Entr'Acte

Un film di René Clair. Con Jean Börlin, Inge Frïss, Francis Picabia, Man Ray, Marcel Duchamp, Erik Satie Grottesco, b/n durata 22 min. - Francia 1924. MYMONETRO Entr'Acte * * * - - valutazione media: 3,00 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,00/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
Jean Börlin
Jean Börlin   Interpreta Il mago
Inge Frïss Francis Picabia
Man Ray
Man Ray 27 Agosto 1890 Interpreta Il giocatore di scacchi
Marcel Duchamp
Marcel Duchamp 12 Giugno 1887 Interpreta Il giocatore di scacchi
Erik Satie
   
   
   
Un esperimento di 22 minuti. Una serie di sequenze che non hanno una connessione logica.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
Pino Farinotti     * * * - -

Un esperimento di 22 minuti. Una serie di sequenze che non hanno una connessione logica. Immagini legate e slegate che vogliono rappresentare, fra le tante interpretazioni, il valore dell'immagine fine a se stessa, staccata, appunto, da ogni contesto narrativo. Il tutto caricato da simboli ed esternazioni visionarie. Ecco le "immagini": una ballerina barbuta, una partita a scacchi interrotta da un getto d'acqua, il personaggio di un cacciatore del Tirolo eliminato dal suo inventore, il funerale di quest'ultimo in un carro trainato da un cammello ripreso prima al rallenty poi accelerato. La bara cade, ne esce il morto-prestigiatore che fa sparire tutti i personaggi. È il manifesto cinematografico del dadaismo. Il contesto è quello della scomposizione: erano gli anni degli esperimenti di Joyce e di Strawinski. I nomi del "cast" sono significativi: grandi artisti dell'avanguardia di allora, celebratissimi, come i "pittori" Picabia (che firmò anche la sceneggiatura), Duchamp e Man Ray, e il compositore Erik Satie. Il giudizio in stelle non avrebbe ragione di essere, è una pura indicazione.

Premi e nomination Entr'Acte MYmovies
Giornate del cinema muto
Sei d'accordo con la recensione di Pino Farinotti?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
87%
No
13%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Sperimentazione astratta

mercoledì 8 aprile 2015 di Dandy

Concepito come intermezzo del balletto "Relàche" di Picabia(che lo sceneggiò)e Satie(che lo musicò),un cortometraggio di influenza surrealista,i cui episodi fanno il verso all'astratto e alla comica,legati fra loro da nessi analogici e casuali.Non al livello di Bunuel,ma assurdo e irriverente quanto basta a renderlo godibile,e documento di un'epoca in cui il cinema era votato alla provocazione e alla dissacrazione.Più volte imitata la scena del corteo continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Entr'Acte adesso. »

di Georges Sadoul

“Toccava a Picabia, che tanto ha fatto per liberare la parola, liberare anche l’immagine. In Entr’acte l’immagine ‘distolta dal suo compito di dare un significato’, nasce a ‘un’esistenza concreta’. Nulla mi sembra più rispettoso dell’avvenire del cinema di questi balbettamenti visivi” (Clair, 1924). Impossibile dare una spiegazione “logica” delle celebri sequenze e immagini di Entr’acte: una ballerina con la barba, una partita a scacchi (tra Man Ray e Marcel Duchamp) disturbata da uno zampillo d’acqua, un cacciatore tirolese (Jean Borlin) ucciso dal suo autore (Francis Picabia), e il suo funerale in un carro mortuario tirato da un cammello che, visto dapprima col rallentatore, diventa poi un inseguimento a velocità folle, la caduta della bara che si apre, e il prestigiatore che fa scomparire tutti i personaggi prima di scomparire egli stesso. »

di Massimo Magri

Una ballerina che si scopre essere un uomo barbuto e con occhiali, una partita di scacchi interrotta da un getto d’acqua, un cacciatore in costume tirolese che finisce per essere ucciso, un carro mortuario trainato da un dromedario, la corsa frenetica del corteo funebre: gli insolenti e imprevedibili sberleffi dell’avanguardia dadaista si fondono con i gags comici alla Mack Sennet, legati tra di loro da una logica onirica e ritmica. “Entr’acte rimane un’opera che è assai più di un film strettamente sperimentale, e non si può limitarne la valutazione ad un’impeccabile esercitazione meccanica: è un film che si affida ad un lucido amore dell’immagine, e ad un controllo estremo del ritmo, in un’atmosfera in cui la libertà dell’intuizione formale è costantemente bilanciata dalla coscienza dell’intelletto costruttivo. »

Entr'Acte | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Pino Farinotti
Pubblico (per gradimento)
  1° | dandy
Scheda | Cast | News | Poster | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità