La leggenda del re Pescatore

   
   
   

Irene Bignardi

La Repubblica

La leggenda del Re Pescatore di Terry Gilliam rimanda, nel titolo e nella vicenda, a un personaggio leggendario di La terra desolata di T.S. Eliot, che a sua volta, vogliamo ricordarlo, saccheggiava la Tempesta shakespeariana e il Parsifal wagneriano.
È la terra desolata, che, in questa fiaba moderna, attende il miracolo dell’amicizia, è una città devastata e sinistra, in cui vivono fianco a fianco gli yuppies dei grattacieli e gli “homeless”, i senzatetto che dormono sotto i ponti e per le strade.
Dal mondo dei grattacieli precipita nella desolazione dell’anonimato Jeff Bridges, conduttore di un popolarissimo show radiofonico un p0’ sullo stile di Talk Radio, che con il suo gusto e la provocazione ha finito per provocare una tragedia. E a salvarlo da una brutta avventura salta fuori una sera il barbone Robin Williams, un pazzo gentile e farneticante che, si scopre, è il sopravvissuto alla strage involontariamente innescata da Bridges con le sue provocazioni dal microfono.
Ex professore di letteratura medievale, Williams si ricorda del suo passato quanto basta per immaginare di essere perseguitato da un cavaliere mascherato che sputa fiamme come un drago, vede New York come una città di castelli e di torri, ed è convinto che in una casa di Manhattan sia conservato il Graal, la coppa rigeneratrice che contiene, secondo la leggenda, il sangue di Cristo. Come se non bastasse, innamorato di una biondina slavatissima che vede come una principessa di fiaba. Jeff Bridges, ossessionato dal senso di colpa per quello che la sua arrogante sicurezza ha provocato, fa quanto può per aiutarlo a conquistare la ragazza e riconciliarlo con le sue fantasie, andando perfino a rubare per l’amico la coppa del Graal che, inutile dirlo, è soltanto una coppa-ricordo. Lungo la strada, anche lui diventerà un uomo migliore e scoprirà il vero amore (che è una simpaticissima Mercedes Ruehl, molto brava e molto spiritosa). Il cinismo yuppie e l’indifferenza dei mass media hanno perso un adepto.
Terry Gilliam, a cui si deve uno dei film più belli di questi ultimi dieci anni, Brazil, è un maestro del cinema fantastico, nonostante la prova non totalmente convincente di Le avventure del Barone di Munchausen. Ma La leggenda del Re Pescatore - che Gilliam ha diretto su un soggetto di Richard LaGravanese - ha i suoi punti di forza più che nelle invenzioni di regia nell’interpretazione degli attori e nell’ambientazione in una New York degradata e barbonesca che fa ironicamente da pendant alla Los Angeles di Mel Brooks in Che vita da cani!

Sono gli attori a ricucire con la loro umanità una storia più improbabile che fantastica, che mescola, con qualche incertezza e numerosi squilibri, comicità e patetico, frenesia e pause poetiche, Charlie Chaplin e Quinto Potere. Il Graal di questa terra desolata sono gli affetti: l’amicizia e l’amore che, a quanto pare, scarseggiano ai piani alti delle torri di Manhattan come l’ossigeno in alta montagna, e che abbondano invece sotto i cartoni degli homeless.
Ma Gilliam ha perso il suo smalto visivo, il film è spesso sciatto, la sovraeccitazione prevale sullo stile. Ci si diverte e a tratti ci si commuove, ma non ci si crede più.
Da Irene Bignardi, Il declino dell’impero americano, Feltrinelli, Milano, 1996


di Irene Bignardi, 1996

Sei d'accordo con la recensione di Irene Bignardi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
24%
No
76%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Richiedi la data del prossimo passaggio in tv del film La leggenda del re Pescatore.
(Riceverai le informazioni pochi giorni prima del passaggio in tv. Il servizio è gratuito)

inserisci qui la tua email
La leggenda del re Pescatore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | alex41
  2° | ultimoinquisitore
  3° | natale
Rassegna stampa
Irene Bignardi
Festival di Venezia (2)
Premio Oscar (7)
Golden Globes (7)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
venerdì 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
venerdì 1 gennaio
Cobra Kai - Stagione 3
giovedì 31 dicembre
Sanpa: luci e tenebre di San Patri...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità