The Water Diviner

Acquista su Ibs.it   Dvd The Water Diviner   Blu-Ray The Water Diviner  
Un film di Russell Crowe. Con Russell Crowe, Olga Kurylenko, Jai Courtney, Yilmaz Erdogan, Cem Yilmaz.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 111 min. - Australia, Turchia, USA 2014. - Eagle Pictures uscita giovedì 8 gennaio 2015. MYMONETRO The Water Diviner * * * - - valutazione media: 3,00 su 26 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
onufrio mercoledì 31 maggio 2017
l'odissea turca Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Russell Crowe, regista e protagonista di questo film ambientato nel periodo post prima guerra mondiale, siamo nel 1919, l'australiano Joshua Connor (R.Crowe) vive con la moglie nelle desolate terre australiane, i due non si rassegnano alla morte dei tre figli impegnati nel conflitto in Turchia, tanto che la moglie si suicida. A quel punto, Joshua decide di esaudire il desiderio della propria moglie, riportare i tre figli in terra australiana. Inizia così un avventuroso viaggio, un'odissea turca per il protagonista che nel suo tragitto incontrerà le avversità ma anche chi gli darà un prezioso aiuto alla ricerca dei figli compianti.

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
giorpost martedì 4 aprile 2017
miracolo a gallipoli Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Joshua Connor è un esperto rabdomante dello Stato del Victoria, proprietario di un terreno in aperta campagna australiana; vive con sua moglie in piena solitudine e con un grande rimorso: non aver saputo più notizie dei loro tre figli maschi, partiti come volontari un lustro prima alla volta dell'Impero Ottomano per affiancarsi all'esercito britannico in una guerra “di principio”, senza farvi mai ritorno. Non essendo riuscita ad elaborare un (presunto) lutto così grande e, al contempo, molto critica nei confronti del marito, la povera Eliza decide di farla finita, lasciando Joshua nel più totale sconforto; questi, tra l'altro, non troverà sostegno nemmeno nella chiesa locale, realizzando che l'unica cosa da fare è imbarcarsi per la Turchia e riportare a casa almeno i corpi dei suoi figli. [+]

[+] lascia un commento a giorpost »
d'accordo?
filippo catani mercoledì 8 giugno 2016
una buona rappresentazione storica Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Al termine del primo conflitto mondiale un padre australiano parte in cerca dei figli scomparsi al termine della terribile battaglia di Gallipoli per poter dar loro sepoltura accanto al corpo della madre.
Russell Crowe si mette dietro alla macchina da presa per dirigere se stesso in quello che se vogliamo è primariamente un dramma familiare con un padre alla disperata ricerca di risposte sulla sorte dei figli partiti per una guerra lontana migliaia di miglia da casa. Allo stesso tempo però il film non sfugge a dare una fulgida rappresentazione di quello che è stato il dramma del disfacimento dell'impero Ottomano e di quello che ha comportato senza dimenticare le centinaia di vittime da una parte e dall'altra della barricata. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
enzo70 lunedì 25 gennaio 2016
buon esordio alla regia per un grandissimo attore Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Crowe si cimenta, per la prima volta da regista, in uno dei suoi generi preferiti, il film di ambientazione storica; e questa volta lo scenario è in Turchia, durante la prima guerra mondiale. Le forze alleate cercano di colpire al cuore l’impero Ottomano a Gallipoli, nello stretto dei Dardanelli; è uno delle più clamorose sconfitte dell’esercito guidato dagli inglesi, e da tutte le potenze che si erano alleati con l’esercito britannico; tra cui gli australiani. E così l‘agricoltore Joshua Connor si trova dall’altra parte dal mondo a piangere il dolore dei tre figli dispersi e a cercare di consolare, inutilmente, la moglie. [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
luigi chierico mercoledì 13 gennaio 2016
un rabdomante alla ricerca dei figli Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un padre si mette alla ricerca dei tre figli andati a combattere dalla lontanissima Australia in Europa,in Turchia,durante la prima guerra mondiale.Quella guerra che vide morire oltre 17.000.000 di persone e con 20.000.000 di feriti e mutilati.Le scene sono tutte molto belle sebbene riportino molti momenti strazianti di corpi orribilmente mutilati:per uscire dalle trincee occorreva scavalcare montagne di morti e moribondi,”le anime devastate da tutti quei morti”,come scrive V.A.Loprieno nel bel libro Pudore. Le terribili esplosioni nascondevano col fumo nero e denso dei mortai tutto quanto cambiava volto, dune, montagne,case,corpi e volti umani;brandelli di uomini che si trascinavano.Ed ancora G. [+]

[+] affresco da guardare per la forza delle immagini (di magister)
[+] lascia un commento a luigi chierico »
d'accordo?
liuk! mercoledì 19 agosto 2015
avventura in mezzo alla guerra Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Un bel lavoro di Crowe and company che fanno diventare interessante una storia che non lo è. Un
film di guerra, azione, amore, dramma etc simil kolossal ma non pesante o troppo incentrato sugli effetti speciali.
lo consiglio.

[+] lascia un commento a liuk! »
d'accordo?
alexander 1986 venerdì 12 giugno 2015
la buona turchia di crowe Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Turchia, 1919. La prima guerra mondiale è finita per tutti tranne che per i genitori che hanno perso i figli in guerra. Per mantenere una promessa fatta alla moglie, l'agricoltore australiano Joshua Connor (Russell Crowe) compie un lungo viaggio fino a Istanbul e dintorni alla ricerca delle salme dei suoi tre figli. È come cercare un ago in un pagliaio ma Joshua è uno di quegli uomini capaci di trovare l'acqua anche nel deserto. Al suo esordio alla regia, Crowe fa qualcosa di straordinario rispetto ad altri illustri colleghi e neofiti della macchina da presa: utilizza i mezzi che ha imparato a usare, senza strafare. La sua è una regia scolastica ma molto efficace, come efficace è il racconto nel suo complesso: trama lineare ma non piatta, bella fotografia, messaggi semplici ma non banali e in più il proverbiale carisma dell'ex-Gladiatore. [+]

[+] lascia un commento a alexander 1986 »
d'accordo?
rosenkreutz giovedì 19 marzo 2015
distorce la realtà storica Valutazione 2 stelle su cinque
80%
No
20%

Il film narra le vicende di un agricoltore e rabdomante australiano alla ricerca delle tombe dei suoi tre figli, mai più tornati dalla battaglia di Gallipoli (Turchia) del 1915. È ben fotografato e ben recitato, tuttavia distorce la realtà dei fatti storici quando fa apparire, nella parte finale del film, i Turchi le vittime e i Greci i carnefici. Le cose stanno esattamente all'inverso. Furono i Turchi a massacrare Greci e Armeni (il genocidio degli Armeni, riconosciuto da moltissimi Paesi, e che la Turchia ancora oggi si ostina a negare) e non viceversa. Un film che pretende di basarsi su una storia vera dovrebbe rispettare la realtà degli avvenimenti, come sono stati documentati da innumerevoli testimoni e dal lavoro degli storici.

[+] lascia un commento a rosenkreutz »
d'accordo?
ultimoboyscout domenica 8 marzo 2015
un galdiatore alla ricerca dei figli. Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Alcuni anni dopo la fine della battaglia di Gallipoli (in Turchia) in cui, durante la Prima Guerra Mondiale, morirono quasi 9mila soldati dell'ANZAC, l'esercito composto da australiani e neozelandesi, un agricoltore aussie col sesto senso per trovare l'acqua, parte alla volta di quei luoghi alla ricerca dei tre figli dispersi per riportarli in patria o almeno dar loro degna sepoltura. Più che con i turchi, così diversi da lui, dovrà lottare con la burocrazia eretta dai suoi connazionali. Opera prima per Russell Crowe regista, neozelandese di nascita ma cresciuto in Australia, che confeziona una pellicola poetica e soave in cui il novello cineasta ci offre il suo lato melodrammatico, rubando qualcosa al suo mentore Ridley Scott ma anche a Ron Howard. [+]

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
conte di bismantova venerdì 30 gennaio 2015
un film bellissimo veramente contro la guerra Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Trattasi del primo film della storia del cinema occidentale dove i turchi stanno dalla parte dei buoni o sbaglio? Il ritrovamento del figlio nel monastero è una cosa un po' sognante, d'accordo, ma era il colpo di scena necessario ad asciugarci le lacrime. I tre minuti di agonia dei fratellini - e di tutta la collina - è un passaggio talmente intenso da togliere il respiro. Pochissimi film ci hanno fatto vedere veramente cos'è l'attesa della morte quando hai le viscere in mano, e come "canta" per ore nella notte una collina interamente ricoperta di umani che piangono, tossiscono, gemono aspettando di finire. Mi ricordo una cosa del genere ne "La sottile linea rossa", e rimasi segnato. [+]

[+] spiegati meglio. (di ultimoboyscout)
[+] lascia un commento a conte di bismantova »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
The Water Diviner | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | space.66
  2° | zarar
  3° | romifran
  4° | ruger357mgm
  5° | lucrezia bordi
  6° | rosenkreutz
  7° | luigi chierico
  8° | midnight
  9° | flyanto
10° | ultimoboyscout
11° | alexander 1986
12° | giorpost
13° | filippo catani
14° | enzo70
15° | hidalgo
16° | conte di bismantova
17° | giank51
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 8 gennaio 2015
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità