L'Immortale

Acquista su Ibs.it   Dvd L'Immortale   Blu-Ray L'Immortale  
Un film di Marco D'Amore. Con Marco D'Amore, Giuseppe Aiello, Salvatore D'Onofrio, Gianni Vastarella, Marianna Robustelli, Martina Attanasio, Gennaro Di Colandrea.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 116 min. - Italia 2019. - Vision Distribution uscita giovedì 5 dicembre 2019. MYMONETRO L'Immortale * * 1/2 - - valutazione media: 2,92 su 29 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
antonio22 mercoledì 8 gennaio 2020
l'immortale tra immaginario e simbolico Valutazione 0 stelle su cinque
88%
No
13%

Ciro di Marzio non muore. Spunta fuori da un terremoto, orfano attraversa il mondo in cui vive, vive indossando abiti non suoi (da sottolineare la grande trovata di riprendere Ciro da ragazzo sempre con magliette enormi: provate a contrapporre tutto questo ai giubbini alla moda del Ciro adulto), entra nel mondo della malavita. 
Sul piano immaginario (poi vedremo quello simbolico) Ciro non muore mai perché non riesce a morire. Ciro è un predestinato. Viene da lontano, spunta dal nulla e poi ritorna nel nulla, in paesi lontani.
Ciro ritorna perché è condannato a vivere, è condannato a ripetere in eterno la sua recita. Che si snoda su tre registri. [+]

[+] lascia un commento a antonio22 »
d'accordo?
willywillywilly giovedì 6 agosto 2020
genesi di un antieroe Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Ciro Di Marzio, temuto boss di Secondigliano, è uno che dalla vita è stato miracolato sin dalla nascita tanto da essere presto soprannominato "l'immortale" per aver visto la morte in faccia così da vicino ma per esservi scampato per un soffio.
Listinto di sopravvivenza nei vicoli di Napoli insieme alle frequentazioni sin da uaglione con i meglio boss e sgherri di secondigliano lo hanno reso un criminale spietato, sanguinario e animato da una smania di potere tanto da diventare in giovane età il temuto boss di Secondigliano.
Ha lasciato una scia di sague e morte dietro di se Ciro, ha scannato anche persone innocenti, ha perso la sua umanità. [+]

[+] lascia un commento a willywillywilly »
d'accordo?
enzo70 martedì 24 marzo 2020
un film che completa la narrazione di gomorra Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

In tutte le stagioni di Gomorra è sempre mancato un pezzetto di storia: quello dell’infanzia di Ciro di Marzio. L’abbiamo conosciuto agli ordini di Pietro Savastano, ne abbiamo seguito le gesta criminali in numerosissime puntate in televisione. Marco d’Amore decide di raccontarci le storia in un film che passa per il cinema e che fa anche buoni incassi. La storia inizia in Lettonia dove Ciro si ritrova dopo che il proiettile sparato da Genny gli ha sfiorato il cuore. E proprio lì ritrova Bruno, l’uomo che l’ha cresciuto, cui ha affidato la sua difficile adolescenza. E’ l’occasione per raccontare la storia di Ciro, con un continuo flash back. [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
luca scialo giovedì 17 settembre 2020
riuscito a metà Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Esordio alla regia, da solista, per Marco D'Amore. Immancabilmente, portando sul grande schermo il personaggio che lo ha reso celebre: Ciro Di Marzio della fortunatissima serie televisiva Gomorra.
Il film si pone come ponte tra la quarta serie finita di lì a poco e la futura quinta. Ciro Di Marzio è sopravvissuto anche questa volta, fedele al soprannome che porta fin da neonato. Quando fu l'unico a sopravvivere ad un terremoto. Viene incaricato di gestire il traffico di droga in quel della Lituania, nella capitale Riga. Ma come sempre gli accade nella vita, la linearità e la scontatezza non fanno parte della sua quotidianità. Anche qui, dovrà quindi fare i conti con tradimenti e voglia di mettersi in proprio. [+]

[+] lascia un commento a luca scialo »
d'accordo?
belliteam martedì 25 agosto 2020
un po'' di gomorra tra napoli e la lettonia (riga) Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Marco D'Amore ci racconta la storia di uno dei personaggi di Gomorra, Ciro, detto l'immortale.
Il film e' stato girato in Lettonia, a Riga, dove al protagonista viene offerta "una seconda vita", senza piu' nulla da perdere (cit. Ciro).
Tra mafie russe, bande criminali, ed un gruppo di immigrati italiani sospesi tra la voglia di cambiar vita, in meglio, e gli ideali famigliari si susseguono gli eventi, con uno splendido alternarsi anche di flashback (la vera carta vincente del film) con Ciro da piccolo.
In definitiva un buon film, che a volte viene penalizzato da dialoghi un po' troppo stereotipati, ma che risulta piacevole anche nelle scene piu' esplosive. [+]

[+] lascia un commento a belliteam »
d'accordo?
fabiuz62 giovedì 26 marzo 2020
un film pesante che non aggiunge niente alla saga. Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Da amante della serie "Gomorra" avevo aspettative forse troppo alte, ma questo film non si avvicina nemmeno a quello che è lo spirito, le ambientazioni, il racconto della serie tv.
Trama labile, personaggi improbabili, continui fastidiosi remake, Cirù che ha la stessa identica espressione dal primo all'ultimo fotogramma.
La seconda stella solo per la costruzione del finale...

[+] lascia un commento a fabiuz62 »
d'accordo?
mauridal domenica 15 dicembre 2019
dai nemici mi guardo io, dagli amici ... Valutazione 4 stelle su cinque
43%
No
57%

 Quando si cerca di ricostruire la vicenda di un delinquente napoletano , a partire dalla infanzia, e  mentre durante tutto il racconto si evidenzia come la povertà storica dei quartieri di Napoli e della gente che vi abitava avrebbe portato inevitabilmente a delinquere e a cercare tutte le attività illecite, possibili, dal contrabbando allo, spaccio, allora capiamo come il piccolo povero ma furbo e coraggioso Ciruzzo , riesce a cavarsela sognando una famiglia che non ha mai avuto , una fidanzata che non avrà mai insomma una vita normale che per lui non è mai esistita. Intanto ,tutti i personaggi dell’infanzia dai ragazzini mariuoli ai più grandi capi lo accolgono, e poi lo avvolgono in una grande famiglia. [+]

[+] lascia un commento a mauridal »
d'accordo?
uragano domenica 15 dicembre 2019
nessuno può sfuggire al proprio destino Valutazione 4 stelle su cinque
40%
No
60%

Nell’immaginario collettivo degli amanti del cinema resta sempre impressa una scena,una frase,a volte solo uno sguardo vissuto in un film per rendere quel film indimenticabile; nel lungometraggio di Marco D'Amore la scena rilevante è a pochi minuti dall'inizio: un boato fortissimo,la terra trema, il focus in un palazzo,lungo le scale una donna sale precipitosamente fendendo una folla terrorizzata che scende gli scalini in cerca di una via di fuga, in un appartamento c’è il figlio di pochi mesi sul letto: la donna lo solleva lo  avvolge in una coperta lo stringe forte al seno, in quell’istante il pavimento si apre e la donna ed il suo bambino vengono risucchiati nel vuoto È una scena potente alla quale non sarebbe necessario aggiungere altro per disvelare il senso di quel destino a cui Ciro è destinato ed a cui tutti noi siamo consegnati al nostro primo vagito. [+]

[+] lascia un commento a uragano »
d'accordo?
L'Immortale | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (5)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 5 dicembre 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
domenica 21 febbraio
The Night Manager
giovedì 18 febbraio
The Good Fight
venerdì 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità