Via Castellana Bandiera

Acquista su Ibs.it   Dvd Via Castellana Bandiera   Blu-Ray Via Castellana Bandiera  
Un film di Emma Dante. Con Emma Dante, Alba Rohrwacher, Elena Cotta, Renato Malfatti, Dario Casarolo, Carmine Maringola.
continua»
Drammatico, durata 94 min. - Italia, Svizzera 2013. - Cinecittà Luce uscita giovedì 19 settembre 2013. MYMONETRO Via Castellana Bandiera * * 1/2 - - valutazione media: 2,97 su 40 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Assurdo come noi Valutazione 3 stelle su cinque

di FranciF


Feedback: 105
lunedì 30 settembre 2013

Due automobili si incrociano, un afoso giorno d'estate, in Via Castellana Bandiera, un “budello” in un quartiere povero e degradato di Palermo. Semplicemente una a caso delle due auto avrebbe potuto fare qualche metro di retromarcia per far passare l'altra auto e poter quindi così proseguire entrambe. Invece le due donne alla guida, Samira e Rosa, si fermano li. Non solo non fanno retromarcia, ma spengono i rispettivi motori. Una delle due, poi, metterà la prima e andrà proprio contro l'altra. Samira si chiude nella sua auto e nel suo silenzio devastato dal dolore per la morte della giovane figlia. Rosa si inchioda li, forse per non andare a quel matrimonio dell'amico della compagna, forse per non voler andare avanti oltre nel rivedere e ritrovare Palermo e riaprire vecchie ferite di figlia, forse per tenere ancora un po' lì con se Clara, la compagna che vuole lasciare. Con quell'assordante silenzio fatto di sguardi, quelle due donne si parlano e, in fondo, si alleano complici. Mentre il paese intorno osserva, abbozza reazioni inadeguate, inventa scommesse per scacciare un po' più in là la noia ed una miseria che uccide in mille modi. Rosa e Samira condividono il buttare la cena e l'urinare per la strada. Complici, comunicano facendosi l'occhiolino e con i lampeggianti dell'auto. Tutto il resto, gli altri, sono in fondo solo ombre e comparse. Il senso pieno e vivo della storia ce lo raccontano tutto loro due, con le loro diverse e uguali solitudini e disperazioni. Sarebbe stato così semplice, addirittura naturale, fare retro per poter proseguire entrambe. Assurdo fare muro contro muro per vedere “chi ha le corna più dure”, per perdere tutto quel tempo e non poter proseguire. Assurdo. Assurdo come ogni coazione a ripetere, come ogni storia che ci fa soffrire e ci ruba la speranza e non sappiamo chiudere perchè solitudine e libertà fanno tanta paura. Assurdo come ogni volta che una donna viene massacrata di botte dal suo uomo e non lo lascia e non lo denuncia, pensando magari che in fondo è anche colpa sua. Assurdo come ogni sogno che ci ostiniamo a lasciare nel cassetto. Assurdo come l'assuefazione a politicanti mafiosi e criminali, ignoranti e incapaci. Assurdo come questo Paese che non sa reagire da lustri allo sfascio collettivo. Questa storia inizia con la morte che chiama la morte (Samira che si sdraia sulla tomba della figlia e la abbraccia) e termina con la morte di questa mamma che ha “usato” questa sfida per suicidarsi e tentare di riabbracciare forse in qualche modo la figlia. Per assurdo, solo la morte di Samira risveglia Rosa e le fa mettere quella dannata e banale retromarcia. Troppe volte abbiamo bisogno di toccare il fondo per riuscire a reagire. E troppe volte è troppo tardi. Questa metafora dell'assurdo deve toranarci in mente ogni volta che basterebbe fare qualche passo indietro per poter proseguire. Ogni volta che abbiamo paura di andare avanti, di sfidare gli eventi, di vivere, di liberarci ed essere appieno noi stessi. Questa metafora così evidente nella sua tragica assurdità deve aiutarci a riconoscere e combattere le nostre quotidiane e suicide follie. E le suicide follie di questa violentata Repubblica democratica fondata sul Lavoro. Francesca Fabbri.

[+] lascia un commento a francif »
Sei d'accordo con la recensione di FranciF?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
61%
No
39%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
angelo umana martedì 1 ottobre 2013
complici
0%
No
0%

condivido molte delle tue parole Francesca, tra cui "complici, gli altri sono comparse, loro diverse e uguali solitudini". Riguardo al non fare marcia indietro da parte di una delle due (peraltro di spazio notiamo alla fine del film che ce n'era) ... così doveva andare o "cu avìa di chiangiri chiungìu, cu avìa di moriri murìu ecc." (la canzone finale).

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
Via Castellana Bandiera | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Nastri d'Argento (5)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Facebook
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 19 settembre 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità