Le fate ignoranti

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Le fate ignoranti   Dvd Le fate ignoranti   Blu-Ray Le fate ignoranti  
Un film di Ferzan Ozpetek. Con Margherita Buy, Stefano Accorsi, Andrea Renzi, Gabriel Garko, Filippo Nigro.
continua»
Drammatico, durata 105 min. - Italia, Francia 2001. MYMONETRO Le fate ignoranti * * * - - valutazione media: 3,46 su 71 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
daniele'80 lunedì 20 giugno 2005
i registi 'intelligenti'(speranza) Valutazione 5 stelle su cinque
89%
No
11%

Ferzan Ozpetek,regista di nazionalità turca ma di adozione italiana(romana per l'esattezza)alla terza prova cinematografica centra il bersaglio in pieno e firma un capolavoro.Partiamo dall'inizio,cioè dal titolo e dalla locandina del film.Il titolo già contiene un riferimento culturale notevole,in questo caso artistico:'Le fate ignoranti' è un noto affresco di Rene Magritte,uno dei maestri del Surrealismo e identifica quelle fate capaci di magie delle quali a loro sfugge il senso.Probabilmente il regista ha voluto dare risalto proprio al titolo del quadro perchè è proprio questo il motore e il cuore della vicenda:Antonia,rimasta vedova,trova sul retro di un dipinto una dedica d'amore indirizzata al defunto. [+]

[+] d'accordo quasi su tutto (di samuele siani)
[+] lascia un commento a daniele'80 »
d'accordo?
daniele'80 lunedì 20 giugno 2005
i registi 'intelligenti'(speranza)-parte 2- Valutazione 5 stelle su cinque
88%
No
12%

Merito di un regista che non dice e soprattutto non mostra nulla più del necessario:si limita semplicemente a suggerire percorsi e interpretazioni possibili che poi lo spettatore rielaborerà autonomamente.Accanto alla storia principale incentrata sull'ambiguo rapporto fra Michele,Antonia e il marito di lei si muovono tutta una serie di micro-storie,di micro-drammi che vengono presentati,sviluppati e risolti velocemente ma efficacemente.E' un film davvero emozionante valorizzato anche da una perfetta ambientazione(una calda e afosa Roma trasteverina)e da una colonna sonora di altissimo livello:musiche orientali molto evocative la fanno da padrone accanto ad un mambo che scorre sulle immagini di una memorabile scena al supermercato;e poi non possiamo non citare la (in)dimenticata e indimenticabile 'Cocktail d'amore',successo della compianta Stefania Rotolo(ormai diventata a tutti gli effetti icona-gay. [+]

[+] lascia un commento a daniele'80 »
d'accordo?
gattorosso lunedì 19 febbraio 2007
un film su sentimenti rari Valutazione 4 stelle su cinque
85%
No
15%

Ho rivisto di recente Le fate ignoranti (LFI) e devo dire che ogni volta l'impressione è sempre migliore. LFI è uno di quei film che potremmo definire un classico o un cult e che potremmo rivedere più volte senza mai annoiarci. Il segreto è che vedendo il film si entra a far parte di quella famiglia allargata colorata ed eterogenea che Ozpetek rappresenta nelle tipiche scene sulla terrazza. Ci si vuole tutti bene, ci si supporta nei momenti difficili, si ride, si canta si balla si piange si scherza assieme. E' una situzione ideale in cui tutti vorremmo trovarci. Perchè al di là delle differenze di genere e di orientamento sessuale, LFI ci parla dell'amicizia, della solidarietà e dell'amore. Sentimenti rari al giorno d'oggi. [+]

[+] la bellezza di vivere (di de)
[+] non ho capito il finale (di kidy)
[+] lascia un commento a gattorosso »
d'accordo?
gianni lucini martedì 27 settembre 2011
un quadro e un poeta Valutazione 4 stelle su cinque
94%
No
6%

Un quadro intitolato “La fata ignorante” esiste davvero. L’ha dipinto René Magritte, il pittore belga considerato uno dei principali esponenti del surrealismo. Il quadro che si vede nel film e che dà inizio alle peregrinazioni di Antonia viene attribuito dalla sceneggiatura a Joseph Lanti, un autore inesistente inventato dalla fervida fantasia di Gianni Romoli. In realtà è stato dipinto dal regista Ferzan Ozpetek ai tempi del liceo. Nel film, però, compare davvero l’immagine di un’opera di Magritte. Accade quando Antonia riflette sull’attrazione che prova per Michele e nella sua mente si forma l’immagine vivida della grande rosa rossa dipinta dal pittore belga nel quadro "Le tombeau des lutteurs" ("La tomba dei lottatori"). [+]

[+] lascia un commento a gianni lucini »
d'accordo?
daniele'80 lunedì 20 giugno 2005
i registi 'intelligenti'(speranza)-parte 3- Valutazione 5 stelle su cinque
78%
No
22%

Poco importa:il grande Ferzan si sarebbe rifatto ampiamente due anni dopo con l'altrettanto fortunato e ispirato 'La finestra di fronte'.Molto bene.Questo è il vero cinema italiano:sincero,originale,ispirato,coraggioso,ben diretto,ben interpretato e chi più ne ha,più ne metta.Ottimo.Voto:Nove. P.S.Lo stile grafico della locandina del film riprende molto da vicino quella di 'Carne Tremula' di Almodovar;a questo stile si sarebbe ispirata solo un anno dopo anche la Comencini per la locandina de 'Il più bel giorno della mia vita',anche questo uno dei più bei film italiani degli ultimi anni.

[+] lascia un commento a daniele'80 »
d'accordo?
aristoteles domenica 3 gennaio 2016
la terrazza più frizzante del mondo. Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Ho visto quasi tutti i film di Ozpetek e questo è sicuramente uno dei migliori,personalmente quello che ho apprezzato di più.
Il regista sforna uno prodotto di grande eleganza e raffinatezza.
È vero che Ferzan in ogni sua pellicola ci "piazza" la tragedia di fondo (in questo caso un incidente stradale con doppio rimbalzo della vittima) e omosessuali (qui in abbondanza) però questo è il caso in cui utilizza ambedue le consuetudini con intelligenza e maestria.
Senza l'incidente la borghese Antonia (bravissima Buy) non avrebbe scoperto la vita parallela del marito e sopratutto senza gay quella terrazza non sarebbe cosi' colorata,divertente,affascinante, piena di vita. [+]

[+] lascia un commento a aristoteles »
d'accordo?
nino p. domenica 8 marzo 2009
uno difficile spaccato di vita Valutazione 4 stelle su cinque
57%
No
43%

Ozpetek a suo modo si può, senza dubbio, definire un regista rivoluzionario di questi ultimi anni di Cinema italiano, capace cioè di analizzare certa realtà sociale e di mostrarcela sullo schermo con arte, direi genuinamente artigianale. Al Cinema non si va solo per distrarsi e per ridere, ma anche per riflettere su certi spaccati di vita che magari nella nostra vita quotidiana non possiamo o non vogliamo notare. Il film in questione è semplicemente un atto di poesia allo stato puro, uno specchio di una società arrivista, perfezionista eppure in certe sue profonde insenature piena di screpolature o di problematiche esistenziali spesso lasciate morire in se stesse.

[+] lascia un commento a nino p. »
d'accordo?
emanuele r. lunedì 29 agosto 2016
film davvero eccellente Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Una donna sposata perde il marito, investito da un'auto, così cade in depressione. Dopo il ritrovamento di un dipinto che gli apparteneva, comincia a sospettare che egli avesse un'amante segreta, ma quando va all'indirizzo scritto, non vede ciò che si aspettava, così farà amicizia con chi non si sarebbe mai aspettata di incontrare. Davvero un ottimo film, con grandi emozioni e che tratta diverse tematiche, in chiave ironica e non solo, con un pizzico di fantasia e di serietà. I personaggi hanno delle caratterizzazioni ben articolate, ognuno con la sua storia. Davvero un bel film per raccontare un universo nascosto, ma che esiste da sempre.

[+] lascia un commento a emanuele r. »
d'accordo?
giuliana li vigni giovedì 28 luglio 2016
i 2 volti del dolore comune Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Ferzan Ozpetek non si smentisce e non delude mai, neppure quello minore (sempreché esista). Dietro l'incontro fra le due persone acomunate dall'amore per lo stesso uomo dalla doppia personalità, Antonia etero e Michele omosessuale, si nascode un microcosmo di disperazione e sofferenza fisica e morale, a cui Antonia si avvicina titubante ma in realtà molto, ma molto più forte di tutti loro. E' l'unica ad uscirne, forse temporaneamente, ma in realtà rafforzata profondamente lasciando alcuni di loro, Michele in testa , destabilizzati sia nei loro sentimenti sia per ciò che concerne la loro vera identità psico-sessuale con tutta la soffernza che per loro ne consegue. Emir, di cui uno dei ragazzi gay si innamora a tal punto da voler condividere con lui tutto ache il rischio dell'AIDS, si invaghisce di lei e Michele, nell'ultima inquadratura, resta solo e sconsolato per avere perso il suo punto d'appoggio con cui ha scoperto un feeling che travalica qualsiasi identità sessuale ed il suo sorriso è indice di un doloroso interrogativo. [+]

[+] lascia un commento a giuliana li vigni »
d'accordo?
al martedì 15 maggio 2001
i gay sono più normali di noi? Valutazione 3 stelle su cinque
42%
No
58%

Gran bel film, piacevole, profondo senza annoiare e allegro senza diventare banale. Dopo la scoperta della omosessualità latente (ne Il bagno turco) questa volta il regista vuole mostrarci come i gay amino, soffrano e si divertano come e meglio degli etero. L'allegra comunità omo della terrazza romana, anche tra i suoi drammi e i suoi problemi, rende grigia e squallida la vita nella villa sul fiume della coppia borghese e ipocrita. Visto come si è rischiato con Rutelli a Roma l'anno scorso (minacce di far saltare il Gay Pride 2 settimane prima) va pure bene, ma il prete col collare bianco alla cena con chitarra se lo poteva risparmiare, avremmo capito lo stesso…

[+] lascia un commento a al »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Le fate ignoranti | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | daniele'80
  2° | daniele'80
  3° | gattorosso
  4° | gianni lucini
  5° | daniele'80
  6° | aristoteles
  7° | nino p.
  8° | emanuele r.
  9° | giuliana li vigni
10° | al
11° | tiberiano
Nastri d'Argento (3)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità