La parola ai giurati [1]

Acquista su Ibs.it   Dvd La parola ai giurati [1]   Blu-Ray La parola ai giurati [1]  
Un film di Sidney Lumet. Con E.G. Marshall, Lee J. Cobb, Henry Fonda, Martin Balsam, Ed Begley.
continua»
Titolo originale Twelve Angry Men. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 95 min. - USA 1957. MYMONETRO La parola ai giurati [1] * * * * - valutazione media: 4,38 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

VAI AD ASCOLTARLI Valutazione 5 stelle su cinque

di Luigi Chierico


Feedback: 36951 | altri commenti e recensioni di Luigi Chierico
venerdì 17 gennaio 2014

Chi potrà assistere alla proiezione di questo straordinario film, potrà dirsi, a giusta ragione, di essere fortunato. L’ho visto più di una volta perché, anche quando lo danno in tv, non posso perdere l’occasione di rinnovare il piacere che provai quando lo vidi la prima volta. Il film va gustato in una sala di proiezione, o comunque in assoluto silenzio, non ci si può distrarre, occorre la massima concentrazione. Il continuo serrato dialogo, che mette in gioco la vita di un giovane che i 12 giurati sono stati chiamati a giudicare se oltre ogni ragionevole dubbio è colpevole oppure innocente., sembra richiedere la tua partecipazione al dibattito, è coinvolgente. La trama non importa, i personaggi, dall’imputato ai giurati, dal morto ai testi, non hanno bisogno di un nome, loro son quel che sono, sono tutti i giurati del mondo di cui nessuna cronaca fa il nome. Lo spettacolo,invece e la magnifica prestazione dei 12 protagonisti impone un commento. Tra tutti sovrasta la figura di Henry Fonda, forse perché è l’unico a dover combattere contro tutti e contro tutto, già perché anche il tempo che trascorre è un nemico da vincere, vi sono gli impegni, la vita privata, il caldo: tutti da vincere. Quanti giudici decidono in funzione di tali situazioni invece che sulla base di una approfondita disamina di un fatto delittuoso, per il quale si mette in gioco la sorte dell’imputato ma anche in gioco la propria coscienza. Tutti i giurati devono raggiungere un giudizio unanime, ma tot capita tot sententiae, quindi ciascuno tenta di convincere che la propria ricostruzione dei fatti e, quindi, il proprio convincimento, non offre fianco ad incertezza o dubbio. Così in una giornata afosa anche i toni diventano caldi, accesi, al limite della correttezza. Sempre serafico nel suo vestito bianco, con candore Henry Fonda, il giurato numero 8, minuto dopo minuto, osservazioni su osservazioni, cerca di far emergere la sua tesi, sarà una vera impresa, uno contro tutti. Il film girato nel 1957 è in bianco e nero, si svolge quasi interamente in una sola camera, attorno ad un tavolo su cui giacciono portacenere con tantissime sigarette ( quante certezze sono andate in fumo), occhiali da vista per chi non è oculato nel riflettere , qualche penna, il coltello serramanico, arma del delitto, giacche appese, cravatte abbandonate per dar sfogo alla voce di qualcuno intemperante. E’ uno spettacolo da non perdere, si gusta ogni attimo, ogni passaggio. Vi è la tensione e la suspense per ogni volta che i giurati sono chiamati a votare per dare il loro verdetto: colpevole - non colpevole. Alla regia c’è Sidney Lumet che con questa opera prima ha dato inizio a tanti altri capolavori,citarne qualcuno sarebbe come sottovalutare gli altri. Mi chiedo, richiamando alla mente tanti recenti processi per omicidio, se ancora oggi i cittadini chiamati al difficile ruolo loro affidato di giurati, siano così scrupolosi prima di aver deciso per il si o il no; visto inoltre l’esito di tanti processi, dai verdetti contrastanti, emessi nei vari gradi di giudizio, mi chiedo ancora se possiamo ancora credere che tutti i Giudici Togati emettano la loro sentenza oltre ogni ragionevole dubbio, o non piuttosto, come ho sentito più volte affermare candidamente, “nell’intimo convincimento”. Anche un arbitro che crede di aver visto un fallo da rigore, lo concede in tale intimo convincimento. Lui fischia ed i tifosi lo fischiano, potesse essere così anche in qualche aula di Tribunale!chigi

[+] lascia un commento a luigi chierico »
Sei d'accordo con la recensione di Luigi Chierico?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Luigi Chierico:

Vedi tutti i commenti di Luigi Chierico »
La parola ai giurati [1] | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | pensionoman
  2° | dr. o' le'
  3° | iverson 3
  4° | andy
  5° | ale14
  6° | dado1987
  7° | tommaso82
  8° | luigi chierico
  9° | nick simon
10° | nonhosonno2015
11° | samanta
12° | antonio2011
13° | luca scial�
14° | fabio57
15° | giorgio
Rassegna stampa
Gian Piero dell'Acqua
Premio Oscar (3)
Nastri d'Argento (2)
Nastri d'Argento (2)
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità