The Search

Acquista su Ibs.it   Dvd The Search   Blu-Ray The Search  
Un film di Michel Hazanavicius. Con Bérénice Bejo, Annette Bening, Maxim Emelianov, Abdul-Khalim Mamatsuiev, Zukhra Duishvili, Lela Bagakashvili, Yuriy Tsurilo, Anton Dolgov, Mamuka Matchitidze, Rusudan Pareulidze Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 159 min. - Francia 2014. - 01 Distribution uscita giovedì 5 marzo 2015. MYMONETRO The Search * * - - - valutazione media: 2,48 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
max821966 venerdì 6 aprile 2018
colpevole ritardo Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Ammetto di averlo scoperto tardi: uno spezzone su Sky e poi in Blu ray........ un film di denuncia non solo della guerra in generale, masulla politica imperialista e crudele di uno degli uomini più violenti e pericolsi del 21° secolo: Putin. Proprio da questa guerra raccontata nel film cominciò l'ascesa del nuovo zar di Russia, fu un massacro di civili inermi,stupri di massa,pulizia etnica sotto gli occhi di tutta la comunità internazionale che fece scena muta.
La trama non è niente di particolarmente nuovo, si inizia con l'omicidio dei genitori da parte dei soldati russi, davanti alla loro casa mentre il figlio di appena 10 anni assiste da dietro unatenda di una finestra. [+]

[+] lascia un commento a max821966 »
d'accordo?
ennio domenica 15 ottobre 2017
che ci fa hollywood in cecenia? Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Ennesima tavanata in stile hollywoodiano. Si apprezzano le scene di guerra, si apprezza la Cecenia, un paese ancora antico, cadente e per questo affascinante come la sua gente e i suoi costumi. Ma la protagonista che c'azzecca? Bella ragazza francese educata, stile modella, lacrimuccia pronta all'uso, non sa una parola di russo e non si capisce cosa ci sta a fare lì. Sempre impegnata in convegni e conferenze, poverina, almeno gli altri fanno la guerra e si divertono un pò. E poi i russi rappresentati peggio che negli anni '50, tutti inesorabilmente crudeli e inappagati del sangue e della dignità dei poveri ceceni (che invece, sorpresa, sono tutti dignitosi se non di animo nobile). [+]

[+] n h c u m d f (di max821966)
[+] n h c u m d m c (di ennio)
[+] lascia un commento a ennio »
d'accordo?
deadman mercoledì 12 agosto 2015
un altra occasione mancata Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

spiace che un film come questo che in tempi in cui viene glorificato da più parti (anche inaspettate) la figura di putin, qui si mostra la vera faccia del gigante russo nella guerra, ormai dimenticata, in cecenia. spiace perchè il film, sebbene il regista si sia speso in ambientazione e costumi risulta essere un melò pallosissimo su un bambino che traumatizzato non vuole più parlare (ricordate il film di truffaut?) intramezzato con la storia di una recluta russa sottoposta ad un addestramento terrificante (ricordate il film di kubrik?) come nel film permio oscar il regista non riesce a dare nerbo a una storia che sebbene supportata da ottime immagini non decolla e stanca tutta l'opera che si arena nel finale in un finale happy end veramente inutile. [+]

[+] lascia un commento a deadman »
d'accordo?
alexander 1986 venerdì 26 giugno 2015
odissea tragica in cecenia Valutazione 3 stelle su cinque
88%
No
13%

Cecenia, 1999. Il piccolo Hadji assiste a qualcosa di troppo grande per qualsiasi età: l'esecuzione sommaria dei suoi familiari per mano dei soldati russi. Quindi fugge con il fratellino neonato verso non-si-sa-dove. Non sa che la sua sorella maggiore è ancora viva e lo cerca disperatamente. Ritorno alla prosaica realtà per il regista premio Oscar per 'The Artist' (2011). Restano le intenzioni cinefile. Il suo è una rivisitazione attuale dell'omonima pellicola di Fred Zinneman, nota in Italia come 'Odissea tragica' (1948): l'ambientazione tedesca postbellica viene sostituita dall'ugualmente brulla Cecenia, in luogo del buon samaritano Montgomery Clift abbiamo l'operatrice umanitaria Berenice Bejo (brava nonostante sia la signora Hazanavicius). [+]

[+] lascia un commento a alexander 1986 »
d'accordo?
brian77 mercoledì 11 marzo 2015
come mai? Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Se voleva parlarci della questione cecena, Hazanavicius poteva parlarci della strage di Beslan...
Come mai non ci ha fatto un film sopra?
E' un soggetto che si sarebbe adattato molto bene: non avrebbe nemmeno dovuto andare a rubare la storia a un film di 70 anni fa. Aveva la storia vera davanti ai propri occhi... a meno che non fosse una storia che voleva occultare per farci vedere invece un melò strappalacrime.
E come mai gli americani che fanno sempre film sui terroristi non hanno fatto nessun film su Beslan?
Come mai eh, eh sì, chissà come mai.
Invece qui tutti i russi cattivi da barzelletta, tutti i ceceni immacolati. [+]

[+] lascia un commento a brian77 »
d'accordo?
siebenzwerg mercoledì 11 marzo 2015
tutto tranne che un mèlo bellico Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Trovo la critica di Zappoli insipida e fuorviante. Il film è impeccabile (come lo era the Artist), la mano sicura del regista ci guida lungo il baratro dell'orrore puro, senza scivolare né per eccesso né per difetto. Zappoli parla di Mèlo, termine con cui s'intende un dramma popolaresco con una trama contorta e complicata al fine di caricare gli elementi patetici del racconto. La trama invece non è affatto complicata, anzi è lineare per quanto può esserlo quella di un film che cerca di mostrare anche nella sceneggiatura il dramma emotivo del bambino e delle persone che hanno a che fare con lui. Non voglio poi pensare che la storia (che è Storia) di un orfano di guerra in Cecenia (e non sarà il solo con una storia simile), sembri allo Zappoli inutilmente patetica, per cui non capisco quale problema abbia. [+]

[+] lascia un commento a siebenzwerg »
d'accordo?
flyanto lunedì 9 marzo 2015
tutti gli orrori di una guerra attraverso gli occh Valutazione 3 stelle su cinque
92%
No
8%

 Film in cui si raccontano quattro spaccati di vita di quattro personaggi nel corso della seconda guerra scoppiata in Cecenia contro i Russi nel 1999. Vi è un bambino di circa 9 anni che, scampato alla strage che ha colpito la sua famiglia, cerca in qualche modo di mettersi in salvo, la sorella maggiore col fratello in fasce che vaga alla ricerca del suddetto fratello, un'impiegata presso il Ministero degli Affari Esteri che documenta tramite delle interviste tutti gli orrori di questo conflitto e nel frattempo si prende cura del bimbo disperso ed infine il duro addestramento militare a cui viene sottoposto un giovane soldato russo. Le quattro esistenze si intersecheranno sino ad una svolta finale. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
maurizio meres domenica 8 marzo 2015
melodramma di guerra Valutazione 3 stelle su cinque
42%
No
58%

Film vero anche se in alcuni tratti la troppa pateticita' sovrasta le ragioni del film, che ci fa rivivere un momento di storia contemporanea,dove la vera crudeltà fu la totale indifferenza di tutti i popoli verso un sopruso di una nazione con una finta democrazia ma totalmente dittatoriale,verso un popolo sicuramente con un terrorismo radicato ma indifeso e lasciato al controllo e alla distruzione di un esercito impreparato addestrato alla paura ,ad uccidere senza ragione e all'esaltazione dell'ignoranza sociale dove in certi casi erano loro stessi le vittime . Film strutturalmente ben fatto con ambientazioni vere il regista riesce a cogliere nella finzione cinematografica stati d'animo intensi pieni di paura e rassegnazione in una cornice di devastazioni e disagi sociali . [+]

[+] lascia un commento a maurizio meres »
d'accordo?
brian77 domenica 8 marzo 2015
torna alla commedia... Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Hazanavicius cerca di fare il film drammatico, ma fallisce su tutti i fronti. La storia ricavata da "Odissea tragica" è banale, intuilmente patetica, inzeppata di retorica propagandistica in cui i ceceni sono povere vittime e i russi cattivissimi oppressori (addirittura cercando di dare la colpa ai russi per gli orrori perpetrati dai terroristi ceceni... e naturalmente senza nemmeno una parola sugli Stati Uniti). Tra un po' la colpa è anche lì di Putin... Il punto più basso è forse quando la Bejo fa spuntare i lacrimoni, roba da filmaccio di quart'ordine.
E poi c'è chi accusa American Sniper di essere film di propaganda. [+]

[+] lascia un commento a brian77 »
d'accordo?
melania sabato 7 marzo 2015
molto coinvolgente Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

bellissimo film che,sullo sfondo della guerra in Cecenia,raconta una vicenda      umana struggente e commovente che tiene deta l'attenzione dello spettatore sino alla fine.molto ben fatto e ben recitato,è sicuramente consigliabile!

[+] lo consiglio anch'io (di tom87)
[+] lascia un commento a melania »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
The Search | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | flyanto
  2° | alexander 1986
  3° | max821966
  4° | maurizio meres
  5° | deadman
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 5 marzo 2015
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità