La mia generazione

   
   
   

Ottimo film sugli "anni di piombo" Valutazione 5 stelle su cinque

di Lorenzo


Feedback: 0
sabato 12 novembre 2005

E' uno dei pochi tentativi seri di elaborare in sede filmica il retaggio degli "anni di piombo": gli ex-rivoluzionari sono fotografati nella loro realtÓ umana, quella di vecchi ragazzi che, negli anni Settanta, progettavano attentati ed omicidi fra una festa ed una gita scolastica, senza la minima idea delle conseguenze devastanti che simili azioni avrebbero potuto avere sulle loro vite. Non solo le condanne penali ed i sensi di colpa attanagliano i sopravvissuti, ma nella misura in cui i carcerati possono ottenere sconti di pena solamente collaborando cogl'inquirenti e denuciando i compagni rimasti a piede libero, paura e rancore li dividono uno dall'altro. Braccio, il protagonista del film, Ŕ un uomo profondamente solo. Gli stessi carabinieri che lo deportano da un carcere all'altro, cercando di sfruttarne le povere speranze per farlo "parlare", non sono trasfigurati in prodi difensori delle istitituzioni democratiche nÚ in biechi servi del capitalismo reazionario: sono individui qualunque, colle loro storie e le loro paure. Il loro capitano si rende perfettamente conto del carattere rivoluzionario di quegli anni e di come un'utopia politica potesse risultasse affascinante agli occhi di ventenni cresciuti nel clima dell'Italia degli anni Settanta, ma deve compiere il suo dovere e sfruttare la disperazione di Braccio per fargli denunciare i suoi ex-compagni. Il film rimane centrato sulle contraddizioni d'una rivoluzione abortita, che ha rovinato tante vite senza mai sfociare in una vera guerra civile (che per quanto feroce avrebbe potuto giustificare e dare un senso alle sofferenze che l'avevano preparata e che ne sarebbero risultate). Si tratta d'un film tipicamente italiano, a cavallo fra tristezza, malinconia e convinzione che la vita non ha alcun senso predefinito; lo si potrebbe forse paragonare a "Regalo di Natale" di Pupi Avati. Il suo unico difetto: una certa tendenza a trasvalutare il protagonista in una sorta di eroe tragico, smarrendo l'equilibrio che caratterizza la struttura complessiva del film. Le conclusioni sono spesso il luogo di simili "inciampi", e questa rappresenta forse il momento pi¨ debole d'un film altrimenti apprezzabilissimo.

[+] lascia un commento a lorenzo »
Sei d'accordo con la recensione di Lorenzo?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
86%
No
14%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
La mia generazione | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | lorenzo
  2░ | salvatore scaglia
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 22 giugno
Cosa sarÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità