Piccole volpi

Acquista su Ibs.it   Dvd Piccole volpi   Blu-Ray Piccole volpi  
Un film di William Wyler. Con Bette Davis, Teresa Wright, Herbert Marshall Titolo originale The Little Foxes. Drammatico, Ratings: Kids+13, b/n durata 116 min. - USA 1941.
   
   
   

Allontanate le Piccole Volpi: la vigna Ŕ verde Valutazione 5 stelle su cinque

di SamN97


Feedback: 1614 | altri commenti e recensioni di SamN97
domenica 11 gennaio 2015

Dal soggetto teatrale di Lillian Hellmann, Piccole Volpi è un capolavoro incentrato sulle conseguenze del materialismo cinico e soprattutto dell'avidità. La storia ruota attorno al personaggio di Regina, che pur di ottenere ciò che vuole, senza fare misteri, è disposta a qualsiasi cosa: sposare un uomo che non ama, allearsi con i suoi fratelli contro la sua stessa famiglia oppure abbandonarla in caso di bisogno, sostanzialmente assassinare il marito onesto e - come afferma alla fine - farsi nemica persino la figlia, che tuttavia tenta di lasciare sempre il più al di fuori possibile dal suo campo di battaglia, dove è solita fare tabula rasa. La cornice aristocratica degli Stati del Sud del primo 900 è sfondo meraviglioso di una vicenda che parte a tinte quasi rosee per poi sprofondare in climax nel subdolo e meschino. La regia di Wyler riesce a seguire questo filo conduttore in maniera eccellente, con estrema fluidità e perfezione assoluta: cattura la bellezza delle meravigliose scenografie e tutte le sfaccettature dei personaggi, che parlano attraverso la sceneggiatura a dir poco superba curata da Lillian Hellmann stessa. La sequenza più degna di nota è quella della morte di Horace, alle spalle di sua moglie Regina che è sì spaventata da ciò che sta accadendo, ma anche freddamente desiderosa che ciò accada: egli infatti è preso da un attacco di cuore e implora la moglie di prendergli una medicina in camera al piano superiore; ma ella si accomoda sulla poltrona e da lì assiste alla morte del marito, ascoltando alle sue spalle i rantoli dell'uomo che tenta invano di salire le scale. Particolarmente degna di nota anche la colonna sonora, soprattutto nelle scene iniziali.
A dare vita a Regina, Bette Davis non sarebbe potuta essere migliore. Offre infatti una delle migliori interpretazioni della sua carriera nell'interpretare freddamente e con sguardi subdoli e mostruosi una donna algida, superba e senza scrupoli. Eccellente la scelta della Davis di mantenere esteriormente al suo personaggio una presenza aristocratica e signorile, regale come il nome che porta. Anche il resto del cast è ben scelto e degno di nota, ma le interpretazioni migliori sono senza dubbio (oltre alla Davis, "regina" indiscussa della pellicola) una straordinaria Teresa Wright, nel ruolo della figlia di Regina, Alexandra, e Patricia Collinge in quello di Zia Birdie. Teresa Wright propone una ragazza innocente e giovane, presa dalla sua fanciullesca età e dall'amore per una famiglia che scoprirà essere piena di marciume. Alla fine, quando capisce che essere umano orribile sia la madre, sceglie tuttavia di non tradirla, ma se ne allontana il più possibile: e l'attrice nel presentare questo momento è stata forte come una roccia, eccezionale e drammaticamente commovente, mostrando il vero senso della giustizia. Patricia Collinge, altrettanto straordinaria, interpreta sullo schermo un ruolo di sua eredità teatrale, e lo fa con grandissima competenza e professionalità. La sua interpretazione della Zia Birdie, donna chiacchierona ma di buon cuore che viene mortificata continuamente dai serpenti che sono suo marito e i suoi cognati, è quanto di più drammatico e strappalacrime si possa vedere: la potenza del suo sguardo triste e rassegnato ci rende davvero partecipi della sua sofferenza, così come i suoi sguardi pieni d'amore verso la nipote Alexandra ci passano la speranza in un futuro migliore, lontano dalle angherie di Regina, Ben e Oscar. Per non parlare della vergogna con cui ammette del proprio alcolismo, una scena che tocca come poche altre nella storia del cinema proprio grazie alla sua grande interpretazione, supportata in quel momento magistralmente dalla giovane Teresa Wright.
Il film ottenne nove candidature agli oscar del 1942: Miglior Film, Regia, Attrice (Bette Davis), Attrice non Protagonista (Teresa Wright), Attrice non Protagonista (Patricia Collinge), Sceneggiatura non originale (hellmann), scenografia, montaggio e colonna sonora. Imperdibile per gli amanti dei film dell'epoca, ma in generale imperdibile per chi dice di amare il Cinema vero, quello che purtroppo va scemando.

[+] lascia un commento a samn97 »
Sei d'accordo con la recensione di SamN97?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di SamN97:

Piccole volpi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | il cinefilo
  2░ | samn97
Premio Oscar (9)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità