La parte degli angeli

Acquista su Ibs.it   Dvd La parte degli angeli   Blu-Ray La parte degli angeli  
Un film di Ken Loach. Con Paul Brannigan, John Henshaw, Roger Allam, Gary Maitland, Jasmine Riggins.
continua»
Titolo originale The Angels' Share. Commedia, durata 106 min. - Gran Bretagna, Francia, Belgio, Italia 2012. - Bim Distribuzione uscita giovedì 13 dicembre 2012. MYMONETRO La parte degli angeli * * * - - valutazione media: 3,30 su 53 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
giorgio47 martedì 25 dicembre 2012
i film che non sappiamo più fare Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Un film “natalizio”, in quanto uscito a Natale, anche se è stato in concorso a Cannes, ma niente a che vedere con i nostri cinepanettoni. Un film sui buoni sentimenti e sul riscatto di persone emarginate e in parte violente, ma girato con la maestria del grande regista. Un film che fa sorridere, in alcuni momenti ridere ed in altri commuovere, ma sempre con una dose di realtà e tristezza e con un occhio alla nostra società e alle sue contraddizioni. Insomma un film dalla parte degli ultimi ma che ha la dignità che avevano i nostri migliori film della commedia all’italiana. Parlare di cose serie facendo ridere e riflettere è un’arte che i nostri autori hanno perso da molto tempo!

[+] lascia un commento a giorgio47 »
d'accordo?
osteriacinematografo lunedì 7 gennaio 2013
ritratto agrodolce di scozia Valutazione 3 stelle su cinque
89%
No
11%

La porzione degli angeli corrisponde alla percentuale di evaporazione nel processo di maturazione del whisky. Ma l’elemento volatile del pregiato distillato non si disperde realmente: tutti reclamano la propria parte,e persino le creature celesti esigono la loro. Il maestro Ken Loach prende spunto da questa leggenda per raccontare una storia di emarginazione e speranza ambientata in Scozia. L’incipit del film si svolge davanti a un giudice: al suo cospetto si alternano le storie di delinquenza di alcuni ragazzi di Glasgow; tutti vivono ai margini della società,chi per un motivo, chi per l’altro: l’introduzione dei personaggi è divertente e originale,e si rivela un modo perfetto per anticiparne le personalità. [+]

[+] bravissimo (di kondor17)
[+] lascia un commento a osteriacinematografo »
d'accordo?
gabriele.vertullo giovedì 13 dicembre 2012
storia di ladri bizzarri e commoventi Valutazione 3 stelle su cinque
77%
No
23%

La parte degli angeli è un film che ad un pubblico filisteo (così come sono alcuni personaggi) potrebbe apparire un miracolo sociale, un caso eccezionale, con tutte le riserve che la storia offre una vicenda deplorevole; ma il regista  Ken Loach vuole offrirci un’analisi più sensibile, una parabola e una testimonianza di vita: come da radici malate e velenose sia possibile in realtà che sbocci una sagoma speranzosa e vittoriosa, un racconto complessivamente genuino ed umano, sostenuto dalla naturalezza e dalla bizzarria dei protagonisti, indiscutibilmente la forza propulsiva dell’intero film.
Robbie è un giovane spiantato, dal carattere impulsivo e riottoso, in attesa di diventare padre. [+]

[+] lascia un commento a gabriele.vertullo »
d'accordo?
phileas fogg martedì 18 dicembre 2012
ken loach non si smentisce mai Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Ken Loach non si smentisce mai e anche questa volta non rinnega il suo cinema scomodo pur inserendolo all'interno di una storia per molti aspetti "leggera". Non rinnega il suo cinema scomodo perchè dopo averci presentato e fatto capire chi sarà il protagonista della storia, colui che dovrebbe attirare le simpatie e l'affetto del pubblico, Ken decide di mostrarci lo stesso personaggio in una nuova versione, non più quella del ragazzo sfortunato che la vita ha preso a calci e che ha solo bisogno di una possibilità per riemergere, ma quella del teppista idiota da chiudere in galera e buttare via la chiave (davvero difficile solidarizzare con il giovane Robbie  dopo il confronto che ha con la vittima di un suo pestaggio). [+]

[+] il nobile e doveroso ruolo dell’uomo (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a phileas fogg »
d'accordo?
renato volpone sabato 15 dicembre 2012
quello che resta é per gli angeli Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

"Può un ragazzo di natura violenta riscattarsi e vivere una vita normale?" é quello che ci si domanda alla fine di questo film. Un bambino nasce con il 50% del cervello formato e il resto glielo formiamo noi, dice Leonie a Robbie per fargli capire che é importante cambiare per crescere il piccolo Luke con sani principi. E Robbie c'è la mette tutta, capace anche di grande generosità e riconoscenza. La colpa quindi é della società, violenta e individualista. Ma resta quella parte degli angeli, quella che si volatilizza e svanisce nel processo di fabbricazione del whisky, quella parte buona di ognuno di noi che dobbiamo far venire fuori e aiutare gli altri a far emergere. [+]

[+] lascia un commento a renato volpone »
d'accordo?
filippo catani lunedì 24 dicembre 2012
il whisky può cambiare la vita Valutazione 3 stelle su cinque
69%
No
31%

Glasgow. Un gruppo di giovani condannati ai lavori socialmente utili per una serie di reati diversi tra loro finisce con lo scoprire l'amore per il whisky e la sua degustazione. Uno di loro, appena diventato padre e mal visto dai parenti della ragazza, studia un piano per guadagnare soldi per iniziare una nuova vita sfruttando un'asta per un whisky pregiato e raro.
Ken Loach torna alla commedia dopo Il mio amico Eric e lo fa confezionando un film non banale ma che nella parte finale assume un po' i toni della favola della buonanotte. Però il film si "beve" con piacere e, cosa non certo insolita per un regista impegnato come lui, non manca uno sguardo agli ultimi a quei ragazzi che vivendo nella povertà e nel degrado vedono nella violenza e nel crimine l'unica via di uscita dalla propria situazione. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
m.barenghi venerdì 28 dicembre 2012
dalla parte degli angeli Valutazione 4 stelle su cinque
62%
No
38%

La "parte degli angeli" è quella piccola frazione (2%) che si perde durante i processi di invecchiamento del whisky. Titolo quanto mai indovinato per un film che, pur muovendosi dal mondo dei personaggi socialmente problematici, abituale in Ken Loach, prende poi l'allure della commedia d'azione, aggraziata dal tocco quanto mai felice del regista. Già l'incipit del film è formidabile: un improbabile ubriacone, barcollante su un marciapiede ferroviario,finisce quasi sotto il trenoo per seguire le istruzioni di sicurezza impartitegli via altoparlante da un sorvegliante a 20 miglia di distanza. Ma la sequenza è "raccontata" dalla voce fuori campo dei legulei che, nella successiva, giudicheranno in sede processuale lui e gli altri protagonisti della storia, che vengono così presentati allo spettatore con piglio energico e forma estremamente elegante. [+]

[+] lascia un commento a m.barenghi »
d'accordo?
kimkiduk mercoledì 27 marzo 2013
come arrivare al cuore Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Non è il solito Ken Loach sindacalista e nemmeno il solito grigio tetro e pessimista o forse solo polemico, è un Ken Loach a volte brillante, da commedia, ma che forse arriva dove altri film suoi non sono arrivati.
Partendo come sempre dai quartieri popolari delle città (Glasgow) e dalla gente comune piena di problemi fin dall'infanzia (memorabile l'inizio del film carrellata di personaggi in giudizio in tribunale) Loach arriva diritto al cuore in più di una occasione.
Il suo messaggio è chiaro e la critica della società capitalista spietata. Un povero ragazzo, vittima solo del luogo e della famiglia in cui nasce, teppista da 4 soldi, se vuole cambiare vita non può aspettare la benevolenza della società buona, non te lo permettono; non può aspettare di dimostrare che vuole cambiare, non ti crederanno (nè i rivali di quartiere, nè il suocero). [+]

[+] lascia un commento a kimkiduk »
d'accordo?
pier70 giovedì 7 marzo 2013
gli angeli terrestri di loach Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

L'inizio è violento, cupo come lo sferzante e implacabile vento scozzese. Sembra il Loach di sempre. Poi, un'inquadratura morbida, con del verde, vira il film in una commedia 'sociale', quasi un giallo-rosa, in cui non si può non tifare per questi improbabili ladri antieroi alla ricerca di un (qualsivoglia) riscatto (economico e quindi) sociale. Il mezzo è uno dei prodotti più raffinati del 'made in Scotland', il whisky ,qui elevato a vero e proprio co-protagonista,  e destinatario di non brevi digressioni (si sente la passione dello sceneggiatore Laverty). Certo, per fare un pò di soldi commettono un furto e una truffa in rapida successione: ma, pare dirci Loach, è il prezzo minimo per uscire da una condizione come il sottoproletariato di Glasgow, che ti intrappola la vita tra faide, pregiudizi e stigmi sociali. [+]

[+] lascia un commento a pier70 »
d'accordo?
olgadik domenica 6 gennaio 2013
beati gli angeli! Valutazione 3 stelle su cinque
63%
No
38%

Il titolo allude con una espressione popolare al due per cento di scotch che evapora ogni anno in una botte: irresistibile com’è per gli umani, il liquore scozzese per eccellenza lo diventa anche per gli angeli che gustano volentieri la loro parte. Da questa favola Ken il rosso trae la sua, senza dimenticare che ogni fantasia si radica nella realtà e per lui nella realtà sociale. La storia immaginaria di una preziosa bottiglia di whisky single malto incrocia la cruda ma vitale condizione di disagio giovanile diffuso in Europa e in Inghilterra.
Ma questa volta il cinema impegnato del maestro imbocca, a circa metà racconto, la strada della leggerezza preponderante di fronte all’analisi critica del reale, quasi che la capacità dello stare insieme con solidarietà e divertimento possa costituire la vera forza per i giovani (anche se piccoli criminali più o meno violenti) su cui basarsi per uscire dall’impasse. [+]

[+] lascia un commento a olgadik »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
La parte degli angeli | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Cannes (1)
Cesar (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 13 dicembre 2012
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
giovedì 23 settembre
A Quiet Place II
Maternal
Tutti per Uma
Regina
mercoledì 22 settembre
Un altro giro
Maledetta Primavera
Peter Rabbit 2 - Un birbante in fuga
giovedì 16 settembre
Freaky
mercoledì 15 settembre
100% Lupo
Adam
martedì 14 settembre
Black Widow
giovedì 9 settembre
Rifkin's Festival
Corpus Christi
Morrison
mercoledì 8 settembre
Il cattivo poeta
Il sacro male
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità