La nostra terra

Acquista su Ibs.it   Dvd La nostra terra   Blu-Ray La nostra terra  
Un film di Giulio Manfredonia. Con Stefano Accorsi, Sergio Rubini, Maria Rosaria Russo, Iaia Forte, Nicola Rignanese.
continua»
Commedia, durata 100 min. - Italia 2014. - Visionaria uscita giovedì 18 settembre 2014. MYMONETRO La nostra terra * * 1/2 - - valutazione media: 2,73 su 20 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
xcacel mercoledì 15 giugno 2016
rubini su tutti Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Premessa: senza Rubini questo film varrebbe la metà, indecente invece l'attrice protagonista. Di tratta di un film un po' scontato forse, dove i cattivi soccombono e vengono presi a lanci di pomodoro. La realtà, purtroppo, spesso è ben più drammatica.
Però il film è leggero e tutto sommato godibile, anche se non vi sono picchi ne' scene memorabili.

[+] lascia un commento a xcacel »
d'accordo?
sergio dal maso mercoledì 17 giugno 2015
la nostra terra Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.    (proverbio navajo)
 
Si può lottare contro le mafie con piccole cooperative agricole dedite all’agricoltura dei terreni confiscati ai mafiosi? Si può opporsi alla lupara e alle intimidazioni con la coltivazione di zucchine e pomodori biologici? Si può parlare di mafia senza sangue e morti ammazzati ma con leggerezza e ironia, senza peraltro annacquare un forte messaggio di impegno civile e sociale?
Certo cheSi può fare, risponderebbe senza dubbi a queste domande il regista Giulio Manfredonia riprendendo il titolo del suo esilarante e fortunatissimo film di qualche anno fa sulla storia (vera) di una comunità di pazienti di un manicomio che negli anni ottanta sperimentò innovativi programmi di lavoro e di reinserimento sociale. [+]

[+] lascia un commento a sergio dal maso »
d'accordo?
rampante venerdì 13 febbraio 2015
la terra Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Un film che sfida Cosa Nostra
un film brillante per parlare di mafie
il riscatto delle terre del Sud confiscate alla criminalità

[+] lascia un commento a rampante »
d'accordo?
pier delmonte martedì 10 febbraio 2015
bel film... pero' Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Bel film, con il perfettino e bravo Accorsi e lo sgraziato Rubini, chiaramente da vedere pero’… pero’ se il tema affrontato e’ forte ( e il tema mafia e’ forte di sicuro) si poteva affrontare in altra maniera, non a pomodorucci e vino, insomma da questo film si puo’ capire l’amore per la terra ma non di certo l’odio per la mafia.

[+] lascia un commento a pier delmonte »
d'accordo?
maurizio d martedì 18 novembre 2014
l'armata brancaleone colpisce ancora Valutazione 1 stelle su cinque
100%
No
0%

Vi sono ormai nel Sud-Italia decine di cooperative che lavorano su terreni sottratti alla mafia e che funzionano : producono utili e impiegano centinaia di giovani. Il film di Manfredonia da decisamente l'impressione che le cooperative siano delle Armate Brancaleone, che si scagliano contro un nemico visibile e ben conosciuto. Ancora una volta i peggiori stereotipi appaiano piu o meno velatamente , il falso invalido , l'handicappato, l'africano cupido ed il cattivo mafioso ovviamente armato di una pistola accendino che purtroppo non fa ridere Certo si tratta di una commedia , ma si possono fare commedie anche senza stereotipi cercando di entrare dentro il cuore delle problematiche

[+] lascia un commento a maurizio d »
d'accordo?
aloisa clerici martedì 30 settembre 2014
una commedia corale dalle tinte pastello Valutazione 0 stelle su cinque
50%
No
50%

Giulio Manfredonia fu applaudito nel 2008 per la regia di un film coinvolgente e per niente facile: “Si può fare”, che raccontava con ironia e garbo la vita in una comunità di malati mentali dove Claudio Bisio supportava brillantemente il ruolo di capo-cantiere. Più di recente si è avvicinato alla satira politica dirigendo Antonio Albanese prima in “Qualunquemente”, poi in “Tutto tutto niente niente”. Oggi troviamo “La nostra terra”, un’interessante commedia corale che segue lo stesso canovaccio di “Si può fare”, ma affronta un argomento diversamente spinoso: la realtà mafiosa. Nell’antefatto, la famiglia di Nicola Sansone, noto boss della mafia pugliese, in un tempo lontano si è illecitamente impadronita di un podere di proprietà della famiglia di Cosimo (un impetuoso Sergio Rubini), un contadino vecchio amico di Sansone, che ne diventerà fattore di famiglia. [+]

[+] lascia un commento a aloisa clerici »
d'accordo?
mammut martedì 23 settembre 2014
bellissimo Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
100%

Ben fatto. Coraggio registi italiani. Quando vogliamo riusciamo ancora a fare cinema di qualita', basta commedie insulse

[+] lascia un commento a mammut »
d'accordo?
enrico offlaga lunedì 22 settembre 2014
civismo, buoni sentimenti ed ottima recitazione Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

La trama è decisamente poco originale, un eterogeneo e litigioso gruppo di "perdenti" che alla fine nonostante tantissime difficoltà e sabotaggi riesce alla fine a trionfare.
L'impegno sociale, che mostra il riscatto del SUD sulle Mafie rende quasi obbligatorio il lieto fine.
Nonostante questo grazie alla bravura del regista e ad un ottima squadra di tecnici  che hanno svolto un ottimo lavoro per quel che riguarda fotografia, montaggio, colonna sonora etc e soprattutto bravissimi attori il film è decisamente piacevole e non risulta troppo didascalico.
Fra gli attori oltre ad uno strepitoso Sergio Rubini ed una bravissima e biodinamica Iaia Forte ed un bravo Stefano Accorsi anche gli altri meno blasona [+]

[+] lascia un commento a enrico offlaga »
d'accordo?
kaipy lunedì 22 settembre 2014
carino Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

I'impressione ė che il film ci mostri una visione edulcorata delle cose. Nonostante questo si trasmette un messaggio che incita a lottare, a non rassegnarsi. Il film lascia una bella sensazione. Insomma SI PUÒ FARE!!!!

[+] lascia un commento a kaipy »
d'accordo?
flyanto lunedì 22 settembre 2014
come cercare di ostacolare in qualche modo la real Valutazione 4 stelle su cinque
80%
No
20%

Film in cui si racconta di un gruppo di persone che si riunisce al fine di trasformare in una cooperativa di prodotti della terra biologici uno dei tanti terreni confiscati ad un potente boss mafioso della Puglia, ora in prigione. L'impresa non sarà facile a causa dei vari boicottamenti di coloro che ancora sono affiliati e fedeli collaboratori del tanto temuto personaggio ma alla fine tutti i componenti del gruppo riusciranno nel proprio intento di trasformare gran parte delle terre in terreni coltivabili e soprattutto aderendo alle leggi oneste della società.

Quest' ultima opera Di Giulio Manfredonia, tra il tono comico e quello serioso, presenta il delicato e purtroppo vigente e sempre di più dilagante problema delle lotte, dure e difficili e non sempre a lieto fine, che molte persone oneste intraprendono al fine di ostacolare ed abbattere definitivamente tutto l'andamento di "leggi" e "regole" dettate dai clan mafiosi e molto distanti dalla legalità riconosciuta onetsamente dalla Costituzione. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
La nostra terra | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Dario Zonta
Pubblico (per gradimento)
  1° | sergio dal maso
  2° | flyanto
  3° | aloisa clerici
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 18 settembre 2014
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità