda con inquadrature gratuite e compiaciute; il film non si riesce a reggere in alcune scene, ma non solo in quelle di violenza, ma anche in molte altre, poichè la noia abbonda, molto più della tensione. continua »

* * * - -

Un film riuscito per metà...

venerdì 15 giugno 2007 di Chiara

sicuramente il commercio clandestino di organi, argomento trattato in sottofondo alla trama del film, è dei più meritevoli di attenzione. sicuramente i personaggi che, a causa della loro tossicodipendenza e indigenza, vengono portati a compiere azioni che in cuor loro ritengono ripugnanti, da personaggi senza scrupoli, per qualche soldo e una dose, sono lo specchio di un brasile molto poco vacanziero ma decisamente reale, che ci vuol gridare a gran voce che quel paese non è solo spiagge, tanga e continua »

* * * * -

Traffico d'organi sulle spiagge carioca

venerdì 8 giugno 2007 di Antonello Villani

Turisti in cerca di avventure sulle spiagge carioca. “Turistas” capovolge il mito di Ipanema con una storia al limite del sopportabile, perché mischia avventura ed horror portando alla luce una realtà che non avremmo voluto vedere. Miseria delle favelas, traffico clandestino di organi e tanta suspence per alcuni turisti rimasti intrappolati in un posto dimenticato dal Signore dopo che un autobus andato fuori strada li ha costretti ad una sosta forzata; spiagge bianchissime, perizomi in bella mostra continua »

* * * - -

Inferno o paradiso?

venerdì 10 agosto 2007 di tia

Un gruppo di turisti provenienti da diversi paesi ha un incidente con il pullman che li doveva trasportare in una delle città più pittoresche del Brasile, e così la compagnia si trova senza mezzi di trasporto ad aspettare per almeno due giorni su una spiaggia incantata, mare azzurrissimo e un bar per bere in compagnia di belle donne. Peccato che sia tutta una truffa e da lì cominciano i guai seri. Il paese è nelle mani di una banda di trafficanti di organi che non tarda ad individuare la comitiva continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Turistas adesso. »
Shop

DVD | Turistas

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 7 novembre 2007

Cover Dvd Turistas A partire da mercoledì 7 novembre 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Turistas di John Stockwell con Josh Duhamel, Melissa George, Olivia Wilde, Desmond Askew. Distribuito da Eagle Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1, e sottotitolato in italiano - inglese. Su internet Turistas è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 6,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 3,00 €
Aquista on line il dvd del film Turistas

INTERVISTE | Il Brasile non è sempre tutto rose e fiori, o meglio... birra e spiagge: lo sa bene Josh Duhamel, ex star della serie TV Las Vegas, che, diretto da John Stockwell, è l'interprete principale di un horror/thriller abbastanza soft da essere visto in gruppo con gli amici.

Una vacanza da incubo

mercoledì 30 maggio 2007 - Claudia Resta

Turistas: una vacanza da incubo Nel film Josh è Alex, il fratello maggiore di Bea: sta a lui accompagnare la sorella e l'amica Amy in un viaggio in Brasile. Quella che doveva essere una vacanza rilassante, diviene un vero e proprio incubo quando l'autobus malridotto su cui stanno viaggiando s'inoltra pericolosamente in una strada tortuosa che attraversa la vegetazione brasiliana, sbanda e finisce fuori strada. Il gruppo di giovani viaggiatori, insieme con alcuni inglesi e un'australiana notevolmente sexy, si trova costretto a rifugiarsi in una piccola cittadina di mare poco distante, nell'attesa del bus successivo.

Com'è buono il dottore pazzo…

di Serafino Murri XL

Il film di genere è bello perché gioca su schemi universali. Non fa eccezione il thrillerone horror di Stuart Gordon, ottimo e virtuoso regista. Sfodera emozionanti sequenze subacquee, ma si arena in una trama di fantatraffico di organi. Con tanto di scienziato pazzo brasileiro che s'accanisce su giovani Usa in cerca di avventure per squartarli vivi. Ma - e questo è il bello - lo fa per l'umanitario scopo di favorire i poveri malati del "suo" terzomondo. Salvo poi trattare i suoi collaboratori come schiavi. »

Dalle spiagge brasiliane all'inferno

di Francesco Alò Il Messaggero

Momento d'oro per Ruggero Deodato. Un tempo massacrato dalla critica, processato nel nostro paese per Cannibal Holocaust e ora tirato in ballo nelle polemiche (Tarantino nell'attacco ai cineasti italiani di oggi lo rimpiangeva tra le righe), venerato come un maestro (cammeo in Hostel 2) e stracitato dal nuovo filone di film con "giovani turisti occidentali in difficoltà". Anche The Blair Witch Project aveva preso molto da Cannibal Holocaust. Turistas di John Stockwell è ovviamente un derivato di Hostel di Eli Roth al quale aggiunge la giungla assassina di Deodato in versione patinata. »

Ma in quella giungla tuttalpiù c’è spavento

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Dopo un incidente d'autobus nel cuore del Brasile (caldo, insetti, avvoltoi che girano in cerchio sulle vittime), un gruppo di falsi giovani (in realtà quarantenni disidratati) depredati di tutto va a piedi nella giungla in cerca di salvezza. Fa brutti incontri, si rifugia spesso sottacqua, riaccosta i lembi di una ferita al capo di uno di loro con una cucitrice a punti metallici. Arriva finalmente a un aeroporto. L'avventura è l'avventura, però «meglio l'aereo». C'è più spavento che orrore, c'è quell'eccesso di oscurità che consente al produttore di risparmiare al massimo; gli interpreti non sono bravi e il film non è buono. »

di Pier Maria Bocchi Film TV

Se fosse venuto prima di Hostel, e se avesse avuto il beneplacito di Tarantino, Turistas avrebbe avuto sicuramente più eco. Così com'è, fa la figura di un horror come un altro. Quello che alla fine della fiera è. Però se è vero che dal film di Roth prende praticamente tutto (tranne ovviamente il set e la trasformazione bestiale della vittima, e in questo caso è un bene perché evita ideologie giustizialiste), non gli si può negare una certa efficacia. Basta passare la prima parte, irritante e di cattivo auspicio, coi soliti personaggi idioti e dalla facile chiacchiera deficiente; poi il prodotto diventa svelto, secco e sanguinoso. »

Turistas | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | chiara
  2° | riccardo
  3° | amandagriss
  4° | nick castle
  5° | stego
  6° | tia
  7° | m.raffaele92
  8° | antonello villani
  9° | medz
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 1 giugno 2007
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità