Mank

Un film di David Fincher. Con Gary Oldman, Lily Collins, Amanda Seyfried, Charles Dance, Tom Burke.
continua»
Titolo originale Mank. Drammatico, - USA 2020. - Lucky Red uscita lunedý 26 aprile 2021. MYMONETRO Mank * * * * - valutazione media: 4,02 su 23 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

c''era davvero una volta Hollywood? Valutazione 4 stelle su cinque

di vanessa zarastro


Feedback: 34038 | altri commenti e recensioni di vanessa zarastro
sabato 5 dicembre 2020

Quasi sempre quando un film parla di cinema è ben accetto dalla critica. Se poi parla di uno dei mostri sacri, ancora meglio! È il caso del film prodotto da Netflix dal titolo “Mank” - diminutivo che sta per Herman J. Mankiewicz (interpretato da Gary Oldman), sceneggiatore di “Quarto Potere” (“Citizen Kane” in originale) del 1941. 
Il regista David Fincher, confeziona un raffinatissimo film in bianco e nero - una sorta di operazione vintage inusuale per la sua produzione - ambientato nel 1940 e si sofferma nel passaggio dal muto al sonoro per donare "onore e voce alla parola", come ha detto Mank al potente editore William Randolph Hearst (interpretato da Charles Dance). E sarà proprio lui con la sua amante Marion Davies (Amanda Seyfried) a ispirare il personaggio di Kane nel film “Quarto Potere”.
Mankiewicz è stato un intellettuale tagliente e sarcastico, non particolarmente amato all’epoca ma rispettato e, forse, temuto. Herman era il fratello maggiore del regista Joseph (“Eva contro Eva”, “Improvvisamente l’estate scorsa”, “Un americano tranquillo”, “Cleopatra” ecc.), ma di carattere e di comportamento molto diverso. Fu, purtroppo, un grande bevitore, infatti morì a soli 55 anni riuscendo però a non farsi schiacciare da Orson Welles, (interpretato da Tom Burke) all’epoca esordiente alla regia poco più che ventenne.
Il film di Fincher narra Mank, recluso in un ranch distante da Hollywood e costretto a letto con una gamba ingessata dopo un incidente di auto, che elaborò la sceneggiatura di “Quarto Potere” prendendo spunto anche dai bigliettini scritti di Orson Welles, coadiuvato da Rita Alexander (interpretata da Lily Collins) una giovane segretaria inglese, e da una infermiera tedesca. Il copione fu firmato da entrambi (Welles e Mankiewicz), e “Quarto Potere” ottenne l’Oscar per la migliore sceneggiatura nel 1942. Sulla collaborazione tra i due sono stati stesi fiumi di scritti e di interpretazioni varie che però non riguardano questo film.
Le vicende di “Mank” erano state scritte dal padre del regista, Jake Fincher, una trentina di anni prima e riproducono la Hollywood degli anni Trenta, con uno spaccato vivace e spumeggiante in una stagione fortunata. Sullo sfondo il contesto sociale e politico con la Grande Depressione che non è ancora diventata un ricordo, in California si discute la candidatura dello scrittore Upton Sinclair a Governatore mentre in Europa Hitler è in piena ascesa. Molti sono i personaggi famosi ritratti da Norma Shearer a Charlie Chaplin, da Joan Crawford a Clark Gable.
La ricostruzione è minuziosa e precisa, perfino Trent Reznor e Atticus Ross sono stati così accurati da comporre musica usando solo strumenti autentici d’epoca. Molto bella tra i molti flashback è la parte ambientata nel 1933, nel Castello Hearst alla festa del compleanno del produttore - e cofondatore Metro Goldwyin Mayer -, Louis B. Mayer (interpretato da Arliss Howard), pieno di VIP hollywoodiani e della corte di David O’ Selznick (interpretato da Toby Leonard Moore). Notevolmente attuale è la battuta: "Dobbiamo riportare il pubblico al cinema... come?" con la risposta pungente: "Proiettiamo i film in strada".
L’unico difetto del film, a mio avviso, che è parlato molto velocemente ed è talmente denso di battute che si fa fatica a stargli dietro.Gary Altman, inutile dirlo, è come al solito bravissimo e addirittura superbo nella sua interpretazione di un personaggio intelligente, sarcastico, non simpaticissimo - anche se denominato "l'uomo più divertente di New York" -, autodistruttivo e narcisista - ma lì in quel gruppo chi non lo era?

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
Sei d'accordo con la recensione di vanessa zarastro?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
33%
No
67%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di vanessa zarastro:

Vedi tutti i commenti di vanessa zarastro »
Mank | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Satellite Awards (14)
SAG Awards (1)
Premio Oscar (12)
Producers Guild (1)
NSFC Awards (1)
Golden Globes (6)
Directors Guild (1)
Critics Choice Award (14)
CDG Awards (1)
BAFTA (7)
AFI Awards (1)
ADG Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Uscita nelle sale
lunedý 26 aprile 2021
Distribuzione
Il film Ŕ oggi distribuito in 3 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Calabria
  2 | Marche
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 11 maggio
Favolacce
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledý 28 aprile
La prima donna
martedý 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
martedý 13 aprile
Burraco fatale
Lei mi parla ancora
Genesis 2.0
giovedý 1 aprile
Il concorso
martedý 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedý 18 marzo
I predatori
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità