Minari

Un film di Lee Isaac Chung. Con Steven Yeun, Ye-ri Han, Yuh Jung Youn, Alan S. Kim, Noel Cho.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, - USA 2020. - Academy Two uscita lunedì 26 aprile 2021. MYMONETRO Minari * * * 1/2 - valutazione media: 3,55 su 21 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
andrea1974 giovedì 6 maggio 2021
i bambini ci guardano Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Un film con gli occhi di un bambino, che vede il mondo da una prospettiva tutta da riscoprire. Un bambino bambino, finalmente: un bambino che può permettersi di essere cinico con una nonna che odora di Corea, può permettersi di fare la pipì a letto e misurarsi con le reazioni degli adulti, può permettersi i capricci e gli imputamenti da bambino. Così il bambino può concedersi di non sopportare le litigate dei genitori, può permettersi l'ingingantimento, la deformazione e la trasformazione della realtà. Con gli occhi del bambino la superstizione, la rabdomanzia e la fede degli adulti diventano un mondo magico che non è vero, ma accade. [+]

[+] lascia un commento a andrea1974 »
d'accordo?
ghisi sabato 1 maggio 2021
tradizione, progresso e deregulation Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Minari” è un film dolce e amaro che mostra la demistificazione del sogno americano, le aspirazioni, i sentimenti e le emozioni di una famiglia coreana emigrata negli Stati Uniti in cerca di fortuna.
Siamo negli anni ’80 e dopo dieci anni di lavoro di sessaggio - differenziazione dei pulcini tra maschi e femmine - dalla California Jacob Ly (interpretato da Steven Yeun) si trasferisce, con moglie e figli David e Anne (Alan S. Kim e Noel Cho), in Arkansas dove ha comprato un terreno agricolo comprensivo di una specie di roulotte. Il suo sogno è quello di mettere su una fattoria dove coltivare prodotti coreani. La moglie Monica non sembra essere contenta della scelta. [+]

[+] lascia un commento a ghisi »
d'accordo?
stefano capasso mercoledì 28 aprile 2021
i valori della famiglia Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Anni ’80, dalla California una famiglia coreana si sposta in Arkansas per tentare di fare fortuna con l’agricoltura; Jacob vuole coltivare prodotti coreani per rifornire il mercato degli immigrati. Ma la famiglia, moglie e due figli piccoli non vive bene il trasferimento, soprattutto la moglie preferisce le opportunità che una città può offrire. L’arrivo della madre dalla Corea potrebbe alleviare la sua solitudine, ma la donna, tutt’altro che la tipica nonna, trova soprattutto nel bambino più piccolo un’accoglienza ostile. Il progetto di Jacob sembra fallire e ripartire più volte mentre la crisi con la moglie diviene sempre più profonda. [+]

[+] lascia un commento a stefano capasso »
d'accordo?
luca scialo sabato 15 maggio 2021
un buon messaggio sebbene manchi la poesia del cinema coreano Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Alla sua terza prova da regista, Lee Isaac Chung ci propone la storia di una famiglia di origini coreane che nella rampante America reaganiana degli anni '80, vuole coltivare il suo american dream. A volerlo è soprattutto il padre David, nel cui cuore quella illusione americana si è trapiantata non poco.
E così, si trasferisce dalla California all'Arkansas per avviare una propria fattoria, sebbene l'idea iniziale sia un semplice orticello da coltivare. Del resto, lui e la moglie Monica sono anche stanchi del lavoro che fanno: osservare il genere dei pulcini per scartare i maschi, destinati ad un forno crematorio.
Tuttavia, la realtà si mostra ben diversa dal sogno e non mancano ostacoli. [+]

[+] lascia un commento a luca scialo »
d'accordo?
eugenio giovedì 13 maggio 2021
furore coreano Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Un film classico, d’altri tempi, impostato ed elegiaco. Un film americano su una famiglia coreana, un film di campagna per la ricerca della libertà, un film quasi d’atmosfera ottocentesca per la sua dimensione rurale, per la dimensione di una purezza di spirito che si fa nobiltà d’animo senza essere troppo intellettualoide.
Tutto questo è Minari, quarto lavoro del regista americano di origine coreana Lee Isaac Chung, uno dei suoi lavori forse più biografici fatto di crescita e ricordi ovattati lungo quei favolosi anni ’80 che il cineasta lascia trasparire attraverso gli occhi del giovane protagonista David (Alan Kim). Un ragazzino malato al cuore ma sempre vivace figlio di Jacob, capofamiglia che per garantire appunto un futuro migliore a lui e alla sua famiglia, si trasferisce in un “altro mondo” differente da quella California, un territorio agreste con un “furore” alla Steinbeck alla costante ricerca di un giro d’affari, lontano dal sessaggio di polli, un lavoro estenuante e sottopagato, ma rivolto solo ed unicamente alla possibilità di poter vivere della propria terra. [+]

[+] lascia un commento a eugenio »
d'accordo?
Minari | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Sundance (2)
Satellite Awards (7)
SAG Awards (4)
Premio Oscar (7)
Producers Guild (1)
NSFC Awards (1)
National Board (3)
Spirit Awards (7)
Golden Globes (2)
Directors Guild (1)
Critics Choice Award (12)
BAFTA (7)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Uscita nelle sale
lunedì 26 aprile 2021
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 5 sale cinematografiche:
Showtime
  3 | Lazio
  1 | Piemonte
  1 | Sardegna
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità