Elle

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Elle   Dvd Elle   Blu-Ray Elle  
Un film di Paul Verhoeven (II). Con Isabelle Huppert, Laurent Lafitte, Anne Consigny, Charles Berling, Virginie Efira.
continua»
Titolo originale Elle. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 130 min. - Francia 2016. - Lucky Red uscita giovedý 23 marzo 2017. - VM 14 - MYMONETRO Elle * * * - - valutazione media: 3,03 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
carlotta lunedý 30 novembre 2020
grottesco nonsense Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
0%

Posso valutare positivamente il cast, la protagonista è molto efficace nel suo personaggio, per il resto non trovo nulla di interessante né di coinvolgente in questo film. La storia nasce in modo esplosivo come un inquietante noir gettando sin da subito, con immagini forti di uno stupro, un fitto alone di mistero.
Ci si aspetta allora di assistere ad un intreccio psicologico con indagini e flashback sulla storia dei personaggi...invece niente...dopo un incipit così forte la trama si sgonfia come un soufflé venuto male. 
Lei sembra insensibile a tutto ciò che le accade, addirittura allo stupro che sembra essere stata una parentesi nella sua vita come qualsiasi altro avvenimento. [+]

[+] lascia un commento a carlotta »
d'accordo?
brunopepi giovedý 24 settembre 2020
personaggio incarnato magnificamente dalla huppert Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Leggo giudizi contrastanti su questo film ma in ogni recensione gioca il fattore interno di ognuno di noi, il tema che può sovrastare sul resto. "Elle" di Paul Verhoeven, seguendo la sua vena erotica nel cinema dopo "Basic Instinct" e "Showgirls" e dopo il successo al Festival di Cannes, avendo fatto incetta di premi, tra cui il Golden Globe come miglior film straniero, il César come miglior film, il Golden Globe per la protagonista come migliore attrice, si presenta con un buon richiamo per una soggetto ben diretto ed orchestrato. [+]

[+] lascia un commento a brunopepi »
d'accordo?
felicity giovedý 10 settembre 2020
commedia nera che non pu˛ che tracimare nel dramma Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Elle è un film che sceglie di guardare la relazione fra gli individui minandone alla base certezze e rassicurazioni.
Saltano per aria borghesia e fede, figure retoriche e voti, immagini sacre e immagini etiche.
Il significato vero della realtà di Verhoeven non è banalmente né il nonsense né il grottesco, bensì la negazione a priori di ciò che ormai è consueto chiamare – con un certo qualunquismo – correttezza politica, e che potremmo meglio definire ideologia sociale.
In Elle non c’è niente che vada per il verso normale, scontato, previsto, documentato; azioni e reazioni si producono a partire da una violenza, cioè uno strappo alla norma, la rottura di un credo fondato su secoli di buon senso e di buona creanza. [+]

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
matteo venerdý 1 maggio 2020
superficiale e grottesco Valutazione 1 stelle su cinque
100%
No
0%

Un film in cui non si salva nulla, neanche volendo. Troppe tematiche delicate che si inrecciano senza che nessuna di queste venga approfondita in modo soddisfacente. Come i personaggi appena abbozzati. Superficiale e al limite del grottesco. Da evitare.

[+] lascia un commento a matteo »
d'accordo?
dorian sabato 18 aprile 2020
pessimo film. ma i premi, chi glieli ha dati? Valutazione 1 stelle su cinque
75%
No
25%

Un film senza nessun pregio, compresa la recitazione della Huppert che alla fine viene a noia per quel suo essere perennemente fredda, insensibile, maligna, sessulamente malata e frustrata. I personaggi sono caricature di se stessi, impegnati nella pratica del sesso senza alcun coinvolgimento se non quello superficiale, problematico e violento.  La protagonista non è folle, la follia non si manifesta così, è molto più subdola e mostra anche una faccia angelica che lei non ha mai. Il film cosa vuole raccontarci? Cosa vuole trasmetterci? Direi che non lo sanno nemmeno gli autori se non quello di fare presa sul lato morboso dello spettatore, ma di quello che ha poche pretese, peò. [+]

[+] lascia un commento a dorian »
d'accordo?
ennio giovedý 16 aprile 2020
poca perversione, molta telenovela Valutazione 2 stelle su cinque
33%
No
67%

Se l'obiettivo di questo film era modellare una Huppert sulla falsariga de "la pianista" di Haneke, è stato ampiamente fallito, Verhoeven non è Haneke.
La morbosità delle presunte perversioni erotiche della protagonista e del "cattivissimo" maniaco che la tormenta, è pari quasi a zero. 
Sembra che l'unico filo conduttore dei rapporti intimi tra i protagonisti sia l'assoluta inverosimiglianza dei rapporti stessi. Donne ottantenni che si fanno l'amante trentenne. Figlie della ottantenne che a sessant'anni pretenderebbero di essere ancora delle mantidi erotiche (la Huppert nel 2016 ha 63 anni, rendiamoci conto). [+]

[+] lascia un commento a ennio »
d'accordo?
lorenzodv sabato 15 febbraio 2020
l'ironia porta a galla cento violenze Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Il regista olandese Paul Verhoeven ed il produttore tunisino Saïd Ben Saïd hanno cercato di fare un film francese ad Hollywood. Non ci sono riusciti, ovviamente, quindi lo hanno fatto in Francia.
Dico che è un film francese perché: 1) se ne frega del messaggio etico da veicolare, racconta la sua storia che piaccia o no e che è comunque significativa; 2) i personaggi holliwoodiani sono brillanti o comunque in qualche loro maniera grandiosi, questi sono enigmatici e contradittori (come sono le persone, direbbe forse Verhoeven); 3) è ironico, di una stupenda e stupefacente ironia irriverente che gli americani sanno applicare bene alla politica ma non oserebbero pensare su altri temi, come gli affetti o la religione. [+]

[+] lascia un commento a lorenzodv »
d'accordo?
taniamarina lunedý 19 novembre 2018
le sfumature tra vittima e carnefice Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Uno sguardo attento alla donna, la sua tendenza spiccata ad essere vittima e carnefice, complicata e tortuosa anche nel definire le chiare sfumature tra bene e male, e per questo sempre profonda ed intelligente. Quanto si sarà divertito Paul a costruire un film dallo stampo francese ed uterino, una pellicola che spazia dal noir alla mai invasiva tinta horror, con una attrice protagonista felicissima di recitare il ruolo. Ma c'è troppa carne a cuocere, un tributo alla cultura cinematografica francese che finisce per essere stucchevole e posticcio, con tanto di immancabile cena familiare logorroica, vero must del cinema francese. Troppi riferimenti, troppo allegorie, troppi significati nascosti, ed alla fine ci si perde un po' nel guardare una pellicola tropo lunga che cerca senza false modestie i più grandi complimenti. [+]

[+] lascia un commento a taniamarina »
d'accordo?
totybottalla martedý 21 agosto 2018
la monella huppert in un film evanescente! Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Uno stupro a domicilio non sembra scalfire la monella Michèle che cerca senza tanto penare di scoprire l'artefice del suo involontario piacere perverso...Beh! Una famiglia con dei problemi quella della Leblanc, una storia amplia e articolata raccontata senza mai focalizzare un punto della storia che cerca di sorprendere senza riuscirci, la Huppert è brava e intrigante e regge la scena ma, il film non desta emozioni particolari risultando evanescente. Saluti. 

[+] lascia un commento a totybottalla »
d'accordo?
enricaraviola venerdý 20 aprile 2018
ridicolo o grottesco? Valutazione 1 stelle su cinque
100%
No
0%

Incuriosita dall recensioni lette in occasioni del lancio del film, approfittando della programmazione su sky, sottopongo la famiglia alla visione…
Con tutta la benevolenza possibile, il giudizio collettivo finale è stato "bah"!

Isabelle Huppert algida (e antipatica) come sempre, o come non mai.
La sceneggiatura (e la regia) oscllano tra il ridicolo e il grottesco.
Un film che non si capisce come mai abbia ottenuto tanti riconoscimenti.
La solita benevolenza ad honorem…

[+] lascia un commento a enricaraviola »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 »
Elle | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ |
  2░ | evak.
  3░ | nanni
  4░ | potassio2
  5░ | kimkiduk
  6░ | andrew82
  7░ | vanessa zarastro
  8░ | paolorol
  9░ | no_data
10░ | lbavassano
11░ | brunoformichetti
12░ | flyanto
13░ | gianleo67
14░ | maumauroma
15░ | felicity
16░ | taniamarina
17░ | giorgio1.moretti
18░ | angelo umana
19░ | fabiofeli
20░ |
21░ | francesca
22░ | mauriziomeres
23░ | marcello
24░ | mattiabertaina
25░ | francesco2
26░ | davidetiberga
27░ | goldy
Rassegna stampa
Emiliano Morreale
Premio Oscar (1)
Spirit Awards (2)
Golden Globes (3)
Critics Choice Award (3)
Cesar (13)
BAFTA (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 |
Link esterni
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità