La Casa di Jack

Acquista su Ibs.it   Dvd La Casa di Jack   Blu-Ray La Casa di Jack  
Un film di Lars von Trier. Con Matt Dillon, Bruno Ganz, Uma Thurman, Siobhan Fallon Hogan, Sofie Gråbøl.
continua»
Titolo originale The House That Jack Built. Thriller, Ratings: Kids+13, durata 155 min. - Danimarca, Francia, Germania, Svezia 2018. - Videa uscita giovedì 28 febbraio 2019. - VM 18 - MYMONETRO La Casa di Jack * * * - - valutazione media: 3,10 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
blackredblues lunedì 25 marzo 2019
lars "coverizza" lars. Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Da tempo non recensivo qualcosa.
Lars Von Trier è, per il sottoscritto, sempre un buon motivo per farsi sotto.
Personalmente tra i vari Lars io ne ho individuati principalmente due. Uno mi piace molto e l’altro un po’ meno.
Il primo è dotato di anima. Il secondo (apparentemente) no.
Questo film, come anche Nymphomaniac, appartiene al secondo.
Spieghiamoci.
La storia è quella di…di? Di un serial killer?! Forse, forse no. Forse il serial killer è un pretesto per dire qualcosa di molto personale che esula dalla storia stessa. Forse sì, potrebbe essere così.
Nella scelta dei cinque episodi di tortura e massacro delle proprie vittime manca l’emozione, il pathos, la frenesia. [+]

[+] lascia un commento a blackredblues »
d'accordo?
paperinik mercoledì 20 marzo 2019
siate consci di cosa state andando a vedere Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Un lavoro ben fatto, come già scritto da molti. Tuttavia una violenza difficilmente tollerabile. In certi frangenti davvero eccessiva, quasi irritante. Lars conosce a fondo le pieghe oscure dell'animo umano; e non esita nell'abusarne, senza scrupoli. Prima di sedervi davanti allo schermo siate preparati: l'esperienza non lascia indifferenti. Infine, un grazie sentito a Bruno Ganz: uno sguardo poetico e una voce meravigliosa qualunque sia la lingua che parla: ci manchi già.

[+] lascia un commento a paperinik »
d'accordo?
mercoledì 13 marzo 2019
negativo Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
100%

Film di introspezione criminale assolutamente modesto

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
peergynt sabato 9 marzo 2019
ma vai all'inferno, jack! Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Jack, un ingegnere che vorrebbe essere un architetto, si confessa parlando con il misterioso Verge e gli racconta come ha scoperto il piacere ossessivo del delitto e della deformazione dei corpi. In questa vicenda autocelebrativa e insistentemente allegorica c'è tutto il Lars von Trier che conosciamo: arrogante misogino che adora la commedia nera, cineasta demiurgo che si crede Dio-la luce ma che sa anche di essere Nice man Jack-il buio, abile affabulatore che svela sempre ironicamente i meccanismi della fabula (ma il metacinema non ha ormai stufato? sì, se ti prendi troppo sul serio).
E come riesce ad essere luce e buio insieme, il suo film riesce ad essere affascinante e insopportabile allo stesso tempo, didascalico (le riflessioni estetiche di Jack) e autoironico (i commenti critici di Verge). [+]

[+] lascia un commento a peergynt »
d'accordo?
mercoledì 6 marzo 2019
non merita proprio Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Nelle infinite 2 ore e 30 totali, inizia bene e a metà sembra molto interessante, se non fosse per tutte le scene assurde senza senso nella seconda metà

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
carloalberto mercoledì 6 marzo 2019
una via personale per l'inferno Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

 La Casa di Jack è un pugno allo stomaco. Come Salò o le 120 giornate di Sodoma di P.P.P. La violenza mostrata è iperrealistica. Tale da far distogliere lo sguardo. Non vorremmo vedere. Eppure il nostro mondo è un macello a cielo aperto, come poetò Lorca in Vuelta a la ciudad (“Tutti i giorni ammazzano in New York quattro milioni di anitre, cinque milioni di porci, duemila colombe per il piacere degli agonizzanti, un milione di vacche, un milione di agnelli, e due milioni di galli che fanno i cieli a pezzi.” – Poeta en Nueva York). A ricordarlo non solo i documentari dei campi di concentramento, con i corpi accatastati l’uno sull’altro, ma l’esposizione artistica e macabra dei trofei di caccia. [+]

[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
begoloz mercoledì 6 marzo 2019
peso Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Primo film che vedo di questo regista e sono combattuto nel giudizio. Sicuramente è originale, potente e di forte impatto visivo, ma se non si ha una certa cultura è difficile apprezzare i tanti temi che tocca. A tratti sembra un docufilm. Mi ha colpito molto la spiegazione dell' uomo e la sua ombra tra i 2 lampioni e l' affresco in movimento del traghettamento finale. Sicuramente un film che ti colpisce in un senso o nell'altro. primo tempo noiosetto e forse 155 minuti sono troppi.

[+] lascia un commento a begoloz »
d'accordo?
lunedì 4 marzo 2019
soldi buttati Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Pensare che ho pagato per vederlo. Come rovinare una serata. Ho abbandonato a circa metà film, come altri prima di me. Per fare una pellicola così deve esserci qualcosa che non funziona nella testa del regista. Caro il mio Lars, non mi vedi più.

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
andrewlecce lunedì 4 marzo 2019
dietro la macchina o dietro la cattedra? Valutazione 2 stelle su cinque
40%
No
60%

Non so se tra i tanti errori consentiti a un genio ci sia anche quello di cadere nello stereotipo di se stesso. L'unico, vero problema de "La Casa di Jack" consiste nell'essere esattamente ciò che lo spettatore con meno immaginazione sulla faccia della terra si aspetterebbe da un film su un serial killer girato da Lars Von Trier, mentre chi lo conosce e lo apprezza è abituato ad aspettarsi tutto da lui, meno che la prevedibilità. Di sicuro è il suo film più egocentrico: Lars c'è tutto, forse pure troppo, tanto che l'autocitazione sconfina spesso nell'autocelebrazione (ora vuota, ora persino risibile: c'è addirittura una sequenza, animata dalla voce fuori campo, che raccoglie piccoli spezzoni dei suoi film precedenti). [+]

[+] lascia un commento a andrewlecce »
d'accordo?
rosmersholm lunedì 4 marzo 2019
disturbante e geniale Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Lars Von Trier può sconcertare, irritare , confondere. E questo film può sembrare insopportabile, arrogante e disturbante. Eppure, se si riesce ad arrivare alla fine delle due ore e mezzo della pellicola, non si può non riconoscere che è uno dei pochi autori di più vicini alla genialità che ci propone il cinema di quest'epoca. E rende plasticamente visibile la vigliacca mediocrità del cinema italiano...

[+] lascia un commento a rosmersholm »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
La Casa di Jack | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Link esterni
Facebook
Sito italiano
Uscita nelle sale
giovedì 28 febbraio 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 3 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Campania
  2 | Lombardia
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità