Ricordati di me

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Ricordati di me   Dvd Ricordati di me   Blu-Ray Ricordati di me  
   
   
   
giovanni ciampaglia
triste consacrazione della tv Valutazione 3 stelle su cinque
80%
No
20%

Una voce fuori campo prepara il tappeto sul quale il film scivolerà, presentandomi il quadro di una famiglia italiana, con una vita da famiglia italiana. Si entra in fretta nella vita di questa famiglia. Impossibile non 'sentire' nella storia una mano invisibile (quella del regista) che mi vuole accompaganre da qualche parte, mostrandomi e spiegandomi un certo paesaggio umano: ci riesce molto bene. Famiglia medio borghese, madre passionale e accentratrice (Laura Morante), figli cresciuti a nutella e televisione, padre insoddisfatto. Muccino riesce benissimo a portare a galla la centralità della TV e del fatato mondo dello spettacolo per queste vite. La figlia vuole a tutti i costi diventare una 'ina' (letter-ina, sched-ina ecc. [+]

[+] sorry (di italy74)
[+] lascia un commento a giovanni ciampaglia »
d'accordo?
tiziana stanzani mercoledì 10 marzo 2004
tempi moderni Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

C’è un solo minuto di calma, sospeso in un silenzio carico di aspettative, nel nuovo film di Muccino. E’ l’impagabile tempo fuori del tempo che precede la sveglia della famiglia Ristuccia: eccoci al via dello sfascio e della riunificazione della famiglia media dei nostri tempi, ala protettrice e galera a un tempo, e ring di rapporti umani sul quale nessuno può evitare di salire e combattere. Quello che resta è dipendenza e frustrazione da cellulare; quello che resta, dopo un susseguirsi frenetico di vite allo sbando e di rincorse verso la propria individualistica ed egoistica affermazione, è la certezza allarmante di aver assistito alla realtà nei nostri tempi; Muccino racconta, con incredibile aderenza al suo stile e una regia pregevole, l’emblema della società dell'apparire televisivo e del suo modo di dirigere l’immaginario della gente, vomitandolo sotto forma di spazzatura; ed ecco la sessualità commerciale, priva di sensualità, effetto collaterale dell’egocentrismo che raffredda i cuori dell’italiano di oggi: illusioni dei giovani e disinganno dei vecchi, perché a quarant’anni si rischia di essere vecchi, se non si tenta almeno di rispolverare i vecchi sogni, come scrivere un libro, oppure riprendere a recitare: perché siamo tutti dominati dall'ossessione di essere visti (aspiranti-veline, aspiranti-scrittori, aspiranti-attrici) disposti a darci un'identità soltanto attraverso il consenso degli altri. [+]

[+] lascia un commento a tiziana stanzani »
d'accordo?
giuliana '83
un invito a riflettere Valutazione 5 stelle su cinque
71%
No
29%

SE PER UN ISTANTE SOLO TUTTI NOI SMETTESSIMO DI INSEGUIRE IL RAPIDO E FRENETICO RITMO DELLA VITA CHE QUOTIDIANAMENTE CI TRAVOLGE E PROVASSIMO A RIFLETTERE SU CIO' CHE OGNI GIORNO CI CIRCONDA E CHE SPESSO IGNORIAMO,CI ACCORGEREMMO DI QUANTA IPOCRISIA E INSICUREZZA SI CELA NELLE COSE CHE CREDIAMO VERE E DIAMO PER CERTE...CREDO CHE NIENTE AL GIORNO D'OGGI POSSA DARCI CERTEZZA MA CREDO ANCHE NEI SOGNI,SPESSO IRREALIZZABILI,CHE CI PERMETTONO DI SPERARE IN UNA VITA MIGLIORE...COSI' FANNO I PROTAGONISTI CHE MUCCINO CI PRESENTA NEL SUO FILM...CI VIENE MOSTRATA UNA SITUAZIONE FAMILARE COMUNE,PERSONE NORMALI CON I LORO DIFETTI E LA LORO FRAGILITA',NESSUNO E' PERFETTO...MUCCINO VUOLE MOSTRARE COME DIETRO L'APPARENTE NORMALITA'DI UNA FAMIGLIA SI NASCONDANO,INVECE,DUBBI E PAURE,CHE APPARENTENGONO A TUTTI NOI. [+]

[+] lascia un commento a giuliana '83 »
d'accordo?
gianni lucini lunedì 17 ottobre 2011
un film capace di battere i colossi hollywoodiani Valutazione 3 stelle su cinque
80%
No
20%

Scrive Gabriele Muccino nelle note di regia che «…Ricordati di me é la storia di una famiglia normale in cui tutti non fanno che temere la propria normalità, in cui nessuno vuole essere nessuno. Il film é come se sollevasse il velo delle ipocrisie familiari e andasse a guardare cosa c'é sotto, cosa si nasconde dietro la routine di ogni giorno e alle tante cose non dette...». Ancora più duro il regista si dimostra nei confronti dei personaggi principali del suo film. Parlando con la stampa alla presentazione della pellicola infatti così li descrive: «Sono vittime dei loro modelli martellati ogni giorno dalla televisione. [+]

[+] lascia un commento a gianni lucini »
d'accordo?
alberto pezzi sabato 11 giugno 2016
attuale e pungente Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

FILM ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. PERCHE’? I PERCHE’ CONTENUTI IN QUESTA PELLICOLA SONO VERAMENTE MOLTI. UN FILM CHE SEMPLICEMENTE DESCRIVE LA FALSITA’ DEI RAPPORTI CHE VIVIAMO TUTTI I GIORNI. L’ IPOCRISIA, LA SUPERFICIALITA’, LA PIGRIZIA, CON LE QUALI VIVIAMO QUESTA VITA, SONO AL CENTRO DELLA PELLICOLA. UN UOMO CON LE ALI PIEGATE CHE NON SA PIU’ VOLARE, UNA DONNA ADAGIATA SU UN PIANO SENZA SENSO, DUE RAGAZZI ALLO SBANDO. TUTTI QUESTI INGREDIENTI DESCRIVONO PERFETTAMENTE LA SOCIETA’ NELLA QUALE VIVIAMO. UNA SOCIETA’ DOVE I CINICI UCCIDONO I SOGNI, DOVE LO SHOW DEVE ANDARE AVANTI, DOVE L’ AMORE TROVA SEMPRE MENO SPAZIO. PER ME, UN GRANDE FILM. [+]

[+] lascia un commento a alberto pezzi »
d'accordo?
brunus10480 martedì 25 agosto 2015
paradigmatico Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

A mio parere la miglior prova di Muccino preceduta solo da La Ricerca della Felicita. Ricordati di Me è un film di spessore, intenso, spiazzante che pone interrogativi allo spettatore sulla società italiana e, soprattutto, sulla propria vota famigliare. O dialoghi sono intensi, le parole cariche di significato, la recitazione degli attori pare forzata a prima vista ma fa risaltare le parole sempre più pesanti che vengono pronunciate: accuse tra genitori e figli, tra moglie e marito, tra colleghi di lavoro, menzogne, silenzi assordanti: tutto è caos e confusione, la cittá, la scuola, i provini, le feste. L'uomo non riesce a riflettere su se stesso e si perde nel tempo, come l'amore tra marito e moglie. [+]

[+] lascia un commento a brunus10480 »
d'accordo?
luke77 giovedì 21 agosto 2014
un film amaro Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Una famiglia medio-borghese nell’Italia di oggi. Quattro vite, quelle di Carlo, Giulia, Valentina e Paolo, che non si incontrano mai. Al piú, si sfiorano in rare occasioni. Vivono tutti insieme sotto lo stesso tetto ma l’unica cosa che hanno realmente in comune è la frustrazione. La frustrazione di vivere una vita che non gli appartiene, ed in alcuni casi, di aver rinunciato a sogni ed ambizioni. Hanno scelto la strada del vigliacco, e come tali, vomitano tutto la loro insoddisfazione sulle persone a loro vicine. Ferendole. Annullandole. Le usano come specchio riflesso di ció che loro non sono mai stati e non hanno avuto il coraggio di essere. Vivono tutti insieme, ma sono tremendamente soli. [+]

[+] lascia un commento a luke77 »
d'accordo?
gianni lucini lunedì 17 ottobre 2011
remember me, my love Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Nell’estate del 2004Ricordati di me sbarca anche nelle sale cinematografiche nordamericane. Il film, infatti, dopo i consensi ottenuti sia in Canada che negli Stati Uniti con la partecipazione alle rassegne di Toronto, Philadelphia, Seattle e Las Vegas, oltre che al Sundance Film Festival, arriva nelle normali sale di programmazione grazie alla Roadside Attractions che ne ha acquistato i diritti di distribuzione. Il titolo della versione statunitense per le sale è Remember me, my love mentre quello delle copie distribuite in inglese nel resto del mondo resta la semplice traduzione del titolo italiano, cioè Remember me. Ricordati di me arriva anche nelle sale francesi, in Giappone e in sudamerica. [+]

[+] lascia un commento a gianni lucini »
d'accordo?
francesco izzo sabato 21 novembre 2020
l''importante sono successo e presentabilità appare Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Affresco egregiamente reso da Gabriele Muccino dell'ipocrisìa borghese e delle sue regole fondanti: l'importante è arrivare, non importa come, non importa a che prezzo. Nessuno mai te ne chiederà conto in quel mondo.  Esempio principale è la figlia Valentina, tanto carina quanto ambiziosa e spregiudicata, che sa concedersi a chi le è utile per le sue aspirazioni di show-girl. E che alla fine rende paghi tutti del suo "successo".  Ma in qualche modo sono ipocriti anche i due genitori, che, frustrati nelle loro più profonde aspirazioni, non esitano né a tradirsi tra di loro (lei non ci riesce solo per cause di forza maggiore. [+]

[+] lascia un commento a francesco izzo »
d'accordo?
nicolò lunedì 30 aprile 2007
muccino ha fatto 3, ma non convince Valutazione 2 stelle su cinque
48%
No
52%

Saga di una famiglia borghese (padre, madre, figlio, figlia) come tante altre. Carrellata di tradimenti, sogni, delusioni. C’è chi vive la gioventù come un incubo e cerca di crescere in fretta e chi non è mai cresciuto, anzi rimpiange quel bel periodo. Tartagliante come il suo autore, indeciso se denunciare l’odierna mediocrità della Tv di oggi o se sfruttarla per far batter cassa alla Medusa, è un melodramma ridondante di urla e superficiale con destrezza, con l’obiettivo di piacere a tutti i costi ad un pubblico che non è mai soddisfatto. E la regia - ancor più dinamistica che nei precedenti - di G. Muccino, messa al servizio di un quartetto in cui 2 sono i veri attori e 2 (+3 con M. Bellucci) i belli da rotocalco, fa sopravvalutare il film. [+]

[+] lascia un commento a nicolò »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Ricordati di me | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | giovanni ciampaglia
  2° | tiziana stanzani
  3° | giuliana '83
  4° | gianni lucini
  5° | alberto pezzi
  6° | brunus10480
  7° | luke77
  8° | gianni lucini
  9° | nicolò
10° | francesco izzo
11° | arnaldo85
12° | frdb82
13° | bruno
Rassegna stampa
Roberto Nepoti
Rassegna stampa
Mario Sesti
Mauro Gervasini
Link esterni
sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
giovedì 16 settembre
Freaky
mercoledì 15 settembre
100% Lupo
Adam
martedì 14 settembre
Black Widow
giovedì 9 settembre
Rifkin's Festival
Corpus Christi
Morrison
mercoledì 8 settembre
Il cattivo poeta
Il sacro male
martedì 31 agosto
Amazing Grace
giovedì 26 agosto
The Conjuring - Per ordine del dia...
mercoledì 25 agosto
Crudelia
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità