Oro rosso

Un film di Jafar Panahi. Con Hossain Emadeddin, Kamyar Sheisi, Azita Rayeji, Shahram Vaziri, Ehsan Amani, Pourang Nakhael Titolo originale Talaye sorkh. Drammatico, durata 95 min. - Iran 2003. MYMONETRO Oro rosso * * * 1/2 - valutazione media: 3,84 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Mi delude il protagonista -ma non il film Valutazione 2 stelle su cinque

di Francesco2


Feedback: 39053 | altri commenti e recensioni di Francesco2
domenica 23 giugno 2019

 Credo che questo, per Panahi, sia il film successivo dopo i lLeone d’Oro vinto con il “Cerchio”, preferito all’eccellente “Platform”,   titolo forte nella –buona- cinematografia di Jia Zhang-Ke. La  tecnica del finale “circolare – è un caso che sia l’aggettivo corrispondente proprio al sostantivo “Cerchio”?- era stata utiizzata,  con spessore molto diverso , dal mcedone Manchewski nel suo “Prima della pioggia” (1994)., anch’esso Leone d’Oro a Venezia. Panahi, invece, sceglie un lunghissimo piano-sequenza che si( sof)ferma sul protagonista,  e sulle reazioni immediate rispetto al suo gesto estremo.
. Anche il protagonista stesso, e l’altro ,sono figure non necessariamente molto riuscite, per  la cui condizione, questo si, è assolutamente  provare desolazione. Ed anche qui, il personaggio principale è un uomo  (auto)accerchaito(si?) in una Teheran che, come  probabimentetante altre metropoli, condensa al suo interno svariatesituazioni; ove le relazioni , siano umane o professionali, appaiono  spesso eteree. Lo stile sembra (r) accogliere svariate suggestioni, si tratti di Kiarostami- non  a caso , autore del soggetto-.  o, forse, del debole film afgano ‘Djameh”; ma, nonostnte gli insistiti –a vuoto-primi piani sul protagonista,  Panah trova altrove una cifra artistica personale. . Dipinga egli individui singoli, quali il gioielliere, la “ragazza in moto”, o un uomo che, ricevuta una pizza dal protagonista in un frangente lavorativo,o anche la folla vittima di repressioni psicologiche o addirittura fisiche, il suo è un –taglio –quasi- scevro da populismi pietistici, come non sempre ma spesso, lo era nel “Cerchio”, ove una fitta ragnatela burocratica, culturale  e talvolta persino fisica,  imprigionava legiovanissime protagoniste, loro si –secondo chi scrive-; capaci di suscitare simpatia.  Persino l’ultima parte, che in –tante- altre situazioni sarebbe potuta risultare didascalica,a dispetto delle caratteristiche “monologanti”, risulta  sentita ed illuminnte. In più,Panahi è anche abile quando, a questa parte estremamente parlata,  lascia seguire una lunga presa di coscienza, che lo porta alla sua “soluzionefinale”.
 
Sono cresciuti, insomma, i protagonisti dell’ingenuo, troppo ingenuo “Palloncino bianco”, che del resto risale aalla meta dei ‘9O. Talora, sono cresciuti troppo in fretta, come l’adolescente cui chiede: “Non sei troppo giovane per fare questo lavoro?”
-

[+] lascia un commento a francesco2 »
Sei d'accordo con la recensione di Francesco2?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Francesco2:

Vedi tutti i commenti di Francesco2 »
Oro rosso | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | francesco2
  2░ | stefanocapasso
  3░ | g.trama
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità