Bronson

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Bronson   Dvd Bronson   Blu-Ray Bronson  
Un film di Nicolas Winding Refn. Con Tom Hardy, Kelly Adams, Matt King, Joe Tucker, Dean Spicksley, Juliet Oldfield.
continua»
Azione, Ratings: Kids+16, durata 92 min. - Gran Bretagna 2008. - One Movie uscita venerdì 10 giugno 2011. MYMONETRO Bronson * * * - - valutazione media: 3,03 su 43 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
rongiu venerdì 10 giugno 2011
il "palco", di nicolas winding refn. Valutazione 4 stelle su cinque
96%
No
4%

Violenza e sopraffazione; vittime lasciate in prolungato stato di sofferenza psichica, incapacità delle istituzioni nel comprendere comportamenti adolescenziali devianti, braccio violento della legge e per finire sogni di onnipotenza megalomica. Questo è “Bronson", il film di Nicholas Winding Refn \ regista / e Tom Hardy bravissimo protagonista, nel ruolo di \ Michael Peterson “in arte” Charles Bronson /.
Quella di Bronson è una storia vera. Il galeotto picchiatore, il galeotto più pericoloso d’Inghilterra; ha attirato su di sé l’attenzione pubblica vuoi per la sua produzione artistico-letteraria ma anche per il proprio stile di vita accompagnato da un personalissimo codice d’onore. [+]

[+] lascia un commento a rongiu »
d'accordo?
osteriacinematografo mercoledì 1 febbraio 2012
dipinto di un folle Valutazione 3 stelle su cinque
97%
No
3%

 E’ complicato parlare di “Bronson”, biopic di Nicolas Winding Refn (regista danese recentemente autore dell’eccellente “Drive”), a causa del modo in cui è costruito, della narrazione non lineare del film, del personaggio controverso al centro della storia.

Michael Gordon Peterson, inglese di Luton, cresce in una famiglia medio-borghese, mostrando fin da piccolo un’aggressività fuori dal comune: quasi una forma congenita di affermazione personale, che sfoga ripetutamente contro compagni di scuola e insegnanti. [+]

[+] lascia un commento a osteriacinematografo »
d'accordo?
paola di giuseppe sabato 11 giugno 2011
bronson ce l'ha fatta Valutazione 4 stelle su cinque
81%
No
19%

I wanted always to be famous, e l’egocentrico Michael Peterson, in arte Bronson, sì proprio Charles, il giustiziere della notte suo idolo, ce l’ha fatta. Dalla cella del carcere in cui sta scontando il trentacinquesimo anno di carcere, di cui trenta in isolamento, il prigioniero più famoso d’Inghilterra dovrà mandare un pensiero grato a Nicolas Winding Refn che l’ha consegnato alla storia del cinema con un biopic selvaggio, bello, audace, che tiene incollato allo schermo anche chi, come me, non predilige questo genere. C’è una forza magnetica stranamente affascinante nei tagli di scena, nella composizione cromatica dei quadri, nel buio che avvolge il corpo, soprattutto il viso, di quest’uomo folle e razionale insieme, un concentrato di narcisismo e violenza allo stato così puro da diventare un prodotto d’arte, nulla che lo faccia somigliare ad uno psicopatico, nulla che susciti la ripugnanza che simili fenomeni in genere inducono, Bronson è una scultura vivente, una massa muscolare mossa da una determinazione selvaggia e irridente. [+]

[+] concordo (di iankenobi)
[+] lascia un commento a paola di giuseppe »
d'accordo?
slowfilm.splinder.com sabato 30 gennaio 2010
estetica della violenza, e altro. Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Michael Peterson sente di avere una vocazione, delle doti particolari, e vuole diventare famoso. A diciassette anni, nel 1974, rapina un ufficio postale, viene arrestato, e da quel momento si afferma come il detenuto più violento del Regno Unito, col nome d’arte di Charlie Bronson. In cella, una delle sue performance preferite consiste nel sequestrare una persona, annichilirla semplicemente minacciando di farlo a pezzi, quindi farsi trovare dai secondini che arrivano per pestarlo completamente nudo e ricoperto da sostanze scivolose, in modo da poter fare più danni prima di essere bloccato. Le prigioni sono l'unico palcoscenico per le sue esibizioni, che lo portano a collezionare più di trent'anni di carcere, dei quali la maggior parte in isolamento, pur senza aver mai ucciso nessuno. [+]

[+] lascia un commento a slowfilm.splinder.com »
d'accordo?
algernon venerdì 10 giugno 2011
nome d'arte bronson Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Charles Bronson è il nome d'arte del galeotto inglese Michael Gordon Peterson, ispirato al giustiziere per antonomasia, l'attore Charles Bronson, che in realtà era di origini lituane e si chiamava Charles Dennis Buchinsky. un nome d'arte al quadrato dunque. il Bronson di questo film è un narcisista violento, che già da adolescente picchiava i compagni e voleva assolutamente mettersi in mostra. incarcerato per una rapina, ha proseguito ed accresciuto il suo comportamento violento all'interno delle carceri, al punto di esservi trattenuto senza una prevedibile data di uscita. il film ci mostra tutto questo, e ci mostra il singolare personaggio, violento ma signorile, brutale ma artista, selvaggio ma intelligente. [+]

[+] lascia un commento a algernon »
d'accordo?
kyashan mercoledì 26 dicembre 2012
bronson: omaggio a kubrick Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Definito da alcuni "A Clockwork Orange for the 21st Century", Bronson è in effetti un film dal forte impatto per lo spettatore, dove gli omaggi al capolavoro di Kubrick non sono poi così velati. Anche qui il tema portante è quello della violenza: una violenza non del tutto fine a se stessa, compiuta da tale Michael Peterson (in arte Charles Bronson) ormai noto come il detenuto più violento d’Inghilterra. Il film ripercorre la sua vita, a partire dall’infanzia sino alla sua prima carcerazione, all’età di 22 anni per una piccola rapina a un ufficio postale. Da cui il racconto di una vita avente come paradigma la violenza: contro i secondini e gli altri carcerati diventa l'unico strumento di un piacere auto-distruttivo e masochista, causa di anni e anni di carcere, dei quali oltre trenta in completo isolamento. [+]

[+] lascia un commento a kyashan »
d'accordo?
ultimoinquisitore giovedì 9 febbraio 2012
il nuovo mood del cinema Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Charles Bronson, nome d'arte di Michael Peterson, è il ricercato più famoso e pericoloso d'Inghilterra.
Queto film è un'opera d'arte sinfonica che esalta il suo protagonista mettendone in luce gli aspetti egocentrici e allo stesso tempo umili che lo hanno spinto tutta la vita a voler diventare famoso. Ma per i suoi eccessi di prepotenza verso i secondini, in contrasto con lo smisurato amore della madre, vivrà la maggior parte dei suoi anni in galera e in isolamento.
Il regista analizza ogni momento della vita di Bronson mettendolo letteralmente a nudo di fronte ad ambienti e situazioni che sono davvero lontane, ma che il protagonista riesce comunque a dominare e a riempire con la sua massa,la sua bestialità ma anche con la sua vocazione per le arti: il personaggio recita sul palcoscenico di un teatro, fa il comico, canta e dipinge. [+]

[+] lascia un commento a ultimoinquisitore »
d'accordo?
biso 93 venerdì 29 aprile 2016
ego e megalomania Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Bronson e' un film particolare, un biopic difficile da trasportare su pellicola..ma il risultato e' senza dubbio positivo, grazie anche ad una brillante interpretazione di Tom Hardy. N.W.Refn utilizza tutta.la sua abilita' registica nelle inquadrature e nelle immagini e scava nel personaggio di Michael Petersen, strizzando nuovamente l'occhio a Kubrick. Il film non segue un filo temporale continuo ma ripercorre tratti ed episodi rilevanti di una vita al limite, di una persona disturbata e disturbante, violenta ma non maniaca, se non di se stessa e per questo corrosiva e autodistruttiva. Film che convince

[+] lascia un commento a biso 93 »
d'accordo?
angelo umana sabato 11 giugno 2011
vita da star segregata Valutazione 2 stelle su cinque
52%
No
48%

Violenza come modo di comunicare, i pugni come mezzo di espressione o risolutori di ingiustizie: Michael Gordon Peterson, soprannominato Charlie Bronson (lui si sarebbe voluto chiamare Charlton Eston), esiste davvero. E’ il detenuto più cattivo delle carceri britanniche, dove peraltro dal 1974 (aveva 22 anni) ha passato tutta la vita, con soli 69 giorni di libertà. La violenza è stata il suo modo di protestare, di comunicare disaccordo col mondo da quando era bambino, poveri professori e poi poveri secondini! L’energia nel tempo si è canalizzata verso le arti, l’altra parte di sé: nella realtà il detenuto ha scritto 13 libri, oltre ai dipinti, produzioni apprezzate, ma l’espressione positiva veniva spesso interrotta da scoppi di violenza. [+]

[+] canzone (di eles )
[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
iuriv domenica 20 marzo 2016
l'arte della violenza. Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

In Bronson Refn ci racconta la vita del detenuto più pericoloso d'Inghilterra attraverso una regia sospesa tra Kubrik e Lynch. A dire il vero il regista pare poco interessato alle vicissitudini del protagonista in quanto tali. Ciò che davvero sembra intrigarlo è il modo che quest'ultimo ha di percepire la violenza. Sostanzialmente Refn propone continuamente un parallelismo tra il bramosia per lo scontro fisico di Bronson e l'arte. E così Bronson diventa una mente libera, che cerca la sua via per esprimersi e la trova all'interno del carcere. Quando, a causa della difficoltà nel gestirlo, persino i penitenziari sembrano volersi sbarazzare di lui, la sua incapacità di vivere una vita normale ricorda i problemi di relazione che tanti artisti hanno vissuto. [+]

[+] lascia un commento a iuriv »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Bronson | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Nicoletta Dose
Pubblico (per gradimento)
  1° | rongiu
  2° | osteriacinematografo
  3° | paola di giuseppe
  4° | slowfilm.splinder.com
  5° | algernon
  6° | kyashan
  7° | ultimoinquisitore
  8° | biso 93
  9° | angelo umana
10° | iuriv
11° | enzo70
12° | dandy
13° | ultimoboyscout
Rassegna stampa
Peter Travers
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità