Money Monster - L'altra faccia del denaro

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Money Monster - L'altra faccia del denaro   Dvd Money Monster - L'altra faccia del denaro   Blu-Ray Money Monster - L'altra faccia del denaro  
Un film di Jodie Foster. Con George Clooney, Julia Roberts, Jack O'Connell, Dominic West, Caitriona Balfe.
continua»
Titolo originale Money Monster. Thriller, Ratings: Kids+13, durata 98 min. - USA 2016. - Warner Bros Italia uscita giovedý 12 maggio 2016. MYMONETRO Money Monster - L'altra faccia del denaro * * 1/2 - - valutazione media: 2,56 su 29 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
andrea giostra venerdý 9 dicembre 2016
trading online o gioco d'azzardo? Valutazione 4 stelle su cinque
88%
No
13%

 Jodie Foster si cimenta quale regista già ben collaudata – sono già quattro i Film diretti! - in un'Opera cinematografica assai difficile, ma al contempo assai attuale e contemporanea: cosa accade quando a fare , con le relative conseguenza che possono innescarsi, sono principianti, avventurieri, giocatori d'azzardo, truffatori, poveri speranzosi, analfabeti informatici? E' un'avventura in un terreno minato ed estremamente pericoloso nel quale puoi perdere tutto? Oppure è un'opportunità per diventare ricchi di money partendo dai tuoi piccoli risparmi di persona comune o dagli altrettanto piccoli lasciti che hai ricevuto in eredità dai tuoi genitori passati a miglior vita?

E' questa la domanda che la Foster pone allo spettatore con il suo Film Money Monsterche vede un'interessante e divertente sceneggiatura di Alan Di Fiore, Jim Kouf e Jamie Linden; un Cast di attori hollywoodiani straordinari, tra tutti Julia Roberts e George Clooney, solo per citarne alcuni; ed una fotografia, per certi versi teatrale, di Matthew Libatique. [+]

[+] lascia un commento a andrea giostra »
d'accordo?
vanessa zarastro sabato 21 maggio 2016
sesto potere? Valutazione 3 stelle su cinque
58%
No
42%

“Money Monster” è un film ben confenzionato, di maniera, del tutto prevedibile. Sembra di vederci almeno un centinaio di film americani degli ultimi quarant’anni: da “Tre giorni del condor” di Sidney Pollack del 1975 e “Quinto potere” di Sidney Lumet del 1976, passando attraverso tutti quelli che trattano di un sequestro, come lo splendido “Inside man” di Spike Lee del 2006, e si svolgono attorno alla figura del mediatore, fino ai più recenti che trattano di finanza e delle sue truffe di cui si capisce ben poco, come “La grande scommessa” di Adam McKay del 2015. La soluzione insolita per un thriller, invece, è nell’uso del tempo reale: la vicenda si svolge esattamente in un’ora e quaranta come per sottolineare il tempo della diretta TV. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
florentin lunedý 30 gennaio 2017
ci sono negoziatori che dovrebbero cambiar mestier Valutazione 2 stelle su cinque
67%
No
33%

Storie già viste.
La finanza è sporca come la politica, si sa. E la tv è lo specchio di entrambe: deve fare business spesso con la scusa di 'dover' dare le notizie e sempre con l'occhio attentissimo all'audience, ché se quella è scarsa o non c'è   la pubblicità non arriva; le notizie sono presentate e 'montate' spesso  a tesi a seconda della proprietà di network e/o emittente:  per avere una parvenza di realtà in ciò che è accaduto nel mondo -e perché- non bisogna mai attenersi a uno solo medium, anche questo è noto.
Clooney non è mai stato un attore drammatico: bravo, anche se non sempre tuttavia: qui dà notizie di borsa facendo il clown, come dire. [+]

[+] lascia un commento a florentin »
d'accordo?
filippo catani lunedý 16 maggio 2016
collassi della finanza Valutazione 3 stelle su cinque
58%
No
42%

Un giovane ragazzo che ha perso tutti i suoi risparmi nel crollo di un titolo in borsa, decide di prendere in ostaggio il conduttore della trasmissione economica che gli aveva consigliato l'acquisto facendo irruzione in diretta.
La Foster torna dietro alla macchina da presa e ci regala un buon film che se vogliamo potrebbe essere un fratello minore dell'Inside Man che la vide co protagonista per certi versi. Infatti il film nel corso di un'oretta e mezza prenderà una direzione completamente diversa da come era iniziato. Non c'è un buono in questa storia in quanto nessuno si salva perchè tutti portano il peso di alcune colpe. Si parte dal cinico conduttore Clooney per arrivare alla Roberts che vuole realizzare uno scoop in diretta per passare al rapitore che ha facilmente ceduto alle lusinghe di un guadagno facile per finire con i vertici dell'azienda in questione. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
shingotamai martedý 1 agosto 2017
sporchi affari Valutazione 2 stelle su cinque
67%
No
33%

I temi trattati sono abbastanza profondi,con truffe ai danni di povera gente,che ricercando l'affare della propria vita,si ritrova,magari ad affogare ancora di più a livello economico.
E qui comincia la sete di giustizia del giovane Kyle,che rivendica chiarezza per sé stesso e per le altre vittime del sistema.
Tutto molto interessante,tuttavia ,ad un certo punto,la pellicola propende molto di più per l'intrattenimento puro,con passeggiate "con bomba" in mezzo alla folla,filmati inviati da misteriosi hacker,fantomatici colpi di scena e fidanzate isteriche. 
Tutto molto dinamico ma poco credibile.
Buone le interpretazioni dell'intero Cast con Clooney e la Roberts ampiamente calati nella parte. [+]

[+] lascia un commento a shingotamai »
d'accordo?
elgatoloco martedý 24 gennaio 2017
money monster=money non sempre monster, nel film Valutazione 0 stelle su cinque
43%
No
57%

Forse anche rispetto alla serie su"Wall Street", non siamo proprio al top, con questo film, ma... Peccato che il rapporto con la finanza, qui, sia abbbastanza ambiguo, quasi autori e regista(la brava Jodie Foser, non per la prima volta dietro la macchina da presa), volessero dirci che: A)esiste la finanza buona, quella onesta; B)c'è anche quella"cattiva", corrotta e tra A e B bisogna saper distinguere e scegliere. Una scelta ardua, visto che la globalizzazione è stata più che altro finanziarizzazione, sempre"drogata", dove la finanza ha corroso quanto era di pertinenza dell'"economia reale"... Il ritmo è a fasi alterne, con"accensioni"improvvise nel sottofinale e finale, con lo smascheramento, però solo parziale, della violenza e del"terrorismo di stato"(Laurent Dispot), quando lo sfortunato attentatore viene"eliminato"(non diremo come e in che misura)dalla polizia o meglio dalle squadre speciali della stessa. [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
shub! lunedý 7 novembre 2016
non arrivano mai fino in fondo: manca il coraggio? Valutazione 2 stelle su cinque
44%
No
56%

Il film quasi c'e', secondo me. Premetto che non mancano certo i manierismi (detti anche noiosi cliché di Hollywood dai piu' schietti, o anche peggio, dai cinefili di un certo livello, elite cui purtroppo non appartengo). Manierismo onnipresenti nelle attuali pelicole made in USA, che non si vogliono sbilanciare e vogliono invece il binario sicuro e la pista sgombra verso il botteghino.

Ma ci sono abituato, per cui cerco disperatamente di guardare oltre, alla ricerca di qualche novità... e qui ci siamo andati vicini, perche' la sorpresa data da quella che sul finale sta per diventare una critica al modello economico USA, anche abbastanza efficace perche' nata in un certo senso dal ceto stra-basso, da chi non ne capisce niente di finanza, la sorpresa fa rizzare i capelli sulla nuca. [+]

[+] lascia un commento a shub! »
d'accordo?
onufrio giovedý 11 maggio 2017
money monster - uno show in diretta Valutazione 3 stelle su cinque
33%
No
67%

Lee Gates è un noto conduttore televisivo di un programma settimanale dal titolo "Money Monster" in cui fornisce delle dritte ai telespettatori in quali azioni investire il proprio denaro. Il crollo inatteso della Ibim, società da Gates fortemente sponsorizzata in qualche puntata precedente, scatena le ire di un'investitore, il giovane Kyle che irrompre in diretta negli studi televisivi minacciando, pistola alla mano, il conduttore e chiedendo spiegazioni su questo strano ed improvviso crollo in borsa con una perdita della società di ben 800 milioni di dollari. Da qui prende il via un nuovo show televisivo che intrattiene si lo spettatore, ma la situazione degenera, a tratti esagera e diventa surreale. [+]

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
alex2044 sabato 14 maggio 2016
money monster ma la televisione non gli Ŕ da meno Valutazione 4 stelle su cinque
48%
No
52%

Una bella sorpresa . Mi apettavo un film giocato tutto sul sarcasmo e sulla satira di un mondo , quello della televisione che vende soldi e paura insomma un dejà-vu qualche volta anche un po' retorico e ripetitivo . Invece mi sono trovato , dopo un inizio di quel tipo,  piacevolmente colpito da un film che molto presto ha virato verso il thriller in modo serio , forse perfino importante e certamente teso e coinvolgente . Da quel momento in poi la tensione è andata crescendo ed il film non ha più avuto tregua fino alla fine , in verità unico momento un po' scontato . Alla buona riuscita di tutto ciò hanno contribuito un montaggio fenomenale in certi momenti a 200 all'ora ma sempre giustificato e un commento musicale serrato ma non barocco . [+]

[+] critica ferocissima della societ˛ americana? (di misesjunior)
[+] lascia un commento a alex2044 »
d'accordo?
dhany coraucci lunedý 23 maggio 2016
grande regia per un film di denuncia e umanitÓ Valutazione 4 stelle su cinque
33%
No
67%

Con la giusta dose di amarezza e prevedibilità che accompagna tutti i film di denuncia sociale nei quali, alla fine, i perdenti continuano a perdere e i vincenti a vincere, l’ultimo film di Jodie Foster regista per me è bellissimo. Siamo in un Network televisivo. L’utilizzo dello schermo come mezzo non solo di denuncia ma addirittura di “verità” mi ha ricordato subito Quinto Potere (Sidney Lumet, 1976) dove un Peter Finch anchorman sconfitto e disilluso comincia a dire in TV tutto quello che sull’informazione, sui media ma soprattutto sulla vita non si può dire. Naturalmente qui non siamo negli anni 70, la denuncia nei confronti del potere e di chi lo possiede non ha gli stessi risvolti tragici e velenosissimi. [+]

[+] lascia un commento a dhany coraucci »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Money Monster - L'altra faccia del denaro | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1░ | andrea giostra
  2░ | vanessa zarastro
  3░ | florentin
  4░ | filippo catani
  5░ | shingotamai
  6░ | elgatoloco
  7░ | shub!
  8░ | onufrio
  9░ | alex2044
10░ | dhany coraucci
11░ | mario nitti
12░ | flyanto
13░ | robert eroica
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Facebook
Sito italiano
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità