Un re a New York

Acquista su Ibs.it   Dvd Un re a New York   Blu-Ray Un re a New York  
Un film di Charles Chaplin. Con Charles Chaplin, Dawn Addams, Phil Brown, Michael Chaplin, Oliver Johnston.
continua»
Titolo originale A King in New York. Commedia, Ratings: Kids+13, b/n durata 105 min. - Gran Bretagna 1957. MYMONETRO Un re a New York * * * 1/2 - valutazione media: 3,75 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
blackandwhite domenica 4 febbraio 2018
una commedia "politica" Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

E' una commedia piacevole, ma affronta temi importanti e ancora attuali, come:

il pericolo dell'energia atomica;
il potere e i suoi eccessi;
il controllo e la dissuasione delle masse operato dal potere per la conservazione dei suoi interessi;
i monopoli economici, testimoni della mancata realizzazione del libero mercato proposto dai teorici del capitalismo;
i media strumentalizzati e le false notizie;
il capitalismo che implica che ormai si fa tutto solo per denaro e tutto è falso, gonfiato e privo di valore reale, tutto ridotto al ridicolo;
il consumismo e la sua martellante e banale pubblicità;
il disorientamento della donna dopo la perdita del suo ruolo naturale nella famiglia;
la mancata attuazione dei propositi di libertà e uguaglianza delle costituzioni;
la distruzione della dignità stessa delle persone, subordinate ora ad assurde ragioni economiche e politiche, che ha creato una società insopportabile per le gente di valore, impotente e costretta ormai solo a fuggire. [+]

[+] lascia un commento a blackandwhite »
d'accordo?
greatsteven lunedý 2 ottobre 2017
per l'ultima volta... chapeau all'ormai ex charlot Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 

UN RE A NEW YORK (UK, 1957) diretto da CHARLES S. CHAPLIN. Interpretato da CHARLES S. CHAPLIN, DAWN ADDAMS, OLIVER JOHNSTON, MICHAEL CHAPLIN

Il monarca europeo Shedov, sovrano del (fantomatico) stato di Estrovia, in seguito ad un moto insurrezionale popolare dovuto a certi suoi piani atomici, è costretto a riparare a New York insieme al fedele primo ministro Gémier. Scopre, appena ricevuti i fotografi, i giornalisti e le accoglienze di rito, che la stragrande maggioranza delle sue ricchezze son finite nelle mani dei suoi ex collaboratori che l’hanno tradito, appoggiando il popolo rivoluzionario. [+]

[+] lascia un commento a greatsteven »
d'accordo?
renato c. giovedý 25 novembre 2010
chaplin Ŕ sempre chaplin (grande!) Valutazione 3 stelle su cinque
80%
No
20%

E' il quarto film parlato di Chaplin, ed il terzo in cui non interpreta Charlot (ne "Il grande dittatore" il barbiere ebreo era il classico Charlot!) ed il primo girato in Europa dopo aver lasciato gli Stati Uniti a causa del maccartismo, la "caccia alle streghe" promossa dal senatore Joseph McCarthy sulle attività antiamericane durante la "guerra fredda". E questo film è proprio una satira contro il maccartimo! Chaplin fa una denuncia contro tutte quelle "esagerazioni" di cui parla alla fine del film e di cui egli è stato una delle vittime più illustri assieme ad altri colleghi di Hollywood. McCarthy si era messo in mente che la maggior parte di attori, registi e produttori hollywoodiani fossero comunisti! Chaplin fa la parte di un re di non precisato paese europeo, che scappa in America a causa di una rivoluzione, portandosi tutti beni che aveva, ma il primo ministro gli da una grande fregatura scappando a sua volta in sud-America con tutti i suoi beni. [+]

[+] lascia un commento a renato c. »
d'accordo?
luca scial˛ sabato 3 aprile 2010
critica ai media,al consumismo,alla guerra fredda Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un Sovrano di uno stato europeo, Re Shahdow, viene destituito da una rivoluzione popolare e fugge in aereo negli Stati Uniti, patria democratica e libera, dove egli cerca pace e riparo. Ma giunto lì ben presto farà i conti con una società caotica, dedita al consumismo e alla futilità, sarà preda dei media e della pubblicità, infine anche di una Commissione d'inchiesta anti-comunista. Conoscerà prima una ragazza, Anna Kay, carina e gentile con lui, ma che in realtà nasconde un secondo fine, ossia sfruttare la classe e il savoir faire del Re per futili pubblicità; poi conoscerà un ragazzino vispo e grande oratore, che nel suo modo di fare nasconde un profondo disagio, legato ai genitori perseguitati da una Commissione perchè iscritti al partito comunista. [+]

[+] lascia un commento a luca scial˛ »
d'accordo?
piccolo sabato 11 aprile 2009
grande chaplin Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

grande chaplin il numero uno questo Ŕ stato il suo ultimo film bello da ridere alcune scene tristi Ŕ bravissimo il film Ŕ da vedere fidatevi

[+] lascia un commento a piccolo »
d'accordo?
Un re a New York | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | renato c.
  2░ | luca scial˛
  3░ | greatsteven
  4░ | blackandwhite
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità