Il pretore

Acquista su Ibs.it   Dvd Il pretore   Blu-Ray Il pretore  
Un film di Giulio Base. Con Francesco Pannofino, Sarah Maestri, Mattia Zàccaro Garau, Eliana Miglio, Carlina Torta.
continua»
Commedia, durata 90 min. - Italia 2014. - Mediaplex Italia uscita giovedì 3 aprile 2014. MYMONETRO Il pretore * * 1/2 - - valutazione media: 2,70 su 25 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
enzo70 venerdì 6 marzo 2015
del tutto sconsigliato Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Pannofino è un grande doppiatore e un attore simpatico. E il film riprende il romando di Piero Chiara, il pretore di Luvio, insomma gli ingredienti per fare un film non dico buono, ma almeno decente, c’erano. E invece è un disastro assoluto, un film che non capisci come possa essere stato pensato, diretto e prodotto. Le capacità caricaturali di Pannofino vengono estese al punto da farlo sembrare Bombolo, sembra un film da cabaret, tipo la riedizione delle comiche o di sturmtruppen, ma poi ti rendi conto che l’idea era di fare un film con una storia. Il risultato è un film senza testa né coda che insulta il povero spettatore che ha la disavventura di incrociarlo. [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
ultimoboyscout venerdì 30 gennaio 2015
una storia tutta luinese. Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Il film è l'adattamento dell'omonimo romanzo di Piero Chiara, pubblicato da Mondadori nel 1973. Lo stesso Chiara aveva lavorato ad una trasposizione cinematografica ma non venne trovato nessuno disposto a realizzarla. Solo nel 2013, nell'anno del centenario della nascita dello scrittore, grazie all'intervento della luinese Sarah Maestri, concittadina di Chiara, si è trovato l'accordo per la produzione. Regia e sceneggiatura sono affidate a Giulio Base, i protagonisti sono la stessa Maestri e Francesco Pannofino, ovvero la moglie trascurata e il pretore fedifrago. La vicenda si svolge proprio a Luino, sulle sponde del Lago Maggiore, negli anni Trenta, nel pieno del periodo Fascista. Augusto Vanghetta è il potente pretore che non ha certo l'aspetto del seduttore e dello sciupafemmine ma sfrutta alla grande la sua professione per concretizzare l'amplesso. [+]

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
beatrice1989 lunedì 8 settembre 2014
deludente Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

La trama è bella ma la recitazione e il film decisamente deludente. Da un romanzo ben riuscito si poteva, a mio parere, estrapolare un film migliore, senza cadere nella banalità e nella mediocrità.

[+] lascia un commento a beatrice1989 »
d'accordo?
selfecce giovedì 17 aprile 2014
rivederlo giova Valutazione 5 stelle su cinque
89%
No
11%

mi sono rivisto il film nella quiete di una sala semivuota. Se da un lato di delude un po', ciò ti consente di apprezzare finanche le minime sfumature della pellicola. E devo concludere che nessun personaggio si salva dalla scure della civiltà, nemmeno la tenera Sarah Maestri, che la fa pagare ferocemente al marito che tanto le ha messo le corna. Non parliamo del Landriani, rivoltante trasformista e arrivista che - dopo essere arrivato - trascura l'amore. Il Vanghetta nell'ultima parte fa alti e bassi: seppur ubriaco, porta la moglie moribonda all'ospedale, salvo poi ironizzare sul figliolo "povero orfanino".

A latere, peccato che si sia lasciato così poco spazio a Carlo Gabardini, perfetto avvocato incapace che vince grazie alle corna che il pretore gli mette. [+]

[+] lascia un commento a selfecce »
d'accordo?
margiesmith lunedì 7 aprile 2014
e' risorta la commedia all'italiana? Valutazione 0 stelle su cinque
92%
No
8%

Un film unico nel panorama, che quasi ci riporta ai fasti del grande cinema italiano degli anni '60 e '70, quando le commedie erano davvero agro-dolci e non solo demenziali come quelle fatte oggi.
Bravissimi gli attori, con Pannofino in testa che esagera i toni, come probabilmente è giusto fare con personaggi del genere.
La regia è sopraffina, il gusto dell'inquadratura è ricercato, la fotografia scintillante. Azzeccati i costumi e molto pertinenti all'epoca tutte le location. Un complimento particolare al musicista.
Da vedere e da consigliare a tutti, specialmente agli studenti: hanno moltissimo da imparare guardando un film del genere.

[+] certo! (di santarello)
[+] lascia un commento a margiesmith »
d'accordo?
margiesmith lunedì 7 aprile 2014
bellissimo Valutazione 4 stelle su cinque
85%
No
15%

mi è piaciuto molto

[+] lascia un commento a margiesmith »
d'accordo?
margiesmith lunedì 7 aprile 2014
un film che osa e diverte Valutazione 4 stelle su cinque
82%
No
18%

Unico nel panorama italiano, offre da ridere e spunti per riflettere. Non conoscevo il romanzo, ma ho trovato una storia che ti aggancia e non ti molla più. Gli attori sono sublimi, seppure il protagonista rischi molto nei toni e nei (pochi) sottotoni. Bravissimi i due giovani e tutto il resto del cast. La regia è sopraffina, il gusto dell'inquadratura è ricercato, la fotografia è scintillante. I costumi mi appaiono azzeccati come pure le scenografie. Belel anche le musiche che sembrano proprio tratte da un filmato d'epoca. Lo consiglio a tutti, soprattutto ai ragazzi delle scuole, c'è molto da imparare.

[+] lascia un commento a margiesmith »
d'accordo?
superesperto domenica 6 aprile 2014
semplicemente stupendo Valutazione 5 stelle su cinque
85%
No
15%

Un film capolavoro. Semplicemente fantastico. Rispecchia perfettamente l'Italia ai tempi del fascismo. Sono molto contento di averlo visto e credo che sarà un insegnamento per le nuove generazioni.Regia fantastica,attori sublimi,sceneggiatura unica. UN GRANDE FILM!!!

[+] lascia un commento a superesperto »
d'accordo?
santarello domenica 6 aprile 2014
il surreale è l'essenza del film Valutazione 5 stelle su cinque
89%
No
11%

ebbene sì, il film mi è piaciuto sì tanto che sono tornato a vederlo! E visto un commento caustico apparso qui sotto, mi tocca puntualizzare un paio di cose.

"A parte Pannofino e la Caprioglio, sono tutti sconosciuti": posto che essere sconosciuti non è mai un demerito (anzi, spesso è un valore aggiunto, come nel caso di Mattia Zaccaro Garau, l'unico tra i "big" effettivamente poco noto), come cavolo si può definire "sconosciuti" Sarah Maestri, Eliana Miglio, Max Cavallari, Carlo Gabardini? Basta googolare un tantino per accorgersi dell'assurdità di un tale assurto.

"La prima nota stonata è che al primo Sabato di programmazione la sala era completamente vuota. [+]

[+] lascia un commento a santarello »
d'accordo?
alessandro dessy domenica 6 aprile 2014
banalità Valutazione 1 stelle su cinque
14%
No
86%

Mi è sembrato la fiera della banalità. Attori che non sanno recitare  ,  registi che non sanno dirigere, scenografi un po' sopra le righe. Forse salvere unicamentei la Caprioglio che ha dato una performance accettabile.

[+] ti accontento subito (di santarello)
[+] lascia un commento a alessandro dessy »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Il pretore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | selfecce
  2° | mpazz
  3° | eugenio la mesa
  4° | vecchiaciabatta
  5° | torbole
  6° | selfecce
  7° | ultimoboyscout
Nastri d'Argento (1)


Articoli & News
Link esterni
Facebook
Twitter
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 3 aprile 2014
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità