London River

Acquista su Ibs.it   Dvd London River   Blu-Ray London River  
Un film di Rachid Bouchareb. Con Brenda Blethyn, Sotigui Kouyaté, Roschdy Zem, Sami Bouajila, Bernard Blancan.
continua»
Drammatico, durata 87 min. - Gran Bretagna, Francia, Algeria 2009. - Bim Distribuzione uscita venerdì 27 agosto 2010. MYMONETRO London River * * * - - valutazione media: 3,13 su 33 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
andreina domenica 14 aprile 2019
commento al film Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

La cosa che mi colpisce di piu' in questo film e' la sensibilita' con cui il regista ha espresso l'ansia ed il relativo comportamento di questa mamma. Chi di noi mamme come me non ci si e' ritrovato? Alle prime mancanze di risposta alle telefonate si preoccupa, ma non agisce, abituata probabilmente ad un simile comportamento. Poi non ne puo' piu' e parte...
Il secondo aspetto che ho colto e' che questa mamma aveva comunque perso la figlia, perche' se fosse morta molto probabilmente non avrebbe mai accettato la sua scelta di mettersi con un africano mussulmano. Solo dopo quanto e' successo realizza che alla fine fra queste due culture cosi' diverse c'e' molto delle loro vite in comune: l'amore per la natura, l'amore per i figli lontani e soprattutto il fatto di non conoscerli per niente. [+]

[+] lascia un commento a andreina »
d'accordo?
daniela macherelli sabato 1 marzo 2014
london river : viaggio nella metropoli e in sé Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Elisabeth e Ousmane si ritrovano a cercare i loro figli nella Londra appena sconvolta dagli attentati del 2005, nella speranza di ritrovarli sani e salvi; lei, protestante, viene da un'isoletta nella Manica, lui, musulmano, è africano, ma abita da molti anni in Francia. Giunta nella capitale, Elisabeth, abituata a far parte di una minuscola comunità presumibilmente alquanto omogenea per religione, usi e costumi, entra in contatto con una realtà caotica, multiculturale e multireligiosa, che la disorienta parecchio; qui, inoltre, scopre che la figlia, a Londra per studi, vive una sua vita di cui lei non era a conoscenza, abita con il figlio di Ousmane e frequenta la moschea. A sua insaputa, quindi, la figlia si è affrancata dalla limitatezza e uniformità in cui era cresciuta, mutando i propri orizzonti mentali e il suo stile di vita. [+]

[+] lascia un commento a daniela macherelli »
d'accordo?
jean remi lunedì 29 luglio 2013
culture diverse fuse nel dolore Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Nel contesto degli attentati terroristici avvenuti a Londra nel luglio 2005, una bellissima storia che riprende problematiche tipiche dei nostri giorni e comuni a molti di noi: - il rapporto con i figli che appena escono dalla nostra sfera d’influenza si formano una loro vita di cui noi poco conosciamo e loro poco ci dicono; - la bestialità del gesto terroristico fine a se stesso che colpisce indiscriminatamente e distrugge vite innocenti; - la difficoltà del rapporto col diverso da noi che facciamo fatica ad accettare, anzi che aprioristicamente rifiutiamo per poi accorgerci che, approfonditi i rapporti, ha i nostri stessi problemi e reagisce con i medesimi sentimenti. Grande Rachid Bouchareb nel trasmettere il clima di tensione che si crea attorno alla spasmodica ricerca dei figli di cui non si hanno notizie e si teme vittime o addirittura complici dell’attentato terroristico. [+]

[+] lascia un commento a jean remi »
d'accordo?
filippo catani lunedì 11 giugno 2012
due mondi che si toccano uniti dal dramma Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Dopo i tragici attentati di Londra del luglio 2005 una donna e un uomo si mettono alla ricerca dei rispettivi figli. La donna, bianca e protestante, si mette sulle tracce della figlia che studia da tempo a Londra. L'uomo, di colore e mussulmano, si mette sulle tracce del figlio che non vede da circa vent'anni. I due finiranno con l'incontrarsi in quanto scopriranno che i figli intrattenevano una relazione.
Questo film è la dimostrazione lampante di come si possa realizzare una pellicola intelligente e toccante trattando un dramma che ha sconvolto una nazione intera senza bisogno di mostrare scene truci. L'intento del bravissimo Bouchareb è quello di mostrare come due persone che in condizioni diciamo così "normali" non sarebbero mai destinate ad incontrarsi, finiscano con il farlo in quella che è purtroppo una occasione drammatica. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
molenga martedì 15 maggio 2012
un incontro oltre il dolore Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Londra, estate del 2005: in centro le bombe di Al-Qaeda fanno una strage; sia la signora Sommers, che vive in campagna, sia il signor Ousmane, un africano che lavora in Francia, non avendo notizie dei propri figli si recano in centro a cercarli; dopo un'iniziale diffidenza, l'alto uomo che non sbatte mai gli occhi e la preoccupatissima madre scoprono che i loro figli frequentavano la stessa moschea, vivevano nel medesimo appartamento, probabilmente si amavano. giungeranno a una tragica scoperta.
Bel film, straordinariamente interpretato, su un incontro di culture al quadrato(i figli e i genitori), girato con un'ottima fotografia e con un buon ritmo. Il regista ha il merito di non essere troppo banale né propagandista. [+]

[+] lascia un commento a molenga »
d'accordo?
francesco2 mercoledì 21 marzo 2012
(altri)segreti e bugie Valutazione 2 stelle su cinque
50%
No
50%

Come nel film di Leigh che l'ha resa, credo (relativamente) conosciuta anche in Italia, (Avete notato che la poliziotta nera ricorda proprio la figlia nera diq uel film?), anche qui la Blethyn deve ri-scoprire una figlia. Un'altra (ri)scoperta era stata quella dello scrittore Forester, in un -Credo- non proprio indimenticabile, nonostante qualche momento specifico, di Van San, dove un artista torna va alla luce, ai suoi occhi ed a quelli degli altri.
Cosa fosse farlo con un figlio -Almeno potenzialmente è diverso- l'aveva mostrato il nostro Ettore Scola oltre vent'anni fa, nel suo "Che ora è". Lì, però, si palesava un (non?) rapporto probabilmente mai iniziato; qui invece la madre di Jane, da quanto ci è dato di capire, ignorava le nuove scelte della figlia; complice, forse (Ma sarebbe sufficiente?), un'enorme lontananza, nel  senso banalmente geografico. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
luana domenica 22 maggio 2011
film pamphlet Valutazione 2 stelle su cinque
8%
No
92%

Il film si rifà al'attentato del 2005 a Londra per raccontarci una distanza generazionale profonda.Non è un caso che nel mondo della tecnica i due genitori lavorino a contatto con la natura e non conoscano ,in modo diverso, affatto i loro figli. Figli di cui si intuisce immediatamente il destino, per cui la nostra percezione di spettatori non è un sintonia con quella dei protagonisti che solo oscuramente temono qualcosa di brutto.Le note positive dono due. Una è il tuffo di questi due "vecchietti" proiettati di colpo in un tempo e una velocità moderna e qui il loro disorientamento e amgoscia vanno di pari passo con paure di ogni tipo che li animano. L'altra è che è molto ben resa l'ombra della donna attraverso l'adricano. [+]

[+] ottimo... (di francesco2)
[+] lascia un commento a luana »
d'accordo?
ipno74 sabato 19 febbraio 2011
il tarlo che logora la mente Valutazione 4 stelle su cinque
94%
No
6%

Tutto potevo pensare, tranne di vedere un film così angosciante, e triste.
Potrebbe essere un'esperienza che ci potrebbe accadere in qualsiasi momento, perchè perdere una persona all'improvviso è la cosa più straziante che ci possa accadere, e ti senti impotente di fronte alla valanga di eventi e alla freddezza della gente che ci circonda perchè nessuno sa il dolore che proviamo.
Bravissimi gli attori e il regista che ci ha regalato un film che ti fa amare la vita, ma soprattutto ci da la forza di dire " ti voglio bene" a chi ci sta vicino.

[+] bello (di bdmet)
[+] lascia un commento a ipno74 »
d'accordo?
ipno74 domenica 13 febbraio 2011
un insinuante angoscia Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%


Tutto potevo pensare, tranne di vedere un film così angosciante, e triste.
Potrebbe essere un'esperienza che ci potrebbe accadere in qualsiasi momento, perchè perdere una persona all'improvviso è la cosa più straziante che ci possa accadere, e ti senti impotente di fronte alla valanga di eventi e alla freddezza della gente che ci circonda perchè nessuno sa il dolore che proviamo.
Bravissimi gli attori e il regista che ci ha regalato un film che ti fa amare la vita, ma soprattutto ci da la forza di dire " ti voglio bene" a chi ci sta vicino.

[+] lascia un commento a ipno74 »
d'accordo?
ultimoboyscout giovedì 3 febbraio 2011
la sofferenza che avvicina. Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Due persone diversissime tra loro si scoprono più vicine di quanto si possa immaginare. Sinceramente il film a tratti mi ha molto annoiato ma non si possono non premiare le interpretazioni maiuscole della coppia Blethyn-Kouyate e il tono del film che non scade mai nel sentimentale  e sdolcinato, nel retorico (e sarebbe stato facilissimo che accadesse...) ma rimane sempre una bellissima storia etica. E a volte un evento drammatico può aiutare a permettere che altre situazioni migliorino, come abbattimento di tante barriere e sviluppo di un certo tipo di dialogo.

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
London River | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | ipno74
  2° | olgadik
  3° | laulilla
  4° | angelo umana
  5° | stephanief
  6° | everyone
  7° | dario
  8° | toro sgualcito
  9° | clavius
10° | jean remi
11° | filippo catani
12° | daniela macherelli
13° | davidestanzione
14° | ultimoboyscout
15° | luana
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 27 agosto 2010
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità