L'eclisse

Un film di Michelangelo Antonioni. Con Monica Vitti, Francisco Rabal, Alain Delon, Louis Seigner, Lilla Brignone.
continua»
Drammatico, b/n durata 125 min. - Italia 1962. MYMONETRO L'eclisse * * * * - valutazione media: 4,10 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
greatsteven lunedì 10 settembre 2018
come un'eclisse che oscura la luce dell'anima. Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

L'ECLISSE (IT/FR, 1962) di MICHELANGELO ANTONIONI. Con ALAIN DELON, MONICA VITTI, ROSSANA RORY, LILLA BRIGNONE, FRANCISCO RABAL
La relazione tra Riccardo e Vittoria, coppia benestante della borghesia romana, è messa in crisi dalla reticenza di lei, donna sfuggente e malinconica, al matrimonio, finché non s’arriva alla rottura definitiva dove non ci si può più né vedere di persona né telefonarsi a vicenda. Lasciando il fidanzato in un incerto sconforto, Vittoria reincontra la madre che è andata a giocare titoli di Stato in borsa, e là conosce Piero, speculatore finanziario rovinato economicamente dopo che le sue azioni han perduto valore. [+]

[+] lascia un commento a greatsteven »
d'accordo?
il befe mercoledì 25 febbraio 2015
meraviglioso Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

grande film per un grande regista

[+] lascia un commento a il befe »
d'accordo?
fedeleto mercoledì 6 novembre 2013
l'eclisse del sentimento Valutazione 5 stelle su cinque
90%
No
10%

Vittoria rompe con il suo fidanzato Riccardo,decisa cosi ora a vivere un'altra vita conosce un uomo che gioca in borsa e aiuta la madre in questo campo.Avranno un'attrazione,ma quando un giorno si daranno un'appuntamento nessuno dei due verra'.Antonioni dirige uno dei suoi capolavori,incentrato tematicamente ancora una volta sull'incomunicabilita'.Se LA NOTTE finiva all'alba,L'ECLISSE inziia all'alba,Vittoria che nella prima scena lascia Riccardo e' decisamente una scena da antologia.Vittoria infatti gira nella stanza senza star ferma tocca oggetti(una cornice,il divano,la tenda) sembra che la sua stabilita' non vi sia piu',non c'e' sicurezza ne chiarezza. [+]

[+] lascia un commento a fedeleto »
d'accordo?
luca scial� venerdì 21 settembre 2012
sentimenti in bilico Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Vittoria, eterna insoddisfatta e libertina, lascia Riccardo, che ci resta malissimo. Dopo un po' comincia a frequentare un agente di borsa, che prima conosceva solo di vista giacché la madre è un'assidua frequentatrice della Borsa valori. La loro relazione sembra non riuscire a decollare, per i pensieri mai sopiti e malinconici di lei. 
Sequenze dilatate e a volte eccessive ed inopportune, immagini metaforiche, dialoghi brevi ma significativi, la bravura del duo Delon-Vitti, una malinconia di fondo su cui poggia la trama. Pregi e difetti di un film d'autore firmato Antonioni-Guerra. 

[+] lascia un commento a luca scial� »
d'accordo?
m.d.c giovedì 29 settembre 2011
antonioni:idee e non solo alienazione Valutazione 5 stelle su cinque
96%
No
4%

Volti, superfici, silenzi e, secondo i detrattori, un'aura di glaciale e nobilissima noia. Ma, nonostante i tentativi di imbrigliarli, i film di Antonioni sfuggono incontrollati alle definizioni e forse, proprio per questa ragione, ne hanno ricevute innumerevoli: alienazione, incomunicabilità, estetica del disincanto... Se il vuoto, un'assenza opprimente che si dilata in modo minaccioso, ha un peso evidente nelle storie(e non solo nelle immagini) del regista lo hanno altrettanto le idee, le intuizioni di un osservatore che con una sensibilità fuori dal comune è in grado di registrare le contraddizioni della modernità, proiettandole in un futuro imprecisato. E' il caso de l'Eclisse,anno 1962, ma potrebbe essere(perchè no?)il prossimo 2012. [+]

[+] errata corrige (di m.d.c)
[+] lascia un commento a m.d.c »
d'accordo?
paride86 sabato 22 novembre 2008
il migliore sull'incomunicabilità Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Dei tre film girati da Antonioni sull'incomunicabilità è sicuramente il migliore. La storia parte con Vittoria che lascia il fidanzato perché, appunto, l'amore ormai si è eclissato. Cerca rifugio nella madre, che però si dimostra incapace di ascoltarla. Conosce poi Piero, sfrenato agente di borsa, e subito Antonioni rende evidenti le profonde differenze tra due persone che cercano di conoscersi e di amarsi; la scena più significativa è quella in cui i due si baciano attraverso un vetro. "L'Eclisse" è un film sincero e onesto e purtroppo, drammaticamente realista nella sua analisi dei sentimenti.

[+] lascia un commento a paride86 »
d'accordo?
luna mercoledì 23 aprile 2008
il tempo galantuomo Valutazione 1 stelle su cinque
18%
No
82%

MA COME MAI I FILM DI QUESTO DISGUSTATISSIMO ANTONIONI FANNO ANDARE IN BRODO DI GIUGGIOLE QUESTI CRITICI PRONTI A TRAVOLGERE CON FOLLE DI PAROLE, ALIENATE COME L'ARGOMENTO CHE INTENDONO TRATTARE,GLI SPROVVEDUTI SPETTATORI.IL TEMPO è PERò STATO GALANTUOMO.

[+] ... (di cinefilo)
[+] commento al commento (di nick)
[+] lascia un commento a luna »
d'accordo?
L'eclisse | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | m.d.c
  2° | fedeleto
  3° | greatsteven
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità