Anita B.

Acquista su Ibs.it   Dvd Anita B.   Blu-Ray Anita B.  
Un film di Roberto Faenza. Con Eline Powell, Robert Sheehan, Andrea Osvárt, Antonio Cupo, Nico Mirallegro.
continua»
Drammatico, durata 88 min. - Italia, Ungheria, USA 2014. - Good Films uscita giovedì 16 gennaio 2014. MYMONETRO Anita B. * * 1/2 - - valutazione media: 2,53 su 24 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
elgatoloco mercoledì 24 gennaio 2018
doloroso, gioioso remember Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Roberto Faenza, regista e studioso(massmediologo-un testo di Faenza era stato anche mia guida all'ambito specifico)con questo"ANita B."(2014)tratto da"Quanta stella c'è in cielo"da Edith Bruck, grande scrittrice-testimone(endiadi rara: non sempre un testimone è scrittore, ma neppure uno scrittore è sempre testimone...)riesce a darci una storia dolente dell'immediato dopoguerra, con una dolce ragazza ebrea sfuggita ad Auschwitz, rifugiata da parenti in Cecoslovacchia dove è quasi costretta a non dire nulla dell'esecuzione dei suoi genitori nel lager, della tragedia vissuta etc., sedotta da un parente che vorrebbe farla abortire, infine rifugiata a Praga da cui riesce a fuggire"involandosi"per Jerusalem. [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
angelo umana mercoledì 4 febbraio 2015
equivoco Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Ho visto il film perché Faenza, perché la shoah ... Delusione. E' una semplice storia d'amore, mancato da parte di Anita per Eli e viceversa, futuro per Anita con Davide, che dopo la guerra torna in Israele perché vuole costruire case e scuole.  Sono ebrei e non amati o mal accolti ovunque, vanno verso la loro terra promessa. Con quel solo "bagaglio", il futuro, Anita si dirige a Gerusalemme, in fuga dal bello e maledetto Eli, che non le vuole far tenere il bambino concepito assieme. Ad Anita viene detto a inizio film, dalla zia che la accoglie malvolentieri come aiuto in casa e da Eli stesso, di lasciare fuori da quella casa Auschwitz, il passato e il campo di concentramento, da cui è stata liberata per l'arrivo dei russi in gennaio 1945 e dove ha perso i genitori. [+]

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
enzo70 martedì 3 febbraio 2015
un occasione perduta Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 Un’ennesima prospettiva dalla quale inquadrare il dramma della Shoà. Anita, reduce da Auschwitz dove ha perso entrambi i genitori, torna a casa, accolta dalla zia. Si occuperà del nipote e sbrigherà le vicende di casa, con un unico imput, evitare di ricordare quanto accaduto nei campi, la memoria è vietata, lascia Auschwitz fuori da questa casa, gli dice la zia.  Il tema proposto  da Faenza è, quindi, di primissimo piano, in quanto abbraccia il problema del negazionismo, partendo proprio dalla vergogna di chi non voleva ricordare le sofferenze del proprio popolo. Ma poi il film si incanala su un binario di banalità, un amore non corrisposto, un aborto imposto ed il sogno di Israele, perdendo di vista lo spunto più interessante che meritava sicuramente maggiore attenzione. [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
luigi chierico mercoledì 28 gennaio 2015
modesto Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Un film con molte pretese ma decisamente modesto in ogni sua componente, si affida alla dolce e brava Eline Powell, che interpreta la parte della giovane Anita. I riferimenti alla disumana vita trascorsa dalla giovanissima ebrea Anita ad Auschwitz, campo nazista di concentramento di torture e morte, sono soltanto evocati e respinti da chi vuole dimenticare. Nel film a voler dimenticare è proprio chi ha perso fratello e genitori. Vuol essere un’accusa al mondo che vuole che oggi non se ne parli più, è storia che non ci appartiene. Ma la vicenda si svolge appena qualche tempo dopo della fine della guerra, quando c’erano ancora morti nelle fosse comuni da seppellire. Anita viene condotta dalla Croce Rossa dall’Ungheria in Cecoslovacchia e affidata a Monika (Andrea Osvart) sorella del padre che vive col marito Aron e suo fratello Eli. [+]

[+] lascia un commento a luigi chierico »
d'accordo?
no_data mercoledì 24 settembre 2014
poetico, oltre la shoah Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

 "Lascia Auschwitz fuori da questa casa". Il film è tutto in questa frase detta da Eli che accoglie Anita una ragazza ungherese   scampata ad Auschwitz, e accolta a Praga dalla zia Monika e dalla sua famiglia. Se non si capisce questo, come molti critici hanno fatto, non si capisce nulla del film che non tratta la  Shoah ma va  'oltre' la Shoah ,cioè dopo la fine della II guerra mondiale. [+]

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
mart_03 sabato 15 febbraio 2014
ricordare l'olocausto o una storia d'amore? Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

'In ricordo del giorno della memoria andremo a vedere Anita B., un film di Faenza uscito da poco e che è stato pure proiettato a Gerusalemme'. Questo fu l'incipit con cui i professori ci hanno esortato ad andare a vedere questo film. L'inizio prometteva bene: una ragazza che riesce a fuggire dai campi di concentramento, che tenta di raccontare la sua vicenda, ma nessuno vuole più rimembrare quei brutti ricordi. Non c'è dubbio: la questione del ricordare ciò che è successo, del voler parlare e non sotterrare tutto era molto chiara, ma un film apparentemente mirato  alla vicenda dell'olocausto (parla una che non aveva visto nè il trailer nè aveva letto la trama) si è trasformato in una storiella 'amorosa' tra due ragazzi, in cui era scontato ciò che sarebbe successo. [+]

[+] lascia un commento a mart_03 »
d'accordo?
pam 93 domenica 9 febbraio 2014
uscita in streaming Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

volevo sapere quando uscirà anita B IN STREAMING IL FILM COMUNQUE è BELLISSIMO ATTENDO UNA RISPOSTA

[+] lascia un commento a pam 93 »
d'accordo?
jacopo b98 mercoledì 5 febbraio 2014
film mieloso e buonista! Valutazione 1 stelle su cinque
53%
No
47%

 Anita (Powell), ragazza ebrea sopravvissuta ad Auschwitz, dove però ha perso i genitori, arriva in Ungheria dove va a vivere a casa dei suoi zii. La zia (Osvart) in particolare ci tiene a precisare che il passato è passato e i ricordi del campo devono rimanere fuori dalla casa. Anita si confida perciò con l’unica creatura capace di ascoltarla ma non di capirla: il piccolo figliuolo della zia. Intanto intraprende una relazione con il giovane Eli (Sheehan). Dal romanzo Quanta stella c’è nel cielo di Edith Bruck (anche sceneggiatrice con il regista) Faenza ha tratto una melensa storia d’amore inserita nel drammatico contesto del dopoguerra. [+]

[+] lascia un commento a jacopo b98 »
d'accordo?
viaggitalia mercoledì 29 gennaio 2014
fiction televisiva e nulla più Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Banale e scontato come un mediocre prodotto televisivo. La divulgazione "soft" della Shoa non regge anche se il film è stato probabilmente pensato per i giovani che non hanno nessuna dimestichezza con la storia. Sarà stato distribuirlo nelle sale cinematografiche soltanto per l'occasione della giornata della memoria? Sembrerebbe di sì ma l'argomento, anche se non volutamente trattato in modo drammatico, meritava maggiore rispetto.  

[+] lascia un commento a viaggitalia »
d'accordo?
no_data mercoledì 29 gennaio 2014
un film che non trasmette assolutamente niente Valutazione 1 stelle su cinque
50%
No
50%

Vorrei partire con il presupposto che dopo più di un'ora di film non si riesce a capire cosa rappresenti la B. del suo nome, visto che nel film non hanno dato nessuna spiegazione a questa lettera, ho pensato che magari il film si chiamasse Anita B. magari perchè già esisteva un film chiamato Anita e il regista non voleva mettere in sala un film che magari potesse essere confuso con uno già uscito. La seconda guerra mondiale è soltanto un pretesto per iniziare un discorso che non riguarda assolutamente quello che è successo nei Lager. Il film non è realistico (Anita torna da Autswitz con una valigia piena di vestiti piegati, cosa improbabile visto che i tedeschi privavano i prigionieri di tutto, occhiali compresi), la doppiatura è penosa e i riferimenti all'ebraismo inapproriati. [+]

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Anita B. | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | flyanto
  2° | gaiart
  3° | jacopo b98
  4° | filmguida2014
  5° | luigi chierico
  6° | melania
  7° | elgatoloco
  8° | enzo70
  9° | angelo umana
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 16 gennaio 2014
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità