Possession

Acquista su Ibs.it   Dvd Possession   Blu-Ray Possession  
Un film di Andrzej Zulawski. Con Isabelle Adjani, Sam Neill, Heinz Bennent, Margit Carstensen, Carl Duering.
continua»
Titolo originale Possession. Horror, durata 127 min. - Francia 1981. MYMONETRO Possession * * * - - valutazione media: 3,00 su 12 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
pestiferik lunedì 8 giugno 2009
deliro splatter!!! Valutazione 4 stelle su cinque
74%
No
26%

La vicenda che si svolge nei pressi del muro di Berlino vede una coppia in crisi alle prese con i deliri di lei, Anna (Isabelle Adjani), che trascina a poco a poco suo marito Marc (Sam Neill) in un vortice di dolore, angoscia e soprattutto di efferati omicidi. Le voci che fanno da sfondo sonoro nei momenti di maggiore agitazione di Anna sono, a mio avviso, quelle della sofferenza provata dalle famiglie divise dallo storico muro; la lotta tra il bene e il male che si svolge nella sua testa è stravinta dal male ed anche questo è un'allegoria di ciò che a Berlino è successo durante e dopo la seconda guerra mondiale. A confermarlo è l'epilogo accompagnato da un sottofondo di bombardamenti aerei. [+]

[+] vero (di nerazzurro)
[+] lascia un commento a pestiferik »
d'accordo?
stefano giasone da-fré venerdì 21 dicembre 2012
il muro deve cadere. Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Un blu velluto, quasi opaco, è colore primigenio in cui feconda si mostra libertà. E di lei la gestazione è trama erta, in tensione continua tra l’incrinarsi dell’intersoggetivo lacerato ed il debordare palpitante di un plasma prossimo, cui pigmento reclama il più nobile tra i toni. In blu rifrangono mura, vetri, tendaggi e moquette; di blu è intrisa la veste del prescelto, ed il prescelto-all’oltre è donna. Al mammifero consorte non rimangono che goffe le sue mosse arcane, virilità e deviazioni di scarno misticismo, paradigmatiche lusinghe a volontà e potenza, assiomi traballanti nell’annullamento d’ogni sè. Possesion è l’impotenza del volere e del potere, ed in esse, dell’essere. E’ processo di affrancamento dall’illusiva presunzione di senso e appartenenza, ed insieme possibilità che spalanca porte all’ultra. [+]

[+] lascia un commento a stefano giasone da-fré »
d'accordo?
gianleo67 giovedì 9 maggio 2013
il diavolo probabilmente...secondo Żulawski Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Grigio impiegato di un'agenzia di intelligence a Berlino Est torna a casa dopo una lunga e impegnativa missione, scoprendo che la moglie lo tradisce con un altro uomo. Quello che nessuno dei due sospetta però è che la donna, in preda ad una sempre più grave ed allarmante sindrome bipolare (disturbo della personalità e dell'umore), si rifugia in un anonimo e spoglio appartamento di periferia dove viene posseduta, nel corpo e nello spirito, da un'orrida creatura tentacolare. La scomparsa dei due detective privati che l'uomo aveva assoldato per pedinarla, lo portano alla scoperta di una realtà aberrante e disumana tra l'incarnazione di un'astratta entità metafisica e un diabolico progetto di annientamento del genere umano. [+]

[+] lascia un commento a gianleo67 »
d'accordo?
ugogigio lunedì 24 febbraio 2014
because you say "i" for me (2) Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

(continua)la Libertà e l’Esistenza, facendo leva su un visionario isterismo stilistico condotto all’insegna dell’eccesso e dell’esasperazione del mezzo. La struttura del film, dispersiva, ridondante e proprio per questo affascinante e al contempo funzionale ai propri scopi, ha come cuore e centro teorico-programmatico lo straziante monologo in cui Anna, guardando in macchina, esplicita la dimensione filosofica del film, che in tutta la prima parte era rimasta in filigrana. Strabilianti le soluzioni registiche dalle angolature deformanti e inusuali, che producono effetti di grottesco straniamento e allucinazione, così come la massima cura della messa in scena e della fotografia, in cui predominano tinte fredde virate al grigio-blu. [+]

[+] lascia un commento a ugogigio »
d'accordo?
ugogigio sabato 22 febbraio 2014
because you say "i" for me Valutazione 5 stelle su cinque
75%
No
25%

Magmatico e straripante, labirintico, angoscioso, straniante, Possession di Andrzej Zulawski è una di quelle oscure perle della cinematografia ingiustamente misconosciute o dimenticate dai più, un vero gioiello dai riflessi costantemente cangianti che ambisce come ben pochi film a riassumere in sé tutti gli interrogativi più urgenti dell’umana esistenza. In una desolata Berlino est, dipinta da rapidi movimenti di macchina che assecondano le frenetiche traiettorie dei personaggi, si consumano l’angosciante discesa nella disperazione dell’essere e lo svuotamento emotivo e morale di una donna combattuta tra il dubbio e la fede, cui una bellissima ed immensa Isabelle Adjani dona una grazia e una fragilità dolenti uniche. [+]

[+] lascia un commento a ugogigio »
d'accordo?
jacopob98 martedì 15 agosto 2017
un tour de force visivo senza precedenti Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Nella Berlino divisa dal Muro una coppia (Isabelle Adjani e Sam Neill) va in crisi per il presunto tradimento di lei. Lui allora le appieda un detective privato e scoprirà che la donna ha due amanti: il bizzarro Heinrick (H. Bennent) e una creatura tentacolare che lei stessa ha generato. Censurato, ritagliato e rimontato: per anni il mondo ha tentato di annientare il più importante film del polacco Żuławski, Possession, una sconvolgente riflessione sulla frantumazione della coppia, che in Italia circolò in un’incomprensibile versione di 80’. [+]

[+] recensione scritta molto bene (di taxidriver)
[+] lascia un commento a jacopob98 »
d'accordo?
ugogigio lunedì 24 febbraio 2014
because you say "i" for me (2) Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

(continua)la Libertà e l’Esistenza, facendo leva su un visionario isterismo stilistico condotto all’insegna dell’eccesso e dell’esasperazione del mezzo. La struttura del film, dispersiva, ridondante e proprio per questo affascinante e al contempo funzionale ai propri scopi, ha come cuore e centro teorico-programmatico lo straziante monologo in cui Anna, guardando in macchina, esplicita la dimensione filosofica del film, che in tutta la prima parte era rimasta in filigrana. Strabilianti le soluzioni registiche dalle angolature deformanti e inusuali, che producono effetti di grottesco straniamento e allucinazione, così come la massima cura della messa in scena e della fotografia, in cui predominano tinte fredde virate al grigio-blu. [+]

[+] lascia un commento a ugogigio »
d'accordo?
taxidriver giovedì 16 novembre 2017
un film che non va da nessuna parte Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Il resoconto di un incubo psicanalitico, probabilmente proiezione delle stesse paure e paranoie del regista, che sceglie un approccio schizofrenico: da una parte vorrebbe ambire a un'analisi psichica (ovviamente in chiave freudiana), intellettualizzando quindi la narrazione; dall'altra imbocca la via dell'orrore puro (con sovratoni soprannaturali) attraverso scene raccapriccianti e soprattutto la presenza di un mostro reale (in carne e ossa) come nella miglior tradizione horror-fantascientifica. Questa ambiguità nuoce gravemente all'opera che, non scegliendo una direzione precisa, finisce per essere inconcludente e insignificante. Ciò non impedisce a Possession di essere una delle pellicole più disturbanti della storia del cinema, grazie a tre elementi: le atmosfere malate e opprimenti; il rapporto carnale con un essere repellente; un'eccezionale interpretazione di Isabelle Adjani. [+]

[+] lascia un commento a taxidriver »
d'accordo?
Possession | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | pestiferik
  2° | stefano giasone da-fré
  3° | gianleo67
  4° | ugogigio
  5° | ugogigio
  6° | ugogigio
  7° | jacopob98
  8° | taxidriver
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità