Re della terra selvaggia

Acquista su Ibs.it   Dvd Re della terra selvaggia   Blu-Ray Re della terra selvaggia  
Un film di Benh Zeitlin. Con Quvenzhané Wallis, Dwight Henry, Levy Easterly, Lowell Landes, Pamela Harper, Gina Montanna, Amber Henry, Jonshel Alexander, Nicholas Clark, Henry D. Coleman, Kaliana Brower, Joseph Brown, Marilyn Barbarin, Kendra Harris, Jovan Hathaway, Hannah Holby, Jimmy Lee Moore, Philip Lawrence Titolo originale Beasts of the Southern Wild. Drammatico, durata 91 min. - USA 2012. - Satine Film uscita giovedì 7 febbraio 2013. MYMONETRO Re della terra selvaggia * * * 1/2 - valutazione media: 3,90 su 48 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
sergio dal maso giovedì 18 giugno 2015
la magia della realtà con lo sguardo di un bambino Valutazione 4 stelle su cinque
99%
No
1%

 
".… l'intero universo si regge sull'incastro perfetto di tutte le cose, se un pezzo si rompe, anche il più piccolo, l'intero universo si rompe .… quando tutto è silenzio vedo ciò che mi ha creato volare intorno in pezzettini invisibili e capisco che sono anche io un pezzettino di un grande, grandissimo universo"  Hushpuppy
 
Non è certo la prima volta che un film racconta una storia o addirittura si spinge a rappresentare il senso della vita attraverso lo sguardo dei bambini. Per alcune tematiche, per esempio di fronte alla tragedia di barbarie come il genocidio di un popolo o la ferocia della guerra, l’ingenuità e la purezza del loro sguardo possono essere l’unica possibilità di raccontare ciò che è impossibile spiegare e razionalizzare. [+]

[+] lascia un commento a sergio dal maso »
d'accordo?
renato volpone martedì 12 febbraio 2013
un sogno delirante alla "tree of life" Valutazione 1 stelle su cinque
51%
No
49%

Il confine labile tra la vita e la morte, una palude, un uragano, un mondo al di fuori della realtà ribelle e suicida. Un pensiero delirante al confine della civiltà, la saggezza sovraumana di una bambina, figlia di una strega e di un folle, animali terribili e fantastici. Il tutto mescolato in un calderone alla “tree of life” senza un vero senso. Si possono intravedere mille sfaccettature filosofiche,  mille messaggi, segni e segnali, ma non si riesce a coglierne la portata, anzi si diventa umanamente distaccati, tanto che all’estremo saluto tra padre e figlia non fugge la lacrima, quasi neanche una fastidiosa compassione.  Non possono bastare gli occhi neri di una bambina per ammaliare il grande pubblico cinematografico, ci vuole qualche cosa in più che qui manca. [+]

[+] insopportabile (di simobell)
[+] condivido e aggiungo (di herry)
[+] condivido in pieno (di antonio movies)
[+] lascia un commento a renato volpone »
d'accordo?
pier70 giovedì 7 marzo 2013
uomo e natura alla pari Valutazione 5 stelle su cinque
67%
No
33%

Esordio potente, totalizzante. Riflessione sul rapporto uomo/natura, riportato al suo livello ancestrale, alle sue origini, quando la lotta era ancora impari. La comunità della Grande Vasca vive adrenalinicamente, sempre sotto condizione di venire sommersa dagli uragani; quando lo tsunami arriva davvero, biblico e assoluto, la piccola Hushpoppy ('Focaccina') imparerà a diventare adulta, troppo presto certo (ma forse troppo presto oggi è meglio di mai?). Il prezzo- è, come alle origini, come ai tempi senza tempo della lotta contro i Mostri Primordiali, il guardare la natura (leopardianamente matrigna e indifferente) dritta dentro i suoi occhi, le sue viscere, il suo midollo. [+]

[+] lascia un commento a pier70 »
d'accordo?
antonio movies mercoledì 27 febbraio 2013
pessimo contributo alla causa ambientalista Valutazione 1 stelle su cinque
51%
No
49%

Se gli americani sono insopportabili quando prendono sul serio il loro mito o sogno, riescono ad esserlo ancora di più quando prendono sul serio l'alternativa allo stesso, imbastendoci pure una pseudo-favola stiracchiata a sfondo eco-trash. Con un'aria un pò da "Cinico TV" a colori ma senza ironia, un pò da "Sporchi brutti e cattivi" ma senza un gigante credibile e misurato come Manfredi, l'ordigno filmico del "Re della terra selvaggia" si arena dopo un inizio promettente. Il regista non pare più ricordare più cosa volesse dire e perchè, si limita a cercare il filo dei propri pensieri fra la spazzatura onnipresente, nei tanti primi piani e balbettii saccenti, quanto inverosimili, della bimba protagonista. [+]

[+] lascia un commento a antonio movies »
d'accordo?
giulio vivoli martedì 12 febbraio 2013
una favola ecologista Valutazione 5 stelle su cinque
52%
No
48%

Il  talento naturale e la spontaneità semplice ma già matura  di un regista e un'attrice-bambina all'esordio,  realizzano il piccolo grande capolavoro Il Re della Terra Selvaggia, film a basso budget ma alto per potenza di immagini e messaggi di etica ambientalistica. Ambientato in una delle baraccopoli che sorgono sulle paludi della Lousiana del sud, questo film  documenta attraverso gli occhi e la fantasia di una bambina di nove anni le terribili condizioni in cui vive questa comunità, ma  rivela ambizioni ben più elevate: la civiltà e il progresso restano il mondo ostile oltre la diga, l’essere umano è  regredito allo stato primitivo della vita nella palude chiamata da tutti  Grande Vasca e  la favola  è in realtà una parabola dell'eterna lotta tra l'Uomo e gli elementi primordiali della Natura, Acqua Aria Terra Fuoco. [+]

[+] una commovente e dolente poesia… (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a giulio vivoli »
d'accordo?
stefanocapasso venerdì 16 maggio 2014
dall'infanzia alla vita adulta Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

In una laguna, la Grande Vasca, ai margini di una citta, New Orleans, vive una piccola comunità di emarginati, che segue strenuamente la sua filosofia di integrità con le leggi della natura. Tra questi c'è una bambina, Hushpuppy, che racconta con i suoi occhi ingenui il mondo che Wink, il papa, le presenta e al quale la addestra a vivere per diventare un giorno il capo. Dopo un uragano la laguna viene sommersa e la comunità dovrà cedere alle richieste di evacuazione. Nello stesso momento Wink si ammala e Hushpuppy imparerà che è necessario costruirsi la propria identità ed andare incontro al mondo partendo dal lascito del padre, con i suoi importanti insegnamenti e riconoscendone le mancanze. [+]

[+] lascia un commento a stefanocapasso »
d'accordo?
gianfranco c. (roma) mercoledì 20 novembre 2013
cinema ed arte personale Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Si è letto da qualche parte che questo film ha delle similitudini con il nostro (magnifico) "Brutti, sporchi e cattivi" di Ettore Scola. Certamente i protagonisti di "Re della Terra Selvaggia" sono brutti e sporchi, ma non cattivi: vivono abusivamente in un'area perifierica ad una zona industriale della Louisiana, battezzata "Grande Vasca", una via di mezzo tra un bayou e una bidonville. Gli adulti sono fieri di appartenere a questo microcosmo e lo difendono strenuamente, tra una bevuta e l'altra di alcolici distillati da loro stessi e abbuffate di crostacei crudi. Quella è la loro terra selvaggia e la difendono anche quando un tifone (Katrina) distruggerà tutto sommergendolo nelle acque salmastre. [+]

[+] lascia un commento a gianfranco c. (roma) »
d'accordo?
rampante sabato 16 novembre 2013
la grande vasca Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Un film sorprendente, una favola antropologica e magica, una profonda e misteriosa magia. Il film racconta di una bambina che ha paura, una bambina che scorazza in un mondo selvaggio e cerca di sopravvivere e dare un senso a ciò che accade in quel mondo. Un mondo sommerso dove la vita dipende dall'equilibrio dell'acqua che la circonda. Hushpuppy ha sei anni, vive con un padre irascibile in un'inospitale area paludosa della Louisiana detta la Grande Vasca. Un selvaggio bacino chiuso da una diga nel Delta del Mississippi. Un mondo di abbandono e disperazione alle porte di New Orleans. Il padre Wink scopre di essere ammalato, sta morendo e deve preparare la piccola ad arrangiarsi a vivere sola nella sua terra dove un giorno possa diventare "il Re" di quelle terre selvaggie. [+]

[+] lascia un commento a rampante »
d'accordo?
jacopo b98 giovedì 2 maggio 2013
un esordio superbo ed un film indimenticabile Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

 In Louisiana Hushpuppy (Wallis), bambina nera di sei anni, vive insieme al suo papà (Henry), severo ma affettuoso, nella Grande Vasca, una diga artificiale. Quando il padre scopre di essere malato di una grave malattia, prepara la figlia alla vita dura che dovrà affrontare, senza mai andarsene dalla Grande Vasca. Superbo esordio alla regia del trentenne Benh Zeitlin (classe 1982), che condensa in appena un’ora e mezza un infinità di emozioni, sentimenti e insegnamenti. Girato a basso costo, con attori non professionisti, ha vinto la Caméra d’Or a Cannes, il Premio della Giuria al Sundance Film Festival, oltre ad un infinità di altri riconoscimenti, culminati con quattro inattese, ma ingiustamente non premiate, nomination agli Oscar (nell’anno di Argo): film, regia, attrice protagonista e sceneggiatura non originale (del regista e dell’autrice della piéce da cui è tratto, Lucy Alibar). [+]

[+] lascia un commento a jacopo b98 »
d'accordo?
mystic lunedì 29 aprile 2013
un'esperienza emozionante, unica, toccante Valutazione 5 stelle su cinque
50%
No
50%

L'esordiente Benh Zeitlin ci racconta la vita di una regina, anzi di un re. Hushpuppy (Quvenzhanè Wallis) e il padre vivono in povertà nella Lousiana palustre colpita da Katrina in una catapecchia, sotto il giogo delle forze naturali che regolano il corso del mondo. La piccola cresce senza conoscere la madre, ascoltando e captando informazioni dal mondo degli adulti che le si presenta in tutta la sua assurda incapacità di comprendere, rielaborando al tempo stesso profondamente e ingenuamente concetti e immagini. Si rende conto, per esempio, della ciclicità e della concatenazione degli eventi naturali, e ancora più immediatamente percepisce le gerarchie che regolano lo strano gruppo in cui vive. [+]

[+] lascia un commento a mystic »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Re della terra selvaggia | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | sergio dal maso
  2° | renato volpone
  3° | pier70
  4° | antonio movies
  5° | giulio vivoli
  6° | stefanocapasso
  7° | gianfranco c. (roma)
  8° | rampante
  9° | jacopo b98
10° | mystic
11° | enzo70
12° | dave san
13° | stefano mosca
14° | parsifal
15° | donni romani
16° | diomede917
17° | raffaelemarino
18° | scoop
19° | massimo65
Rassegna stampa
Roberto Escobar
Premio Oscar (4)
Festival di Cannes (1)
BAFTA (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 7 febbraio 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità