Il petroliere

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il petroliere   Dvd Il petroliere   Blu-Ray Il petroliere  
Un film di Paul Thomas Anderson. Con Daniel Day-Lewis, Paul Dano, Kevin J. O'Connor, Ciarán Hinds, Dillon Freasier.
continua»
Titolo originale There Will Be Blood. Drammatico, b/n durata 158 min. - USA 2007. - Buena Vista International Italia uscita venerdì 15 febbraio 2008. MYMONETRO Il petroliere * * * 1/2 - valutazione media: 3,51 su 193 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
ciro venerdì 14 marzo 2008
lo spirito di frontiera secondo anderson Valutazione 5 stelle su cinque
87%
No
13%

Vedere l’ultima opera di Paul Thomas Anderson significa aprire una serratura dopo l’altra, tante sono le chiavi di lettura ed i livelli di interpretazione. Partiamo dalla metafora più evidente: Daniel Planview, ostinato e fortunato cercatore di petrolio, è l’incarnazione perfetta del capitalismo americano: spirito d’iniziativa, ottimismo, perseveranza, egoismo, forza di volontà nel superare ogni sorta di ostacolo. Lo vediamo nascere dal nulla, solo e sperduto nel deserto, ed arrivare al successo, immerso in una villa californiana. Nel mezzo, una vita fatta di scelte coraggiose ed azzardate (l’acquisto di enormi appezzamenti di terreno senza avere la certezza che lì sotto ci sia petrolio), e di gesti al limite del disumano (l’abbandono sul treno del figlio adottivo, rimasto sordo a seguito dell’esplosione di un pozzo petrolifero). [+]

[+] i'm finished (di fanolgepu)
[+] lascia un commento a ciro »
d'accordo?
markerbet venerdì 28 marzo 2008
anime di acciaio Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

C’è una parte primitiva nell’essere umano che domina i comportamenti, che disegna la smorfia del volto, che manda il linguaggio al corpo. In questi decenni è costume reprimerla e forse un dovere di civiltà. Taluni personaggi la reprimono per capacità di controllo, altri non riescono e altri ancora non ne hanno il bisogno, perché la natura ci plasma anche nell’indole rendendola più o meno possente. Il film è tutto su di un uomo, su di un essere umano per l’esattezza, e in questo sta tutto il dramma. Una figura a cui per sua disgrazia la natura non ha fatto sconti, lo ha reso schiavo della sua avidità del suo stato di comando o come lui stesso dice. “Sento la competizione dentro di me, non voglio che gli altri riescano”. [+]

[+] lascia un commento a markerbet »
d'accordo?
teo venerdì 10 ottobre 2008
trascinante e sconvolgente epopea di frontiera Valutazione 4 stelle su cinque
86%
No
14%

Dopo averne fatto un’attenta e scrupolosa visione, “Il petroliere”, statene certi, non è un film che si può rimuovere facilmente. Un’immensa e incontenibile epopea capitalista, un viaggio nei tortuosi e scoscesi meandri della mente umana, un crescendo di emozioni forti, metafore, nevrastenie, materialismi. Con una regia impeccabile, Anderson crea un film che ricorda tanto i romanzi di stampo verista (“La roba”, per esempio, di Giovanni Verga), ma forse in modo ancora più solcato, oscuro, tenebroso, eterno, quasi a dimostrare che la figura di Plainview trova un’incarnazione anche nel presente. La storia è caratterizzata da uno sconvolgente e quanto mai trascinante climax ascendente, fatto di continui ed efficaci riferimenti metaforici. [+]

[+] lascia un commento a teo »
d'accordo?
macs t mercoledì 11 marzo 2009
un cuore d'oro nero Valutazione 5 stelle su cinque
91%
No
9%

non so che dire.... ho sempre ammirato anderson, ma senza andare oltre alla stima che ripongo nella sua perizia tecnica, e in una certa astuzia che riescono a far dire alla maggior parte degli spettatori "questo è un autore". mi è abbastanza piaciuto boogie nights per i suoi echi altmaniani modernizzati, ubriaco d'amore e sidney erano discreti, mentre magnolia l'ho trovato un po' tronfio e gonfio d'ambizioni. ma there will be blood.... un'altra cosa, davvero. come si suol dire, il regista è cresciuto, ci presenta una sorta di moby dick abitato da un protagonista enorme che, cullato dalle inquietanti melodie di jonny greenwood, viene lentamente isolato e dannato dalla sua nera ossessione. semplicemente stupendo, uno dei migliori film americani degli ultimi anni, mi ha fatto venire il mal di pancia da quanto è bello! ovviamente può non piacere, anderson è un regista alquanto eccessivo, ed emana quella consapevolezza della propria bravura un po' come quelle fighe che sanno di esserlo. [+]

[+] lascia un commento a macs t »
d'accordo?
fedson venerdì 22 febbraio 2013
esseri umani! Valutazione 5 stelle su cinque
79%
No
21%

Quello che si rivelerà uno dei film più importanti ed influenti del XXI secolo, è frutto dell'enigmatica mente di Paul Thomas Anderson, già creatore di pure odissee emozionanti del calibro di "Magnolia". Tutto quello che credevate di sapere sull'essere umano: le sue origini, la sua abilità di pensare e agire, il suo istinto, la sua rabbia, le sue emozioni e le sue paure, vengono raccontate, proprio come una storia, secondo un principio primitivo che ingabbia mente e corpo del minatore texano Daniel Plainview e che circonderà la sua ambita, quanto terribile, corsa al potere tramite l'essenza più ricercata di quel tempo: il petrolio. [+]

[+] lascia un commento a fedson »
d'accordo?
giuseppe marino venerdì 22 febbraio 2008
sete di sangue nel sogno americano Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

Il Petroliere. There will be spoiler. Citazioni obbligatorie: i primi 20 minuti senza parole, l’incendio della torre. È un film possente, notevole anche solo per queste scene. Non vado pazzo per Anderson, Magnolia non mi piacque. È capace di una regia solida, ma si lascia andare a troppe variazioni di registro, tende a strafare. Anche Il Petroliere non è perfetto, ma è senza dubbio il suo miglior film. Daniel Day-Lewis è il cattivissimo sovrano della pellicola e qualche volta ruba la scena anche alla terra, al fango e ai morti. Due sono i principali momenti di rivelazione del personaggio, sottolineati dallo stesso brano di Greenwood (bellissima la colonna sonora che in più occasioni sembra doversi arrestare, e invece si dilunga dando compattezza ed identità ad intere sequenze): nella terra brulla, con una gamba rotta, perduto in un paesaggio deserto, in mente ha solo la follia della ricchezza; nel battesimo del fango, quando pesta il prete e mostra tutto il suo disprezzo per il genere umano (da lì si accentueranno i toni grotteschi). [+]

[+] lascia un commento a giuseppe marino »
d'accordo?
marco michielis sabato 19 febbraio 2011
un incipit di grandissimo spessore Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%


Ho letto ottime recensioni a proposito di questo film e non sento di voler aggiungere altro a proposito dell'analisi della trama e dei suoi significati. Concentrerei invece la mia attenzione sulle prime due scene del film, che di certo non hanno lasciato indifferenti i veri cinefili. Al di là della regia salda e sicura, questo inizio contiene anche numerosi e dotti riferimenti ad un altro film, un film che ha fatto la storia del cinema. Un film che è il cinema. Sto parlando del monumentale 2001 Odissea nello spazio di Kubrick.

Il paragone giunge spontaneo e immediato. Il film si apre mostrandoci uno schermo nero con in sottofondo la bellissima colonna sonora di Jonny Greenwood. [+]

[+] lascia un commento a marco michielis »
d'accordo?
giulia lunedì 18 febbraio 2008
il dramma del potere saggiamente interpretato Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Due grandi ritorni.Due titani si fronteggiano in una stupenda e vibrante pellicola.Paul Thomas Anderson fornisce un'attenta regia e una suggestiva scenografia,Daniel Day Lewis si cala in un'intensa e iperbolica interpretazione,già fruttuosa di un golden globe e di una nomination all'Oscar.Il film è in corsa con ben otto meritatissime nominations,tra le quali campeggia anche "miglior film" e "migliore regia".Queste le premesse che fanno solo da sfondo ad una storia penetrante, tratta dal romanzo "Oil" e stupendamente realizzata in pellicola da Paul Thomas Anderson.La storia di Daniel(interpretato da Daniel Day Lewis)tra continue trivellazioni alla ricerca dell'oro nero,fino alla sua totale conquista,è un viaggio nell'animo di un uomo,il cui cinismo e misantropia progrediscono parallelamente alla scoperta di pozzi neri e profondi dai quali risucchiare preziosissimo petrolio. [+]

[+] ok (di chicercatrova)
[+] lascia un commento a giulia »
d'accordo?
mar 1973 venerdì 29 febbraio 2008
epico e "fisico" Valutazione 4 stelle su cinque
86%
No
14%

"There will be blood", cioè Ci sarà sangue. E il sangue (meglio non rivelare come) c'è. Sorretto da una fotografia eccezionale che trova nella scena dell'incendio del pozzo il suo apice, e con i 20' iniziali assolutamente straordinari (ancorché privi di parole) il film di Anderson si pone sulla scia di quei grandi epici film americani come "Il selvaggio", raccontando parallelamente la storia di un uomo, della sua avidità e sete di denaro e quella del passaggio all'economia capitalistica. Classico nello stile ma personale nel taglio registico, alternando paesaggi maestosi alla Malick e primissimi piani del protagonista, "Il petroliere" è soprattutto un film fisico. Film di corpi, di sangue, di petrolio che si attacca alla pelle che sembra di sentirlo, ed è anche la storia di una guerra. [+]

[+] lascia un commento a mar 1973 »
d'accordo?
tmpsvita lunedì 7 agosto 2017
tecnicamente perfetto ma manca un po' di emozione Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

 Un incredibile performance di Daniel Day-Lewis e di Paul Dano, una fotografia travolgente, una colonna sonora particolare e che, proprio nella sua particolarità trova il suo punto di forza, ed una regia caparbia sono i pilastri portanti di un film che, nonostante ciò, l'ho trovato sopravvalutato e per questo motivo trovo davvero molto difficile riuscire a valutarlo.

Mi è piaciuto praticamente tutto ma è come se non fossi stato mai, eccetto per alcune scene, veramente interessanto abbastanza ad esso e per questo non sono riuscito emotivamente ed empaticamente legato alla storia e anche a i suoi personaggi, anche se oggettivamente li ho trovati molto ben caratterizzati (come in ogni film di Paul Thomas Anderson). [+]

[+] lascia un commento a tmpsvita »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 »
Il petroliere | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
SAG Awards (2)
Premio Oscar (8)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (3)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (1)
Critics Choice Award (4)
Festival di Berlino (2)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità