Il servo

Acquista su Ibs.it   Dvd Il servo   Blu-Ray Il servo  
Un film di Joseph Losey. Con James Fox, Sarah Miles, Dirk Bogarde, Wendy Craig.
continua»
Titolo originale The Servant. Drammatico, Ratings: Kids+13, b/n durata 110 min. - Gran Bretagna 1963. - Cineteca di Bologna uscita lunedì 2 maggio 2022. MYMONETRO Il servo * * * * - valutazione media: 4,21 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
parsifal martedì 28 gennaio 2020
gioco di potere e lotta di classe Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Harold Pinter, insigne drammaturgo del '900, nel 1963 scrisse la sceneggiatura di questo film, tratto dal romanzo di R.Maughan, dando alla pellicola la sua personalissima ed evidente impronta narrativa. La vicenda si svolge a Londra, le scene sono girate quasi esclusivamente in interni, nell'appartamento del protagonista Lord T.Mounset ( J.Foxx) , un giovane aristocratico inglese , viziato e privo di spina dorsale, con una forte inclinazione ai vizi, in particolar modo all'alcool e molto sensibile al fascino femminile. Conduce un'esistenza privilegiata, ma priva di una direzione degna di tale nome, per lui esistono solo i piaceri terreni, che può degustare ogni qualvolta ne abbia voglia,in virtù del suo cospicuo patrimonio. [+]

[+] lascia un commento a parsifal »
d'accordo?
fabal domenica 5 gennaio 2014
i capisaldi di pinter. a fianco dell'ottimo losey Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Un ragazzotto della ricca borghesia londinese, Tony, rimette a nuovo la casa: necessita anche di un nuovo maggiordomo. L'ambiguo Hugo si fa assumere e si dimostra da subito meticoloso e attento: le sue eccessive premure verso il padrone - come l'impedirgli di tenere piante in camera perché fanno male alla salute - sono indigeste a Susan, fidanzata di Tony, che da subito non nutre alcuna simpatia per il nuovo domestico.
Inizia nel '63 il sodalizio di Losey con Harold Pinter, con il quale lavorerà fino al 1971 con i successivi The accident e The Go- Between. La mano dell'autore teatrale si vede soprattutto per le implicazioni olistiche racchiuse nei dialoghi frontali: scontato soffermarsi sul capovolgimento della dialettica servo - signore con le relative letture post hegeliane. [+]

[+] lascia un commento a fabal »
d'accordo?
paola di giuseppe venerdì 26 novembre 2010
“la mia unica ambizione è dominarti” Valutazione 5 stelle su cinque
88%
No
12%

Hugo Barrett, uno splendido Bogarde,è the Servant.Siamo a Londra,lontani,ma non troppo,i tempi dei processi a Oscar Wilde,è palpabile quel sottile disagio che impone di reprimere inconfessabili pulsioni in gesti compassati,la comunicazione verbale in formulari rigidi,la gestualità in spazi claustrofobici,il fluire delle scene in specchi bloccati dentro cornici barocche. E’ un ordine mentale che si riflette in un ordine sociale,il ribaltamento di quest’ordine non produce la risata liberatoria della commedia. Qui il gioco è al massacro,il vincitore ha diritto di vita o di morte sul vinto,chi era servo prima sarà poi lui a schiacciarti,basta solo che sia capace di arrivare fino in fondo. Barrett il raffinato proletario, riesce. [+]

[+] lascia un commento a paola di giuseppe »
d'accordo?
poldino mercoledì 10 febbraio 2010
il cinema in un film Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Con questo film,probabilmente, la coppia Losey Pinter tocca la vetta della cinematografia mondiale.
Il "Il Servo"  non è soltanto uno splendido film,ma un  lucidissimo e feroce  saggio sui rapporti di classe con la logica di un thriller.Girato con uno stile barocco, ma mai fine a se stesso e con la macchina da presa che non sbaglia un colpo.Losey si dimostra un eccellente direttore di attori,riuscendo a confezionare una pellicola praticamente perfetta:ottima recitazione degli attori(straordinario Dirk Bogarde),sapiente fotografia,sublime sceneggiatura.Capolavoro!!!

[+] lascia un commento a poldino »
d'accordo?
breberto lunedì 28 luglio 2008
il capolavoro di losey Valutazione 4 stelle su cinque
79%
No
21%

Fa parte di quel ristrettro gruppo di film che si possono e si debbono vedere a ogni manciata di anni sempre con piacere e rinnovata ammirazione. I motivi? La metafora dei rapporti di classe è attuata lucidamente attraverso la storia devastante del padrone e del servo i cui rapporti finiscono per invertirsi in un gioco psicologico al massacro che raggiunge momenti di grande tensione e crudeltà : un discorso lucidissmo che raggiunge il suo scopo (mostrare la crisi di una classe, quella borghese, che ha perso il suo prestigio morale di un tempo e la dialettica servo-padrone in cui non c'è un vero vincitore, anche se il padrone viene ridotto a una larva) senza nessun pistolotto sociologico. Il dialogo è invece controllatissimo e si avverte la mano del finissimo drammaturgo e sceneggiatore Pinter che è sempre alieno da qualsiasi sbavatura. [+]

[+] lascia un commento a breberto »
d'accordo?
Il servo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | parsifal
  2° | paola di giuseppe
  3° | breberto
  4° | fabal
Nastri d'Argento (2)


Articoli & News
Shop
DVD
Uscita nelle sale
lunedì 2 maggio 2022
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità